Edicola

Jommi (Cergas) su diretta e dpc: "Nel giusto mix il modello virtuoso"

22/03/2018 00:03:04
Una maggiore incidenza di entrambe le forme di distribuzione, Dd e Dpc, sulla spesa farmaceutica pubblica totale è associata ad un minor livello di spesa totale mensile pro-capite. E’ a questa conclusione che sono arrivati i ricercatori del Cergas SDA Bocconi che hanno realizzato una simulazione sull’intero territorio nazionale, valutando l’impatto delle forme alternative di distribuzione dei farmaci, e del loro mix, sulla spesa farmaceutica pubblica. Lo studio è stato pubblicato sul Rapporto OASI 2017 del Cergas SDA Bocconi. “L'analisi ha potuto contare sui dati delle tariffe per la Dpc - ha spiegato a Filodiretto Claudio Jommi, Professore Associato di Economia Aziendale all’Università del Piemonte Orientale e responsabile scientifico dell’Osservatorio Farmaci Cergas SDA Bocconi - e sulle evidenze degli studi disponibili sui costi della Dd. Tali studi, che riportano dati abbastanza eterogenei, hanno confrontato singolarmente Dd rispetto a Dpc e distribuzione in regime di convenzione, ma non hanno indagato gli effetti di diversi scenari di mix delle forme alternative di distribuzione dei farmaci”. Le analisi suggeriscono che in generale e, soprattutto, al crescere dei costi organizzativi della Dd, un modello distributivo basato su un mix delle due forme alternative di distribuzione potrebbe essere più efficiente. “Il mix ottimale, naturalmente, - continua Jommi - non deve essere scelto solo sulla base dei costi, ma anche di altre variabili importanti su cui agisce l'adozione di forme alternative di distribuzione, dall'accesso dei pazienti, alle relazioni tra aziende sanitarie e filiera del farmaco, agli eventuali effettI sull'appropriatezza d'uso. E il mix ideale può essere diverso tra realtà locali. Tutto questo in un contesto, quello del SSN italiano, dove l'adozione di forme alternative di distribuzione è stata senza dubbio più rilevante di altri paesi", conclude Jommi.

Ultime notizie

01/12/2022

Farmacie: presentato il V Rapporto di Cittadinanzattiva e Federfarma

Nel 2022 oltre un terzo attive su campagne di prevenzione per patologie croniche e vaccinazioni.  Crescono la richiesta e la fiducia dei cittadini negli equivalenti. Potenziare il ruolo di prossimità della farmacia e la sua funzione di luogo di informazione e divulgazione, la richiesta condivisa da farmacisti e cittadini...
 
31/10/2022

Dichiarazione del presidente di Federfarma Nazionale Marco Cossolo. Congratulazioni all’on. Marcello Gemmato, nuovo Sottosegretario alla Salute

Al nuovo Sottosegretario alla Salute, on. Marcello Gemmato, vanno i nostri auguri di buon lavoro e le nostre più vive congratulazioni per la sua nomina, merito della sua coerenza politica e dell’impegno profuso al servizio del Paese...

26/10/2022

Dichiarazione del presidente di Federfarma Nazionale Marco Cossolo. Ringraziamento al neo Presidente del Consiglio Giorgia Meloni

“Ringraziamo il neo Presidente del Consiglio, onorevole Giorgia Meloni, per aver ribadito il ruolo centrale delle farmacie come punto di accesso di prossimità territoriale alle prestazioni sanitarie. Da parte di Federfarma, si assicura ancora una volta l’immutato impegno, attraverso la rete territoriale delle oltre 18.000 farmacie associate...
22/10/2022

Dichiarazione del presidente di Federfarma Nazionale Marco Cossolo: "Auguri al nuovo Governo e al nuovo Ministro Orazio Schillaci"

“Al nuovo Governo guidato dalla Presidente Giorgia Meloni e, in particolare, al neoministro della Salute, Professore Orazio Schillaci, auguro buon lavoro a nome mio e dei Titolari di farmacia privata. Stiamo vivendo un momento difficile dal punto di vista economico e sociale, ora più che mai è importante mettere a frutto la lezione appresa con la pandemia, la quale ci ha insegnato che la salute è un nostro diritto primario e le risorse destinate ad essa non sono una spesa ma un investimento a vantaggio della collettività...
11/09/2022

Le farmacie piangono Giorgio Siri

Rispettando la volontà della famiglia, ad esequie avvenute, Federfarma esprime grande dolore per la scomparsa di Giorgio Siri, storico presidente alla guida di Federfarma nazionale da marzo 1992 a maggio 2008. Nato a Genova nel 1938, titolare di farmacia dal 1968, Giorgio Siri è stato il presidente rimasto in carica più a lungo. Nel 2008, quando ha deciso di non ricandidarsi più alle elezioni federali, è tornato a tempo pieno nella sua farmacia, a svolgere la professione che più amava, e a dedicarsi alla sua famiglia...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
Cliccando su “Accetta tutti i cookie”, viene accettata la memorizzazione, sul dispositivo, dei cookie che servono a migliorare la navigazione del sito e analizzare l'utilizzo del sito.
Maggiori informazioni