Edicola

Decreto remunerazione, Balduzzi pronto a un passo indietro

07/02/2013 10:19:17
Tornerà al mittente per una verifica con le sigle della filiera il decreto della Salute sulla remunerazione di farmacie e grossisti che domani dovrebbe approdare in Conferenza delle Regioni. Questa la promessa di Renato Balduzzi, tra gli ospiti del convegno al Capranica nella doppia veste di ministro uscente e candidato alle politiche del 25 febbraio (nella lista di Mario Monti). A portare i lavori sul tema della remunerazione era stata Annarosa Racca, che nella sua relazione introduttiva aveva chiesto di ripartire dall’accordo del 16 ottobre per trovare un modello che accontenti tutti. «La proposta che c’è nel suo decreto» ha detto la presidente di Federfarma a Balduzzi «non la vogliamo».
Il Ministro ha replicato riconfermando l’apertura già espressa una decina di giorni fa a Bologna: «Sulla remunerazione» ha detto «vogliamo una riforma che abbia il consenso di tutti. Il decreto doveva andare avanti perché così imponeva l’iter formale, abbiamo ancora un mese per trovare una linea condivisa». «Domani il decreto va alle Regioni per il loro parere» ha incalzato Racca «vuol dire che lo ritirate?». «Come ho detto» è stata la replica di Balduzzi «non è pensabile che una novità così importante possa essere decisa solo per decreto, va condivisa».
Si vedrà domani in Conferenza delle Regioni come si concretizzerà il passo indietro promesso dal Ministro. Nell’attesa, va comunque avanti la procedura di diffida messa in moto da Federfarma alla prima apparizione del decreto: proprio oggi sono partiti gli avvisi formali verso Regioni e Governo, accompagnate peraltro da una nota che esprime apprezzamento per le aperture di stamattina.

Ultime notizie

13/01/2021

Campagna MisuriAMO2: precisazioni sulle modalità di distribuzione dei saturimetri

In relazione alle numerose richieste pervenute dai cittadini circa le modalità di svolgimento della seconda fase della campagna MisuriAMO2, realizzata da Federfarma e Società Italiana di Pneumologia (SIP) con il patrocinio della FOFI, sono opportune alcune precisazioni. Questa seconda fase della campagna è un progetto pilota a carattere sperimentale, finalizzato a testare su alcuni pazienti affetti da gravi patologie respiratorie...
12/01/2021

Misuriamo2: al via la distribuzione grauita in 1.200 farmacie di 25.000 saturimetri per il monitoraggio domiciliare di pazienti con patologie respiratorie

Al via la seconda fase della campagna MisuriAMO2, realizzata dalla SIP (Società italiana di Pneumologia) e Federfarma con il patrocinio della FOFI. Obiettivo promuovere l’uso del saturimetro, come strumento utile per controllare i livelli di ossigeno nel sangue nelle persone con Covid-19. In particolare nei pazienti con patologie respiratorie croniche e Covid-19 è fondamentale monitorare costantemente il livello di ossigeno del sangue...
24/12/2020

Screening, vaccinazioni: si apre una fase nuova nella professione

"La Legge di Bilancio oggi approvata alla Camera contiene una serie di norme che tagliano di netto tutti gli alibi all’esclusione dei farmacisti italiani da servizi e prestazioni che in decine di altri paesi costituiscono da anni la base dell’attività professionale sul territorio: a cominciare  dalla partecipazione alle campagne di screening e vaccinali” dice il presidente della FOFI, Onorevole Andrea Mandelli...
22/12/2020

Convenzione farmaceutica, irricevibili le proposte Sisac: Federfarma e Assofarm sospendono la trattativa

Federfarma, in rappresentanza delle farmacie private, e Assofarm, in rappresentanza delle farmacie pubbliche, hanno convenuto di sospendere le trattative con la SISAC (Struttura Interregionale Sanitari Convenzionati) per il rinnovo della Convenzione Farmaceutica Nazionale, cioè l’accordo che regola i rapporti tra il Servizio sanitario nazionale e le farmacie....
21/12/2020

Legge di bilancio: in assenza di modifiche farmacie a rischio chiusura

Le più recenti versioni della Legge di bilancio, ormai prossima ad essere varata, inducono Federfarma ad una severa presa di posizione per il sostanziale disinteresse che si registra nei confronti delle farmacie italiane. In particolare, lascia perplessi la presenza di disposizioni finanziarie che rideterminerebbero il tetto per la spesa farmaceutica convenzionata al 7%, rispetto all’attuale 7,96%, senza alcuna misura di bilanciamento economico a sostegno della ormai precaria situazione finanziaria in cui versano le farmacie italiane....

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni