Edicola

Irreperibilità, l’Aifa torna a bacchettare la Ferring

26/02/2014 02:54:54
I produttori che ricevono dalle farmacie ordini diretti motivati da episodi di irreperibilità non possono pretendere un fax della ricetta medica per verificare la legittimità della richiesta. E’ quanto ricorda l’Aifa in una lettera inviata ieri alla Ferring, azienda già finita sotto i riflettori nei mesi scorsi per il suo servizio telefonico di acquisti diretti, che funzionava soltanto a metà (ossia dal centro Italia in su). Come si ricorderà, il caso era stato denunciato a Federfarma da un titolare siciliano, a sua volta il sindacato aveva girato la segnalazione all’Aifa e questa si era rivolta all’azienda per intimarle l’estensione del servizio a tutto il territorio nazionale.
Questione risolta ma soltanto in apparenza, perché nei giorni scorsi Federfarma Salerno ha scoperto che l’azienda si è adeguata alle indicazioni dell’Agenzia ma a modo proprio: possono ordinare le farmacie di tutta Italia, ma per ricevere i quantitativi richiesti il titolare deve prima trasmettere le ricette che giustificano l’ordinativo. Dal sindacato è allora partita una seconda segnalazione all’Aifa, che a propria volta ha fatto scattare un’altra “ramanzina: al produttore, si legge nella lettera trasmessa ieri, «non spetta verificare la congruità della richiesta o effettuare altre valutazioni di merito», ma adeguarsi agli obblighi di fornitura previsti dall’articolo 105, commi 2 e 4, e dall’articolo 108 del D.lgs 219/2006. «Alla luce delle considerazioni espresse», conclude l’Aifa, «si invita l’azienda a una più opportuna valutazione delle proprie posizioni, nel rispetto delle normative vigenti e del diritto di accesso al farmaco per i pazienti».
Ovviamente la vicenda della Ferring fa storia a sé. Da Federfarma Salerno, che sul fenomeno carenze lavora da più di un anno e nei giorni scorsi ha avviato un censimento dei numeri telefonici messi a disposizione dalle aziende per gli ordini diretti, arrivano anche storie di produttori che scelgono la strada della collaborazione. E’ il caso per esempio della Boehringer Ingelheim, che alla richiesta di informazioni del sindacato provinciale ha risposto comunicando il numero del proprio customer service (02-53559410) e assicurando il tempestivo rifornimento a fronte delle richieste che dovessero pervenire. (AS)

Ultime notizie

16/07/2020

Dichiarazione Marco Cossolo, presidente Federfarma, su operazione Nas Bari

“Mi auguro che i farmacisti destinatari delle perquisizioni effettuate dai Carabinieri del NAS su incarico della Procura di Bari possano dimostrare la loro estraneità ai gravissimi fatti contestati. In caso contrario Federfarma, che condanna fermamente ogni comportamento illecito, è pronta a costituirsi parte civile negli eventuali processi che dovessero aprirsi nei confronti...
30/06/2020

Emendamento su distribuzione farmaci in farmacia. Federfarma: "Accolte istanze dei soggetti fragili e dei malati cronici"

Federfarma esprime massima soddisfazione per l’approvazione,  da parte della V Commissione Bilancio della Camera,  dell’emendamento  al cosiddetto Decreto Legge...
11/06/2020

Elezioni Federfarma e Sunifar: Cossolo confermato alla Presidenza di Federfarma, Petrosillo eletto Presidente Sunifar

Si sono svolte oggi - con ottimi risultati sia in termini di partecipazione dei delegati sia di funzionamento delle piattaforme utilizzate per le votazioni in forma telematica - le elezioni per il rinnovo dei vertici di Federfarma, la Federazione nazionale che rappresenta le farmacie private convenzionate con il SSN, e di Federfarma-Sunifar, che, all’interno...
01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'audizione di Antonio Gaudioso in Commissione parlamentare

Federfarma accoglie con particolare favore le dichiarazioni del Segretario Generale di Cittadinanzattiva, Antonio Gaudioso, rese nel corso dell’audizione in Commissione parlamentare per la semplificazione nell’ambito dell’indagine conoscitiva sui servizi erogati dal Servizio Sanitario Nazionale...
01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca da parte di Banca IFIS

Federfarma accoglie favorevolmente la comunicazione odierna sul completamento, con esito positivo, dell’acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca  da parte di Banca IFIS. “L’avvenuta acquisizione di Farbanca da parte di Banca IFIS rappresenta sicuramente il viatico per la creazione, insieme a Credifarma, di un polo specializzato bancario del settore

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni