Edicola

04/07/2019

La Ue annulla la procedura. Conte: numeri italiani in ordine

Il Sole 24 Ore, 04/07/2019
Beda Romano
La Commissione Ue ha annullato la richiesta di una procedura d'infrazione nei confronti dell'Italia per debito eccessivo. “Riteniamo che una procedura per debito eccessivo non sia più giustificata” ha detto il commissario agli Affari monetari Pierre Moscovici. “La correzione decisa dal governo Conte di 7,6 miliardi di euro, pari allo 0,42% nominale del PIL, è molto molto significativa”. La Commissione europea continuerà comunque “a monitorare da molto vicino” l'evoluzione dei conti pubblici italiani, in attesa di ricevere in autunno la Finanziaria del 2020.
04/07/2019

Pronto soccorso, ecco le nuove regole

Il Sole 24 Ore, 04/07/2019
Marzio Bartoloni
Piccola rivoluzione in vista per i pronto soccorso, che contano oltre un milione di accessi all’anno. II ministero della Salute rivede il sistema che decide la priorità di intervento in base all'urgenza: si passa dal sistema basato sui colori (dal rosso al bianco) a quello basato sui numeri (da1 a 5). Per ogni codice è previsto un tempo massimo di attesa, che va dai 15 ai 240 minuti.
04/07/2019

Il Paese senza bambini

Corriere della Sera, 04/07/2019
Margherita De Bac
Nel 2018 rispetto all'anno precedente in Italia sono nati 18 mila bambini in meno, con una flessione del 4%. I dati dell’ultimo rapporto Istat indicano che al 1° gennaio del 2019 all'anagrafe risultavano iscritti 439.747 nuovi nati, cifra che rappresenta il minimo storico dall'Unità d'Italia. Su tutto il territorio nazionale i decessi superano le nascite; in controtendenza solo la provincia autonoma di Bolzano, che vanta un attivo di circa 880 persone. Dal 2015 continua a diminuire anche la popolazione residente, attualmente pari a 60 milioni e 359.546 persone: nel 2018 la popolazione è scesa di 124 mila unità e di oltre 400 mila rispetto a quattro anni prima. Gli italiani sono più di 55 milioni se al totale togliamo i residenti stranieri, che sono l'8,7%. Ma anche la loro curva sta scendendo.
03/07/2019

Il governo evita la procedura. Lo spread italiano scenderà. Ma Bce verso un nuovo piano

La Stampa, 03/07/2019
Alessandro Barbera
Il governo ha varato ieri una mini manovra correttiva che permetterà di ridurre il deficit e risparmiare 7,6 miliardi di euro. Un miliardo e mezzo deriva dalla stretta su reddito di cittadinanza e anticipo pensionistico; quasi tre miliardi provengono da maggiori entrate fiscali grazie alla fatturazione elettronica; c’è poi un miliardo di tagli alle spese: 500 milioni verranno sottratti al Sud, altri 300 ai fondi per il trasporto pubblico locale. Benché l'Unione europea lo chiedesse, il governo non ha preso per ora alcun impegno sui conti del 2020. Nonostante ciò sembra che la Commissione europea chiuderà oggi stesso la procedura di infrazione per debito eccessivo contro l'Italia.
03/07/2019

Farmaci generici, fuga delle aziende dai più vecchi

Il Messaggero, 03/07/2019
II comparto delle aziende di farmaci generici è composto da imprese relativamente giovani, che hanno un impatto sull'economia del Paese pari a 8 miliardi di euro, con 8mila dipendenti diretti e un effetto totale stimato di oltre 33mila occupati. È un settore che sembrerebbe allineato alle performance di quello farmaceutico nel suo complesso, ma prendendo in esame ricavi e costi – si osserva che i primi crescono del 67%, mentre i secondi sono aumentati del 69% dal 2010 al 2016. A scattare la fotografia è l'Osservatorio Nomisma sui farmaci generici.
02/07/2019

Decreto salva-conti da 1,5 miliardi

Il Sole 24 Ore, 02/07/2019
Beda Romano, Gianni Trovati
Nel pacchetto che l'Italia presenta a Bruxelles per evitare la procedura d'infrazione entra anche un decreto legge che blinda in funzione anti deficit le minori spese previste per reddito di cittadinanza e quota 100 (valore pari a 1,5 miliardi). Assestamento e decreto «salva conti» riportano il deficit di quest'anno verso il 2% concordato con la Ue a dicembre, con una doppia mossa che, tra assestamento e decreto, riduce di 7,6 miliardi il disavanzo rispetto alle previsioni del Def di aprile. In termini strutturali, sottolineano dal Mef, l'aggiustamento vale oltre tre decimali di Pil, compensando quindi lo sforamento (dello 0,3%, appunto) registrato nel 2018.
02/07/2019

L’arma dell’intelligenza artificiale per ridurre sprechi e liste d’attesa

Il Sole 24 Ore, 02/07/2019
Barbara Gobbi
Una "torre di controllo" capace, grazie all'impiego di intelligenza artificiale e di algoritmi avanzati, di monitorare in tempo reale tutti i posti letto di un ospedale e di aiutare il personale a prendere decisioni di cura rapide e appropriate, prevedendo e risolvendo criticità. Obiettivo: fornire un'assistenza "digitale" h24, giorni festivi inclusi, riducendo al minimo sprechi organizzativi e tempi delle prestazioni. La "torre di controllo" o "Command center" è già operativa in Nord America, dove l'ospedale John Hopkins di Baltimora (1.100 posti letto) ha velocizzato del 60% i trasferimenti dei pazienti e abbattuto del 23% i tempi d'attesa in Pronto soccorso. Debutterà presto anche in Europa: il Bradford Teaching Hospitals NHS Foundation Trust sta collaborando con GE Healthcare (divisione medicale di General Electric) per realizzare al Bradford Royal Infirmary, in Inghilterra, un Centro di comando mirato a ridurre i tempi d'attesa, a trattare più pazienti ed allentare la pressione sullo staff.
01/07/2019

Procedura, il premiere fiducioso. Ma resta l’incognita della flat tax

Corriere della Sera, 01/07/2019
Enrico Marro
Il consiglio dei ministri vara oggi il ddl di metà anno sul bilancio dello Stato. I dati del primo semestre, come ha più volte sottolineato il ministro dell’Economia Giovanni Tria, sono incoraggianti e inducono a fissare per quest’anno il deficit al 2,1% del Pil dal 2,4% previsto nel Def.  Questo nonostante l'economia crescerà meno del previsto: il risultato è dovuto, da un lato, ai risparmi su quota 100 e reddito di cittadinanza (si parla di 3 miliardi) e, dall'altro, alle maggiori entrate (circa 1,5 miliardi grazie anche alla fatturazione elettronica). Completano il quadro i 2 miliardi di spesa pubblica che il governo si era già impegnato con la commissione a congelare in caso di necessità e i maggiori dividendi per un paio di miliardi da Cassa depositi e prestiti e Banca d'Italia. In tutto 8-9 miliardi che, secondo il governo, dovrebbero dimostrare che per il 2019 non ci sono problemi.
30/06/2019

Ricerca sul cancro, risultati ritoccati per ottenere milioni

Il Fatto Quotidiano, 30/06/2019
Gianni Barbacetto
La procura di Milano ha appena concluso un’inchiesta nella quale risultano coinvolti importanti scienziati che avrebbero manipolato le immagini che illustravano i risultati dei loro studi sulle riviste di settore per ottenere ulteriori finanziamenti. Le indagini sono durate tre anni e hanno permesso di accertare i fatti – ovvero le avvenute manipolazioni – ma in Italia tale reato non è previsto dal codice. Così i  pubblici ministeri non hanno potuto far altro che chiedere al giudice preliminare l’archiviazione del caso.
29/06/2019

Altro che gesso. Le fratture si riparano con le protesi in 3D

La Notizia, 29/06/2019
Fabio Satta
Grazie all'invenzione di alcuni studenti neozelandesi e alle nuove tecnologie, le fratture si potranno riparare con protesi stampate in 3D posizionabili nel punto di rottura. In gergo tecnico si tratta di un “esoscheletro in plastica ABS”. Si chiama Cortex Cast e funziona così: l'arto fratturato viene scansionato tramite raggi X e i dati raccolti sono inviati ad un programma di modellazione 3D in grado di riprodurre in digitale una copia perfetta della parte ossea rotta. Il software è in grado di creare il supporto con tanto di rinforzo nel punto esatto della frattura. L’intero processo avviene sulla base di calcoli strutturali effettuati da un ingegnere biomedico e da un ingegnere edile, avvalendosi di informazioni cliniche e morfologiche.
28/06/2019

Conte-Tria al G20, più vicino lo stop alla procedura Ue

Il Sole 24 Ore , 28/06/2019
Stefano Carrer
Il vertice G20 che si apre oggi a Osaka - al di là dei temi generali in agenda - rappresenta l'ultima occasione per i governanti italiani per convincere il vertice della Commissione Ue a non far scattare  la procedura di infrazione nei confronti del nostro paese. “Il clima è di un dialogo costruttivo, sono fiducioso che si possa arrivare a una soluzione”, ha detto il premier Giuseppe Conte, ammettendo però che “la trattativa è oggettivamente complicata”. Il ministro dell’Economia Giovanni Tria ha sottolineato: “stiamo adottando provvedimenti che ci portano sostanzialmente in linea. Ci sono dunque le basi” per evitare la procedura. Del resto, ha aggiunto, “le finanze pubbliche stanno andando meglio di quanto previsto”.
28/06/2019

Castelli: Così l’Autonomia aumenta la spesa pubblica. I testi della Stefani? Bisogna ancora lavorare

Il Messaggero , 28/06/2019
Simone Canettieri
Secondo il viceministro all'Economia Laura Castelli, sulla questione delle Autonomie regionali differenziate bisogna “sbrogliare i punti sottolineati nella relazione (commissionata dal premier Giuseppe Conte ndr) e trovare una soluzione chi dia voce alle richieste che hanno espresso i cittadini di Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna con il referendum, mettendo in sicurezza la finanza pubblica e l'unità del Paese”. Per quanto riguarda il controllo della spesa pubblica “l'unico modo per tutelare l'efficienza e il fabbisogno è quello di utilizzare i costi standard, perché è un criterio che garantisce l'unità nazionale, la tutela delle diversità territoriali e che qualifica la spesa nella sua efficienza. Non crea diseguaglianze e le regioni riescono a mantenere i loro livelli di assistenza, facendo lotta agli sprechi”.
Visualizzazione risultati 97-108 (di 6593)
 |<  <  5 6 7 8 9 10 11 12 13 14  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni