Edicola

03/02/2021

Palù: “Ma negli over 55 evita i danni della malattia in assenza di altri farmaci”

Corriere della Sera , 03/02/2021
Margherita De Bac
“I dati dicono che (il vaccino AstraZeneca ndr) ha un'efficacia del 60% circa indistintamente su tutta la popolazione ma che per il momento le evidenze più solide riguardano persone tra 18 e 55 anni senza patologie gravi. Quindi noi abbiamo suggerito un utilizzo preferenziale nei più giovani, in attesa di acquisire ulteriori informazioni. Ci saranno presto degli aggiornamenti”. Lo afferma il presidente dell’Aifa, Giorgio Palù, che spiega: un’efficacia del 60% “non è poco. Per affermare che un vaccino funziona basta il 50%. E poi questo preparato protegge comunque dalle conseguenze più gravi della malattia. Infatti abbiamo ribadito che il rapporto beneficio/rischio risulta favorevole anche nei più anziani che rispondono come i giovani dal punto di vista dell'immunogenicità. Altri Paesi hanno fatto scelte diverse, aprendo ai senior sopra i 65. Noi, ripeto, aspettiamo nuovi dati che non tarderanno ad arrivare. Sono in corso test in altri Paesi che ci forniranno risposte definitive”.
03/02/2021

Affonda il Conte ter, Mattarella chiama Draghi: "Ora governo di alto profilo"

La Repubblica, 03/02/2021
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella lancia un appello “a tutte le forze politiche presenti in Parlamento perché conferiscano la fiducia a un governo di alto profilo, che non debba identificarsi con alcuna formula politica. Conto quindi di conferire al più presto un incarico per formare un governo che faccia fronte con tempestività alle gravi emergenze”, vale a dire la pandemia, la campagna vaccinale, il piano del Recovery.
02/02/2021

Von der Leyen: "Il 70% degli europei vaccinati entro agosto"

La Repubblica , 02/02/2021
Alberto D’Argenio
“L'importante in una campagna di immunizzazione è centrare il risultato finale. Siamo appena all'inizio di una maratona e mi sento di confermare l'obiettivo di arrivare a vaccinare il 70% della popolazione adulta in Europa entro l'estate” afferma la presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen, che sui tempi della campagna precisa: “È vero che altri Paesi sono partiti qualche settimana prima con le autorizzazioni d'urgenza, ma noi abbiamo deciso di non prendere scorciatoie perché vogliamo che l'Ema sia certa sulla sicurezza: iniettare una sostanza biologica in un corpo sano è una responsabilità enorme e sono convinta che aspettare 3 o 4 settimane per l'autorizzazione sia la scelta giusta”.
02/02/2021

Allarme per le varianti in Italia: «La quarantena va allungata»

Il Messaggero, 02/02/2021
Una circolare diffusa ieri dal ministero della Salute raccomanda una serie di misure e comportamenti da seguire per impedire che le nuove e più contagiose versioni del virus – inglese, sud africana e brasiliana – si diffondano in maniera incontrollata anche in Italia. Il documento suggerisce, da un Iato, il potenziamento del contact tracing e l’aumento della durata della quarantena; dall'altro, il monitoraggio del genoma del virus. In particolare, si raccomanda di “non interrompere la quarantena al decimo giorno” e, in linea con l’Oms, si “sottolinea l'importanza per chiunque, compresi coloro che hanno avuto l'infezione o che sono stati vaccinati, di aderire rigorosamente alle misure di controllo sanitarie e socio-comportamentali”.
01/02/2021

Strade, piazze e parchi affollati. Il Cts attacca i sindaci: «Che fanno?»

Corriere della Sera, 01/02/2021
Claudia Voltattorni
“La zona gialla non significa scampato pericolo, serve ancora la massima prudenza se non vogliamo tornare indietro rispetto ai passi avanti delle ultime settimane”. Lo precisa il ministro della Salute, Roberto Speranza, commentando gli assembramenti verificatesi nelle piazze di molte città alla vigilia del cambio di colore della Regione di appartenenza. Anche il coordinatore del Comitato tecnico-scientifico, Agostino Miozzo, pur riconoscendo che “gli italiani sono esasperati e non vedono l'ora di tornare alla normalità” giudica tali episodi di assembramento “inaccettabili”.
31/01/2021

L’Oms contro l’Ue sui controlli dell’export: "Aiutare i Paesi poveri"

La Repubblica , 31/01/2021
Alberto D’Argenio, Antonello Guerrera
L’Organizzazione mondiale della sanità critica la decisione dell’Unione europea di monitorare la vendita dei vaccini fuori dal Continente, con la possibilità di bloccare l'export in caso di irregolarità. La scelta Ue si inserisce, secondo l’Oms, in una “tendenza molto preoccupante che potrebbe mettere a repentaglio l'approvvigionamento globale dei vaccini. Divieti e barriere non sono utili”. Dopo aver immunizzato operatori sanitari e gruppi vulnerabili, l’Oms chiede di garantire le forniture anche ai Paesi poveri “per un equo accesso al vaccino a livello globale”.
30/01/2021

Il nuovo software (italiano) che studia le varianti del virus

Avvenire, 30/01/2021
È stato sviluppato in Italia un nuovo software per facilitare lo studio delle varianti del virus SarsCoV2. I ricercatori dell'Istituto di biomembrane, bioenergetica e biotecnologie molecolari del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Ibiom) di Bari, dell'Università "Aldo Moro" di Bari e del Dipartimento di bioscienze dell'Università Statale di Milano hanno messo a punto CorGAT (Coronavirus Genome Analysis Tool), uno strumento che permette di confrontare le sequenze genomiche di uno o più virus in pochi secondi, identificando le differenze e predicendone le possibili conseguenze sull'attività del virus. Il risultato, che potrebbe avere implicazioni per lo sviluppo di terapie e vaccini.
29/01/2021

Vaia: «Via le proprietà sui brevetti il vaccino sia un bene comune Serve intesa con i produttori»

Il Mattino, 29/01/2021
Lorenzo Calò
“Il vaccino è uno strumento formidabile e noi questa guerra contro il coronavirus, statene pur certi, la vinceremo” afferma Francesco Vaia, direttore sanitario dello Spallanzani. “Però oggi non sappiamo ancora con certezza se il vaccino che ci difende dal virus interrompe anche la catena dei contagi. Servono ulteriori studi sulla latenza della carica virale per quanto riguarda l’approvvigionamento, secondo Vaia “il vaccino va inteso come bene comune. Io stesso, assieme ad altri colleghi, ho firmato appelli in questo senso”.
29/01/2021

"Confisca dei vaccini e stop all’export" L’Europa mette in mora AstraZeneca

La Repubblica , 29/01/2021
Alberto D’Argenio
La Commissione europea approverà a breve un nuovo meccanismo di trasparenza sull'export dei vaccini: le aziende dovranno notificare la vendita fuori dal continente di ogni dose prodotta nella Ue. Il controllo servirà a verificare se il taglio delle consegne in Europa sia causato da vendite di dosi al Regno Unito o agli Stati Uniti, dove Biden ha aumentato gli ordini. Nel caso venissero riscontrate "incongruenze, la Ue potrebbe negare il permesso all’esportazione.
28/01/2021

Mantovani: immorale e rischioso non dare gli antidoti ai Paesi poveri

Avvenire, 28/01/2021
Lucia Bellaspiga
In africa risultano vaccinate 25 persone: questo è “iI più grande pericolo che l'umanità sta correndo” ed “è l'unico che passa sotto silenzio” ammonisce l’immunologo Alberto Mantovani, che spiega: “Non mandare vaccini proprio ai Paesi poveri è scandaloso per due motivi: il primo etico,  il secondo sanitario, visto che le due varianti oggi più temute vengono proprio da lì, dal Sudafrica e dalla selva brasiliana”.
28/01/2021

Nasce il network di Palù per studiare le varianti «A rischio vaccini e cure»

Corriere del Veneto , 28/01/2021
Michela Nicolussi Moro
“L'esperienza del Covid19 deve insegnarci a unire le forze e a non frammentare le risorse a disposizione della ricerca”. Lo sostiene Giorgio Palù, presidente dell'Agenzia italiana del Farmaco, che ha proposto al ministero della Salute di creare un network composto dai migliori centri di ricerca, di sanità pubblica e territoriale d'Italia per sequenziare le continue mutazioni del coronavirus, al fine di capire subito quanto possano minare l'efficacia dei vaccini e delle terapie in uso. Così è nato il ‘Consorzio italiano per la genotipizzazione e fenotipizzazione di SarsCoV-2 e per il monitoraggio della risposta immunitaria alla vaccinazione’, coordinato dall'Istituto superiore di Sanità e presentato ufficialmente ieri a Roma dal viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri.
27/01/2021

L’allarme del Fmi sul Pil italiano: "La crescita frena"

La Stampa , 27/01/2021
Francesco Semprini
“Se l'Italia dovesse fallire nell'utilizzo dei fondi Next Generation Ue volti a sostenere le prospettive del Pil a medio termine, questo potrebbe esercitare pressioni al ribasso sul rating sovrano”. Il monito arriva dall’agenzia Ficht, contemporaneamente all’aggiornamento del World Economie Outlook del Fondo monetario internazionale, che taglia le previsioni di crescita per l'anno in corso al 3%, rispetto al +5,2% ipotizzato a ottobre.
Visualizzazione risultati 85-96 (di 100)
 |<  <  1 2 3 4 5 6 7 8 9  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni