Edicola

27/01/2021

E ora lo Stato scommette sul vaccino tutto italiano

La Repubblica , 27/01/2021
Elena Dusi
ReiThera, l’azienda biotech di Castelromano (Roma) che sta mettendo a punto un ulteriore vaccino anti-Covid, sarà finanziata con 81 milioni di fondi pubblici. La sperimentazione, dopo gli incoraggianti risultati della prima fase, è giunta alla fase 2. Il vaccino, interamente italiano, presenta diversi vantaggi: si somministra in un’unica dose, si conserva a temperatura di frigo (2-8 gradi) e, nel caso, può essere aggiornato alle varianti di coronavirus in 2-3 mesi. Per la fase 2 a febbraio ReiThera arruolerà 900 volontari e i risultati arriveranno in tarda primavera. La fase 3, che coinvolgerà circa 10mila volontari, potrebbe allargarsi all'estero e i risultati dovrebbero essere disponibili in estate. Se il vaccino verrà approvato, L’azienda sarà in grado di produrne 10 milioni di dosi al mese.
26/01/2021

Variante brasiliana. «Identificato primo caso»

Corriere della Sera , 26/01/2021
Andrea Camurani
Il primo caso di «variante brasiliana» del Covid in Italia è stato identificato a Varese. Il paziente è un uomo di 33 anni di origini brasiliane, risultato positivo al tampone molecolare, rientrato in Italia nei giorni scorsi. I campioni del tampone analizzato sono stati inviati all'Istituto superiore di sanità per poter completare la sequenza del genoma.
26/01/2021

Sanità, su 302 piani di rilancio solo 20 sono stati conclusi

Il Sole 24 Ore , 26/01/2021
Il Recovery plan stanzia 21 miliardi per costruire la sanità del futuro. Ma, alla luce di quanto accaduto in passato, c’è il rischio che molte di queste risorse restino inutilizzate. Un recente rapporto della Corte dei conti sullo stato di attuazione dei progetti di riorganizzazione e riqualificazione dell'assistenza sanitaria nei grandi centri urbani - finanziati con 1,7 miliardi dal 1999 fino al 2006 - rileva che degli originari 302 interventi (258 effettivi), quelli conclusi sono 20, quelli in corso 23, quelli in sospeso 10, i non iniziati 19. Nel report la Corte dei conti esorta il ministero della Salute ad occuparsi non solo dell’erogazione, ma anche del monitoraggio di come i fondi vengono utilizzati dalle Regioni.
25/01/2021

Garattini: «Sono farmaci salva-vita gli Stati tolgano i brevetti»

Il Mattino, 25/01/2021
Lucilla Vazza
“II caso Pfizer e ora anche AstraZeneca erano ampiamente prevedibile. Non possiamo ragionare con la logica di Amazon: clic, ordino e mi arriva il vaccino. Non funziona così. Sono solo i primi di altri possibili intoppi produttivi, logistici o di altra natura”. Lo afferma il farmacologo Silvio Garattini, che spiega: “Ancora una volta è mancata la programmazione, una visione scientifica del problema. Da noi servono 120 milioni di dosi e se anche queste aziende rispettassero le consegne pattuite, avremmo vaccini per circa 38 milioni di italiani entro la fine dell'anno, il che non ci permette di raggiungere l'immunità di gregge. Bisogna cercare in fretta altre soluzioni, fare altri accordi, moltiplicare anche da noi le sperimentazioni già in atto per accelerare le approvazioni dei vaccini migliori. Produrre vaccini è complicatissimo e ragionare come fossero banchi a rotelle è sbagliato”.
Visualizzazione risultati 97-100 (di 100)
 |<  <  1 2 3 4 5 6 7 8 9 >  >|


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni