Edicola

Friuli, chiude il concorso e anche una farmacia

05/03/2013 09:27:52
Concorso straordinario al “rien ne va plus” anche in Friuli Venezia Giulia, che venerdì ha chiuso la fase delle candidature. In tutto sono 640 le domande presentate (delle quali 276 in forma associata), per un rapporto tra iscrizioni e farmacie in gara che - dopo il picco dell’Emilia Romagna - torna ad avvicinarsi al trend nazionale: sono 49, infatti, le sedi da assegnare nella regione, il che significa circa 13 candidati per farmacia, valore non molto dissimile da quello rilevato nella maggior parte degli altri concorsi.
Medie a parte, per i nuovi titolari friulani si prospetta un futuro non proprio in discesa. Già basterebbe il fatto che molte delle nuove sedi risultano collocate in zone e comuni di ridottissima appetibilità, a causa della dimensione prevalentemente montana della regione. Ma poi ci sarà da fare i conti con la spietata “concorrenza” delle Asl, che sta già mettendo a terra le farmacie in attività. Tanto che nei giorni scorsi si è registrato il primo fallimento di farmacia friulana e altre quattro rischiano di seguire a breve. Non è certo il primo caso in Italia (solo in Campania hanno dichiarato default già in cinque) ma in Federfarma regionale c’è la netta convinzione che la causa principale della chiusura vada imputata proprio all’aggressività dell’Azienda sanitaria competente per territorio, quella dell’Alto Friuli. «Abbiamo con la Regione un accodo sulla dpc che ci riconosce l’esclusiva» spiega il presidente di Federfarma regionale, Alessandro Fumaneri «ma l’Asl lo aggira perché distribuisce direttamente il primo ciclo terapeutico. Tutto compreso, anche i farmaci di fascia C. E a tutti, pazienti in dimissione e in visita specialistica, che così vengono riforniti a ogni passaggio dal medico. Risultato, molti titolari fanno sempre più fatica a stare nei conti». «La farmacia che è andata in default» rincara Alessandra Forgiarini, presidente di Federfarma Udine «si è vista ridurre in pochi anni le ricette rosse del 70%. Oggi in Friuli l’utile medio si è ormai ridotto a poco più di due euro a pezzo». E il sospetto è che buona parte dell’arretramento vada addebitato all’aggressività delle Asl friulane: «Per ora è soltanto un’ipotesi» conclude Forgiarini «ma stiamo analizzando i dati delle ricette per trovare le conferme. E intanto aspettiamo la decisione del Tar sul nostro ricorso contro la delibera regionale che ha dato via libera alle Asl per questi “aggiramenti” della dpc».

Ultime notizie

13/01/2021

Campagna MisuriAMO2: precisazioni sulle modalità di distribuzione dei saturimetri

In relazione alle numerose richieste pervenute dai cittadini circa le modalità di svolgimento della seconda fase della campagna MisuriAMO2, realizzata da Federfarma e Società Italiana di Pneumologia (SIP) con il patrocinio della FOFI, sono opportune alcune precisazioni. Questa seconda fase della campagna è un progetto pilota a carattere sperimentale, finalizzato a testare su alcuni pazienti affetti da gravi patologie respiratorie...
12/01/2021

Misuriamo2: al via la distribuzione grauita in 1.200 farmacie di 25.000 saturimetri per il monitoraggio domiciliare di pazienti con patologie respiratorie

Al via la seconda fase della campagna MisuriAMO2, realizzata dalla SIP (Società italiana di Pneumologia) e Federfarma con il patrocinio della FOFI. Obiettivo promuovere l’uso del saturimetro, come strumento utile per controllare i livelli di ossigeno nel sangue nelle persone con Covid-19. In particolare nei pazienti con patologie respiratorie croniche e Covid-19 è fondamentale monitorare costantemente il livello di ossigeno del sangue...
24/12/2020

Screening, vaccinazioni: si apre una fase nuova nella professione

"La Legge di Bilancio oggi approvata alla Camera contiene una serie di norme che tagliano di netto tutti gli alibi all’esclusione dei farmacisti italiani da servizi e prestazioni che in decine di altri paesi costituiscono da anni la base dell’attività professionale sul territorio: a cominciare  dalla partecipazione alle campagne di screening e vaccinali” dice il presidente della FOFI, Onorevole Andrea Mandelli...
22/12/2020

Convenzione farmaceutica, irricevibili le proposte Sisac: Federfarma e Assofarm sospendono la trattativa

Federfarma, in rappresentanza delle farmacie private, e Assofarm, in rappresentanza delle farmacie pubbliche, hanno convenuto di sospendere le trattative con la SISAC (Struttura Interregionale Sanitari Convenzionati) per il rinnovo della Convenzione Farmaceutica Nazionale, cioè l’accordo che regola i rapporti tra il Servizio sanitario nazionale e le farmacie....
21/12/2020

Legge di bilancio: in assenza di modifiche farmacie a rischio chiusura

Le più recenti versioni della Legge di bilancio, ormai prossima ad essere varata, inducono Federfarma ad una severa presa di posizione per il sostanziale disinteresse che si registra nei confronti delle farmacie italiane. In particolare, lascia perplessi la presenza di disposizioni finanziarie che rideterminerebbero il tetto per la spesa farmaceutica convenzionata al 7%, rispetto all’attuale 7,96%, senza alcuna misura di bilanciamento economico a sostegno della ormai precaria situazione finanziaria in cui versano le farmacie italiane....

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni