Edicola

25/10/2019

Gualtieri alla Ue: siamo stati prudenti

Corriere della Sera, 25/10/2019
II governo congelerà una parte della spesa pubblica del 2020 in attesa di verificare i risparmi su Quota 100. La nuova clausola di salvaguardia, come lo scorso lo scorso anno, è l'unica garanzia data dal governo alla Commissione Ue, che ha chiesto chiarimenti deficit 2020. Nella lettera di risposta all'Ue il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri spiega che l'economia italiana viaggia ancora molto sotto il suo potenziale e che in questo contesto la Legge di Bilancio non ci espone al rischio di una deviazione «significativa» dagli obiettivi. Oltre al blocco temporaneo della spesa, il ministro afferma che le previsioni del governo sono prudenti.

25/10/2019

Al Mauriziano test per ridurre i farmaci

La Repubblica Torino, 25/10/2019
Sara Strippoli
Nel reparto di nefrologia dell'ospedale Mauriziano di Torino è partita una sperimentazione - la prima effettuata in un grande ospedale - che ha come obiettivo la riduzione dei farmaci assunti soprattutto dagli anziani. Gli over 65, dicono le statistiche, assumono in media sei farmaci diversi e spesso non si accorgono di assumere lo stesso principio attivo.
La sperimentazione serve a ottimizzare il piano terapeutico, "armonizzare" la terapia ed evitare l'uso eccessivo di pillole. Il nome dei farmaci prescritti al paziente viene inserito in un software che consente di valutare se le diverse molecole possono creare interazioni dannose, se sono compatibili, se si possono sostituire con altre molecole in grado di limitare reazioni avverse che a loro volta devono poi essere curate. L’iniziativa permetterà di valutare efficacia e risparmi in termini di spesa farmaceutica.

24/10/2019

Quanto costa (al malato) un tumore

Corriere Salute, 24/10/2019
Vera Martinella
Chi si ammala di cancro può ritrovarsi a dover affrontare non solo i disagi della malattia ma anche difficoltà economiche, dovute soprattutto alla riduzione di entrate da lavoro e a una serie di spese extra (medicinali, trasporti ed eventuali alloggi per curarsi in ospedale, assistenza a casa di colf e badanti). E a essere intaccato non è solo il conto in banca del diretto interessato, in quanto i problemi ricadono sull'intero nucleo familiare coinvolgendo anche chi lo assiste. A tali difficoltà si aggiungono le necessità di riabilitazione fisica e psicologica, che oggi in gran parte ancora vengono sostenute di tasca propria dai pazienti. Questa la fotografia scattata dall’indagine pubblicata nell’ultimo Rapporto sulla condizione assistenziale dei malati oncologici, promossa dalla Federazione delle Associazioni di volontariato in oncologia (Favo).
24/10/2019

Centri per l’incontinenza carenti in metà del Paese

Corriere Salute, 24/10/2019
Maria Giovanna Faiella
A quasi due anni dall'intesa nazionale che l'ha istituita, la Rete assistenziale integrata per chi soffre di incontinenza è attiva solo in una Regione su due. In base all'Accordo sottoscritto a gennaio 2018 da Stato e Regioni, in ogni Regione deve esserci una Rete assistenziale integrata di «Centri per la prevenzione, diagnosi e cura dell'incontinenza», articolati in base al grado di intensità e alla complessità del disturbo. Altro aspetto critico riguarda gli ausili monouso (pannoIoni) utilizzati quando il disturbo non può essere risolto. Sono forniti gratuitamente dal Servizio sanitario nazionale agli «assistiti affetti da grave incontinenza urinaria o fecale cronica», come stabiliscono i  Lea (Livelli essenziali di assistenza), ma i pazienti spesso lamentano una scarsa qualità dei pannoloni e/o una quantità inferiore a quella necessaria, per cui sono costretti ad acquistarli di tasca propria.
23/10/2019

Il Tesoro all’Europa: dalla lotta all’evasione soltanto tre miliardi

La Stampa, 23/10/2019
Alessandro Barbera, Marco Bresolin
Secondo la Commissione europea, la bozza di manovra comporta il “rischio di una deviazione significativa” dal percorso di aggiustamento raccomandato dall'Unione. Per questo, “il piano italiano non rispetta il target di riduzione del debito nel 2020”. L'esecutivo comunitario ha pubblicato sul proprio sito l'attesa lettera inviata al governo per chiedere chiarimenti sui conti che non tornano. Nella lettera di risposta, il ministero dell’Economia spiegherà che dalla lotta all'evasione arriveranno poco più di tre miliardi, il resto da “altre entrate” precisate nel dettaglio. In effetti la manovra finanziaria introduce tante piccole tasse: dall'aumento della cedolare secca sugli affitti alla sugar tax fino alla nuova imposta sulla plastica. Nella lettera si preciserà anche che la flessibilità applicata dall'Italia è “responsabilmente espansiva” e dunque dentro le regole.
23/10/2019

Stampa 3D riscostruisce l’orecchio di un bambino

Il Messaggero, 23/10/2019
Antonio Caperna
Grazie alla stampa 3D è stato ricostruito l'orecchio di un adolescente affetto da microtia bilaterale, una malformazione congenita rara (colpisce 5 bambini su 10mila nati) che provoca il mancato sviluppo dell'orecchio esterno. L’intervento, eseguito all'Ospedale Meyer di Firenze, ha permesso di risolvere una malformazione evidente, con recupero estetico dalla grande valenza psicologica e sociale soprattutto per un bambino.
23/10/2019

Odissea per l’iscrizione all’albo. Medico vince dopo 10 anni

Il Sole 24 Ore, 23/10/2019
Alessandro Galimberti
Dieci anni per ottenere l'iscrizione all'Albo degli odontoiatri presso l'Ordine provinciale dei medici di Milano, dopo una sequela di ricorsi di ogni ordine e grado, Corte costituzionale compresa. Tutta colpa di una burocrazia troppo complessa e troppo lenta. George S., medico siriano laureato a Beirut (Chirurgien dentiste), il 1° ottobre del 2009 aveva pensato di trasferire in Italia, a Milano, la sua attività professionale. Un'aspirazione che verrà coronata solo il prossimo 5 novembre: “dieci anni, un mese e dozzine di tribolazioni burocratiche dopo, in un crescendo drammaticamente italico di carte bollate”.
22/10/2019

Screening e analisi: farmacia dei servizi al test in 9 Regioni

Il Sole 24 Ore, 22/10/2019
Barbara Gobbi
La sperimentazione della farmacia dei Servizi, finalmente al via, permetterà di valutare gli effetti del progetto e di tarare i risparmi e i costi, inclusa la remunerazione delle farmacie che vorranno aderire. “I listini vanno concordati con la singola Regione” spiega il presidente di Federfarma Marco Cossolo. “Ma nel complesso – afferma - ci tengo a sottolineare il cambio di passo professionale in forma di counseling, di attività di prevenzione e di contributo all'abbattimento delle liste d'attesa, che si prefigura per i farmacisti”.
22/10/2019

Evasione e bonus, che cosa cambia

Corriere della Sera, 22/10/2019
Enrico Marro, Lorenzo Salvia
La maggioranza ha concordato le correzioni alla manovra economica. Si allenta la stretta su commercianti e artigiani che non hanno ancora rispettato l'obbligo del Pos: le sanzioni scatteranno solo da luglio, dopo aver lavorato al taglio delle commissioni. Rinviato di sei mesi il taglio del tetto all'uso del contante (da 3 mila a 2 mila euro). Potrebbero esserci novità positive anche per le partite Iva fino a 65 mila euro, con la rimozione del vincolo del regime analitico. Passi in avanti anche sull'inasprimento del carcere per i grandi evasori: la norma entra nel decreto legge, ma resta sospesa fino alla conversione dello stesso. Infine, sono previsti 110 milioni da destinare ai comuni per il fondo compensativo Imu-Tasi.
22/10/2019

L’influenza arriva in anticipo. Ed è aggressiva

Quotidiano Nazionale, 22/10/2019
Si preannuncia  più aggressiva degli scorsi anni in quanto minaccia complicanze anche per le persone sane: l'influenza è arrivata in anticipo in Italia, con il primo caso grave registrato all'Ospedale di Udine. Dove un uomo di 50 anni, senza altre patologie, è stato colpito da virus influenzale e ricoverato in rianimazione. Ora, dopo tre settimane, il paziente sta migliorando.
21/10/2019

E-health, nell’Italia che spende poco si fanno strada cinque eccellenze

La Repubblica Affari & Finanza, 21/10/2019
Andrea Frollà
La rivoluzione digitale sta investendo la sanità. Lo dimostra l'impennata della spesa globale in tecnologie per la sanità degli ultimi anni: dai 79 miliardi rilevati nel 2015 ai 142 miliardi dello scorso anno. le risorse si concentrano in particolare su big data (30%), intelligenza artificiale (24,5%), mobile (14,8%) e dispositivi indossabili (10,2%). Il fenomeno interessa anche l’Italia, che però resta indietro rispetto agli altri paesi Ocse. Da noi il mercato della sanità digitale ha toccato quota 1,72 miliardi di euro nel 2018, con una crescita del 4,2% rispetto al 2017 e un trend simile per l'anno in corso. Questa spesa continua però a essere cannibalizzata dalla macchina operativa (80% del totale), lasciando poco spazio alla progettualità di più lungo periodo.
20/10/2019

Solo piccole modifiche alla manovra

La Stampa, 20/10/2019
Paolo Mastrolilli
“Con questa manovra abbiamo evitato oltre 26 miliardi di tasse a carico dei cittadini. Abbiamo tutelato i consumi, cancellando 23 miliardi di aumento dell'Iva, e messo più soldi nelle buste paga dei dipendenti, tagliando di 3 miliardi il costo del lavoro. A questo va aggiunta la riduzione del carico fiscale per incentivare gli investimenti”. Così il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, sintetizza la legge di Bilancio, precisando che se l’impianto generale è ormai definito, “sui dettagli dell'articolato è possibile lavorare”.
Visualizzazione risultati 85-96 (di 6812)
 |<  <  4 5 6 7 8 9 10 11 12 13  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni