Edicola

04/09/2019

Servizio sanitario, elefante nero destinato all’estinzione

Il Sole 24 Ore, 04/09/2019
Walter Ricciardi
La sostenibilità e la sopravvivenza del nostro Sistema sanitario nazionale, afferma Walter Ricciardi, sono minate da una serie di fattori concatenati: l'invecchiamento della popolazione, l'aumento delle malattie croniche, il perenne sottofinanziamento e l'aumento dei costi, soprattutto dei farmaci e delle tecnologie biomediche. L’ultimo allarme che sta emergendo con forza “è la scarsità, o per meglio dire l'assenza, del personale sanitario, in particolare quello medico”. Era un fatto ampiamente previsto e prevedibile, a lungo ignorato dalla politica. Secondo le proiezioni dell’Osservatorio nazionale sulla salute nelle Regioni italiane (basate sui dati del Miur e del ministero della Salute), il Servizio sanitario nazionale perderà nei prossimi 15 anni 56mila medici ma ne saranno rimpiazzati solo 42mila (il 75%). Per sostituire 56mila medici 15 anni sarebbero necessarie 13.500 immatricolazioni ai corsi di laurea in Medicina e 11mila posti di specializzazione, senza contare che le Università dovrebbero essere adeguatamente finanziate e attrezzate per formare circa 5mila studenti in più ogni anno.
04/09/2019

SSN. Qualche idea per salvarlo e migliorarlo

Il Sole 24 Ore, 04/09/2019
Silvio Garattini
“Se è facile denunciare un declino, che se continua porterà alla scomparsa del Ssn, è certamente più rischioso azzardare soluzioni. Comunque ci si può provare anche con l'idea di suscitare un dibattito, che è attualmente poco vivace” afferma il farmacologo Silvio Garattini. “Una prima soluzione è l'introduzione di una pratica divenuta obsoleta a causa dei grandi progressi ottenuti dalla terapia: la prevenzione. Tutti sanno più o meno che cosa vuol dire, ma pochi la praticano. Tutti dovrebbero sapere che le malattie in gran parte non piovono dal cielo, ma che dal 50 all'80% sono evitabili”. Un secondo elemento per la sostenibilità “è rappresentato dalla necessità di non effettuare sprechi”. Un terzo elemento, continua Garattini, è la ricerca scientifica. “Siamo il Paese che spende la metà della media europea per la ricerca. Come è possibile mantenere un Ssn a conoscenza di ciò che si sviluppa nel mondo senza un adeguato livello di ricerca scientifica?”
03/09/2019

Sui mercati la rivoluzione dei biofarmaci

Il Sole 24 Ore, 03/09/2019
Rosanna Magnano
“Il settore biofarmaceutico sta attraversando un periodo di innovazione senza precedenti. L'anno scorso l'autorità statunitense Food and Drug Administration (Fda) ha approvato 59 nuovi farmaci, stabilendo il record di sempre. Un trend in salita che tra il 2014 e il 2018 ha visto il via libera a 213 nuovi farmaci, il 49% in più rispetto al quinquennio precedente. Immunoncologia, terapia cellulare e genetica le aree più promettenti”.
03/09/2019

Economia bloccata, rischio stagnazione

La Stampa, 03/09/2019
Secondo Confindustria, iI 2019 sarà un anno di stagnazione per l'economia italiana. La crescita si posizionerà intorno allo zero, in un contesto interno e internazionale che lascia poco spazio alla possibilità di un cambiamento radicale del trend visto finora. “Accanto alla conferma di alcuni segnali di miglioramento, perdura una lunga sene di dati negativi, che riflettono anche uno scenario globale non brillante e con rischi al ribasso”, affermano i ricercatori dell'associazione degli industriali, che vedono l'industria “in affanno”, l'export e gli investimenti a rischio. Qualche accenno di recupero solo per i servizi e i consumi.
02/09/2019

Ciclo: il mega business delle app per le donne

Il Fatto Quotidiano, 02/09/2019
Patrizia De Robertis
Il comportamento e le abitudini femminili cambiano durante il mese principalmente in base agli ormoni che controllano le funzioni cellulari del corpo e sono in grado di influenzare la propensione allo shopping verso alcuni prodotti piuttosto che altri, senza rendersene conto. Numerose app che monitorano le fasi del ciclo mestruale sfruttano le informazioni rilevate sulle variazioni ormonali per proporre acquisti mirati. La denuncia è stata lanciata pochi giorni fa dal The Guardian, che in un'inchiesta ha ricostruito come i dati biometrici raccolti da app e device anticoncezionali vengano carpiti e utilizzati dalle aziende per scopi di marketing.
01/09/2019

Il tour della salute fa tappa anche a Perugia. Focus sui più piccoli e sugli stili di vita sani

La Nazione, Perugia, 01/09/2019
Tappa a Perugia per il Tour della Salute, iniziativa itinerante di educazione sanitaria patrocinata da Federfarma. “La figura del farmacista presenta caratteri di professionalità e multidisciplinarità - afferma Silvia Pagliacci, presidente di Federfarma Perugia e del Sunifar- e vede protagonisti professionisti sanitari altamente qualificati, che operano con competenza in tutti i settori della farmacia, oggi primo presidio socio-assistenziale del sistema sanitario nazionale, sul territorio, nei confronti dei cittadini”.
31/08/2019

Vaccini, al ritorno a scuola 10% di alunni fuori regola

Il Messaggero, 31/08/2019
Claudia Guasco
La riapertura delle scuole è imminente e la protesta dei no vax riprende vigore. Il 10 luglio è scaduto il termine per mettersi in regola: per entrare a scuola gli alunni da 0 a 16 anni devono essere in regola con le dieci vaccinazioni obbligatorie. Chi ha meno di sei anni e non ha seguito la profilassi non entra all'asilo, per i genitori di tutti gli altri scatterà una multa da 100 a 500 euro. “La copertura aumenta e anche il recupero degli inadempienti, tuttavia è necessario migliorare l'offerta e l'accesso ai servizi. E dissolvere i dubbi dei cittadini su sicurezza, efficacia e utilità dei vaccini”, commenta il ministro della Salute uscente Giulia Grillo. Dai dati del 2018 si evince che, a livello nazionale, il 4% dei bimbi fino a sei anni non potrà frequentare l'asilo poiché non immune alla polio e il 5,1% perché non ha fatto l'anti-morbillo. Nelle classi della scuola dell’obbligo potrebbe entrare il 9,3% di alunni senza quarta dose di antipolio e il 10,8 non immune al morbillo.
30/08/2019

Dalla correzione di bilancio alla mina dell’aumento dell’Iva. I dossier dell’Economia

Corriere della Sera, 30/08/2019
Federico Fubini
Quest’anno  il deficit arriverà forse un soffio sotto al 2% del Pil ma nel 2020 tende tende all’1,6% solo a patto che scattino pesantissimi aumenti dell’Iva da 23 miliardi; restano inoltre da finanziare altri 4 miliardi in spese obbligatorie e investimenti. Se dunque il governo vuole evitare nuove imposte sui consumi e coprire le spese dovrà subito cercare un compromesso con Bruxelles per un deficit  in aumento e vicino a quello cui mirava il governo giallo-verde un anno fa; per centrarlo, anche senza altri tagli alle tasse, vanno reperiti almeno 12 o 13 miliardi. Questa la partita che dovrà giocare il nuovo ministro dell’economia che, secondo gli accordi, dovrà essere indicato dal Pd.
30/08/2019

Spread ai minimi con il governo senza Lega. Così lo Stato può risparmiare 12 miliardi

La Stampa, 30/08/2019
Carlo Cottarelli
Lo spread è in calo e l’Italia è a crescita zero da cinque trimestri: il futuro governo dovrà avere due priorità, tenere in ordine i conti pubblici e sostenere la crescita. Ancora non conosciamo il nuovo programma di governo ma l’impressione è, ancora una volta, che si punti più sulla redistribuzione del reddito che sulla sua produzione. Tra i punti di entrambi, PD e M5S, c’è poco o nulla su temi essenziali quali il taglio della burocrazia, il miglioramento dell’efficienza della pubblica amministrazione e l’investimento in capitale umano con una pubblica istruzione efficiente.
30/08/2019

Scandalo oppioidi, Big Pharma rischia un conto da 100 miliardi

Il Sole 24 ore, 30/08/2019
Riccardo Barlaam
Sarà di 100 miliardi di dollari, per i più pessimisti anche 150, il conto che 22 aziende farmaceutiche saranno costrette a pagare per le duemila cause avviate negli USA da 45 stati e migliaia di municipalità per quella che viene ormai definita una epidemia di dipendenze create  da marketing aggressivo. Secondo dati governativi negli ultimi venti anni sono morte a causa degli oppioidi più di 400mila persone (più dei caduti americani nella seconda guerra mondiale): il 30% per l’abuso di farmaci che li contengono, il restante 70%  per  pasticche prodotte da laboratori illegali. Si calcola che almeno 2 milioni di americani siano dipendenti da oppioidi, il costo del fenomeno per l’economia statunitense è di 78,5 miliardi considerando il peso sul sistema sanitario e su quello giudiziario, i costi sociali e  la perdita di produttività.  La vicenda degli oppioidi assomiglia alla campagna contro il tabacco degli anni Novanta  quando per l’aumento delle malattie da fumo, le società produttrici furono costrette a 125miliardi di dollari di risarcimenti.
30/08/2019

“Macchè ipocondriaco, sono perfino farmacista”

Il Fatto quotidiano, 30/08/2019
Angelo Molica Franco
L’attore Carlo Verdone è stato nominato farmacista ad honorem nel corso di una serata in una arena romana in cui ha raccontato della sua passione per farmaci e medicina fin dall’infanzia.
“Pur non perdendo l’occasione di farne materia di narrazione, ha spiegato il presidente dell’Ordine  dei Farmacisti Emilio Croce, Verdone non ha mai dimenticato di mettere in guardia su cosa siano i farmaci:  irrinunciabili strumenti se usati con proprietà, ma pericolosi se mal utilizzati”. L’attore ha già una laurea honoris causa in Medicina, conferita dall’Università Federico II di Napoli.
29/08/2019

Scandalo dell’oppio negli Usa

La Stampa, 29/08/2019
Francesco Semprini
Nuova stangata per l’industria farmaceutica americana dedicata alla produzione di medicinali a base di oppiacei. Purdue Pharma, produttore di Oxycontin, fatturato tre miliardi di dollari l’anno, è in trattative con diversi governi e amministrazioni locali per risolvere circa duemila casi giudiziari dovuti all’abuso del  prodotto. Secondo il Wall Street Journal l’accordo si aggira tra i 10 e i 12 miliardi di dollari.
Visualizzazione risultati 97-108 (di 6715)
 |<  <  5 6 7 8 9 10 11 12 13 14  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni