Edicola

10/05/2019

Tutti i dossier caldi rinviati a dopo il 26

Il Sole 24 Ore, 10/05/2019
Mariolina Sesto
Tutti i provvedimenti “caldi” del momento sono di fatto rimandati a dopo le elezioni europee. Anche il decreto crescita e lo sblocca cantieri, che dovrebbero fungere da "motori della crescita", non otterranno il via libera prima delle urne per le Europee. Il decreto crescita, infatti, è atteso nell'aula della Camera per la prima settimana di giugno. Quanto allo sblocca cantieri, la maggioranza auspica ancora un sì prima dell'interruzione dei lavori parlamentari per le Europee, Ma la messe di emendamenti (circa 1.200) difficilmente consentirà una veloce approvazione in prima lettura.
10/05/2019

Un manifesto contro fake news e pseudo-scienza

Il Sole 24 Ore, 10/05/2019
Dario Braga
Contro il dilagare delle fake news quasi 200 tra docenti, ricercatrici e ricercatori dell’Università di Bologna hanno deciso di agire in maniera proattiva organizzando una offerta "in-formativa" da mettere a disposizione dei cittadini, dei quartieri, delle scuole, delle associazioni, e di chiunque abbia interesse a confrontarsi sui temi più dibattuti del momento, partendo dai risultati degli studi e delle ricerche alle quali sono impegnati e attingendo al vastissimo serbatoio di conoscenze custodito dall'Università di Bologna. Non lezioni top-down, ma confronti in cui chi ha conoscenze - perché averne fa parte del proprio lavoro - accetta la sfida di condividerle in maniera comprensibile ai non esperti.
09/05/2019

Così si legge la ricetta elettronica

Corriere Salute, 09/05/2019
Maria Giovanna Faiella
La ricetta elettronica è largamente diffusa sull’intero territorio nazionale e i pazienti hanno ormai familiarità con il ‘promemoria cartaceo’ che, come spiega Fabrizio Zenobii (amministratore delegato di Promofarma, società di servizi di Federfarma) ha una validità prestabilita. “II promemoria, come la ricetta rossa, è spendibile una sola volta, entro 30 giorni dalla data di emissione; dopo, la ricetta viene bloccata dal sistema e il farmaco non è più erogabile”. In futuro il promemoria andrà eliminato definitivamente, “ma – sottolinea Zenobii - va individuato un sistema sicuro che consenta al farmacista di dispensare il medicinale quando, per esempio, non riesce ad accedere alla ricetta elettronica per problemi alla linea o al computer”.
09/05/2019

Ricetta elettronica per cani e gatti, veterinari nel caos protesta dei padroni

La Repubblica, 09/05/2019
Margherita D’Amico
I veterinari sono alle prese con la ricetta veterinaria elettronica. Per chi sbaglia, le sanzioni sono salate: “tremila euro a confezione per il farmacista e qualcosa di simile per il veterinario”, spiega Massimo Mana, farmacista rurale a Cuneo e presidente di Federfarma Piemonte. “Nella banca dati cui il veterinario attinge per compilare la ricetta elettronica, sono stati inseriti tutti i farmaci registrati, un numero superiore a quelli realmente in commercio. Di uno stesso prodotto esistono varianti, ma il codice richiesto è univoco e il medico non ha modo di distinguerlo. Con la ricetta cartacea potevamo dare il farmaco realmente disponibile, con l'elettronica di mezzo non ci è più consentito”.
09/05/2019

Merkel, multe da 2500 euro a chi non vaccina i figli

La Stampa, 09/05/2019
Letizia Tortello
Il ministro della Salute tedesco ha presentato un disegno di legge che prevede l’obbligo della profilassi vaccinale contro il morbillo per tutti i bambini degli asili e delle scuole, ma anche per gli insegnanti e gli operatori sanitari. L'obbligo dovrebbe entrare in vigore dal marzo 2022. Entro luglio 2020 i genitori che vorranno iscrivere i propri figli all'asilo o a scuola dovranno provare che il vaccino è stato effettuato o che si sono verificate condizioni che hanno impedito o sconsigliato la vaccinazione. “Chi si vaccina - spiega il cancelliere Angela Merkel - evita malattie che possono determinare danni seri”. Chi non osserverà l’obbligo incorrerà in una multa da 2.500 euro.
08/05/2019

La Ue: Italia, crescita al minimo e deficit al 3,5% del Pil nel 2020

Il Sole 24 Ore, 08/05/2019
Beda Romano
Secondo le previsioni di primavera dell’ Unione europea, l’Italia crescerà quest'anno dello 0,1% (in calo rispetto allo 0,2% previsto in febbraio). Bruxelles parla di una “ripresa lenta” che dovrebbe portare la congiuntura a crescere dello 0,7%. Come succede ormai da anni, il paese è in fondo alla classifica europea in termini di crescita. Il deficit pubblico è previsto al 2,5% nel 2019 e al 3,5% del Pil nel 2020. Anche il debito rischia di aumentare nuovamente, toccando nuovi record: 133,7% del Pil nel 2019 e 135,2% nel 2020. L'esecutivo comunitario teme inoltre che l'introduzione di un reddito di cittadinanza possa indurre un aumento del tasso di disoccupazione (dal 10,6 nel 2018 al 10,9% nel 2019) perché molti potrebbero decidere di dichiararsi disoccupati, al fine di ottenere l'assegno. Per il premier Giuseppe Conte le previsioni Ue sono ingenerose.
08/05/2019

Agenzia Ice e Amazon insieme per sostenere le pmi all’estero

Italia Oggi, 08/05/2019
Un accordo per sostenere le piccole e medie imprese italiane a sviluppare le vendite e promuovere la cultura e l'imprenditorialità nostrana non solo in Italia ma anche in Regno Unito, Francia, Germania, Spagna e Usa. È questo l'obiettivo dell'intesa siglata tra Agenzia Ice e Amazon, che prevede la realizzazione di un piano di sviluppo per l'inserimento di nuove aziende e dei loro prodotti nella vetrina del colosso dell'e-commerce dedicata esclusivamente al made in Italy, per la formazione e il supporto alle aziende nelle vendite online e per attività di marketing che promuovano i prodotti e accrescano le vendite all'estero.
07/05/2019

Capitali e politiche industriali, l’Unione europea perde la sfida

Il Sole 24 Ore, 07/05/2019
Carmine Fotina
La mancata attuazione del mercato unico su digitale, capitali ed energia ha indebolito l’industria dell’Unione europea nei confronti di Cina e Stati Uniti. Uno studio effettuato da Stefano Firpo (ex Dg Mise) e Andrea Montanino (ex Fmi e ora capo economista di Confindustria) descrive i ritardi accumulati e propone tre azioni per risalire la corrente: puntare su specifiche catene del valore strategiche, rivedere le regole sulla concorrenza, rafforzare il ruolo del Consiglio Ue di Competitività.
07/05/2019

Altri concorsi e neolaureati anche nei reparti

Corriere del Veneto, 07/05/2019
Michela Nicolussi Moro
Per contrastare l'ormai cronica carenza di camici bianchi, la Regione Veneto ha lanciato un secondo concorso per 411 specialisti, dopo quello da 294 indetto lo scorso ottobre che ha lasciato 40 posizioni scoperte. Nel nuovo bando saltano agli occhi la ricerca di 90 medici di Pronto Soccorso, 86 anestesisti, 40 ginecologi e 30 pediatri. Nel frattempo, la Regione offrirà contratti di libera professione a tempo determinato ai neolaureati, che saranno impiegati non più solo per smaltire i codici bianchi nei Pronto Soccorso, ma anche in appoggio ad altri reparti. I medici di medicina generale saranno coinvolti per velocizzare la gestione dei codici bianchi e verdi. Contrario il sindacato dei medici, in quanto si parla di “studenti che devono ancora iniziare il tirocinio e che non sono certo in grado di trattare i malati”.
06/05/2019

Digitale, cresce non per tutti ma arrivano gli "abilitatori"

La Repubblica Affari & Finanza, 06/05/2019
Andrea Frolla
Il mercato digitale italiano cresce e migliora qualitativamente grazie alla spinta dell’innovazione  tecnologica, che sta generando effetti positivi a cascata su ogni segmento. A parte il calo dei servizi di rete, il segno positivo è stato il grande protagonista del 2018 e, salvo imprevisti, lo sarà anche quest'anno. Questa progressione costante continua però a scontrarsi con il grande limite della digitalizzazione del nostro Paese, specialmente in termini di creazione di valore e occupazione: il ritardo delle piccole e medie imprese. È quindi uno scenario positivo ma a due velocità quello emerso dalla fotografia annuale del comparto digitale scattata da Anitec-Assinform in collaborazione con NetConsulting cube.
05/05/2019

In Europa la spesa cala, in Italia aumenta

Il Sole 24 Ore, 05/05/2019
Marco Rogari, Gianni Trovati
In Europa la spesa cala, in Italia aumenta. Un intervento deciso sulla spesa pubblica è una delle sfide che il Governo dovrà affrontare in vista della manovra, inevitabile per bloccare gli aumenti Iva da 23,1 miliardi e rimanere nei binari appena tracciati dal Def. Ma la strada resta in salita. L'Italia è l'unico paese dell'area Euro dove le uscite correnti aumentano: dal 44,8% dello scorso anno al 45,5% del Pil, mentre diminuiscono in Ue (42,9%) e nell’Eurozona (41,6%).
05/05/2019

Diagnosi fatte con intelligenza (artificiale)

Corriere della Sera, 05/05/2019
Robotica e Intelligenza artificiale sono considerate dal World Economic Forum tra le venti tecnologie emergenti della quarta rivoluzione industriale destinate a trasformare il mondo nei prossimi anni, sanità compresa. Una delle ultime applicazioni è in grado di sostenere un dibattito con oratori di alto livello. La filosofia e la tecnologia alla base di tale applicazione possono aiutare a considerare tutti gli elementi utili per supportare la formulazione di una diagnosi.
Visualizzazione risultati 85-96 (di 6477)
 |<  <  4 5 6 7 8 9 10 11 12 13  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni