Edicola

12/03/2019

Li Bassi: “Più trasparenza sui farmaci: basta ricatti dai colossi”

Il Fatto Quotidiano, 12/03/2019
Chiara Daina
Per garantire un mercato più competitivo il ministero della Salute, su impulso di Aifa, ha inviato all'Oms una proposta di risoluzione sulla trasparenza del prezzo dei farmaci: sarà discussa a Ginevra alla prossima assemblea, dal 20 al 28 maggio. Il direttore generale dell'Aifa, Luca Li Bassi, spiega: “Le industrie inseriscono nel contratto delle clausole di riservatezza in cambio degli sconti. Se non accetti, ti fanno un prezzo più alto. Senza trasparenza non può esserci vera concorrenza. Non possiamo confrontarci con gli altri Stati”. Oggi si spende troppo, continua Li Bassi: “Un trattamento contro il cancro costa anche più di 200 mila euro per paziente. Oltre a un database europeo in cui condividere i prezzi sui farmaci, chiediamo all'Oms di inserire tra i requisiti per la registrazione della molecola i costi sostenuti per ricerca e sviluppo”.
11/03/2019

Grillo - "L`obbligo? Io contraria per principio ma sul morbillo rimanga"

La Repubblica, 11/03/2019
Michele Bocci
La legge Lorenzin “è stata una misura emergenziale, nata dalla necessità di colmare un gap di coperture creatosi in diversi anni precedenti e da quella di rispondere all'epidemia di morbillo. I dati sono migliorati per i nuovi nati, ma il dl Lorenzin non può incidere sui giovani adulti vulnerabili, quelli fuori dall'età scolastica. Questa è la critica principale a quella legge: aver puntato tutto e solo sull'obbligo sperando che bastasse”, lo sostiene il ministro della Salute, Giulia Grillo, che a proposito della nuova legge in cantiere dice: sarà “una normativa-quadro basata sui dati epidemiologici del Piano nazionale di prevenzione vaccinale. Usare l'obbligo è un fatto politico, non scientifico. Bisogna agire in base alle condizioni epidemiologiche: oggi ci potrebbe essere bisogno di introdurlo contro una malattia, domani contro un'altra”. Ad esempio, per il morbillo “c'è un'epidemia in atto. E quindi sul morbillo bisogna tenere misure obbligatorie. Ma dobbiamo anche lavorare per convincere i cittadini a fare una cosa positiva per la loro salute, non imporre”.
10/03/2019

Le troppe Italie del diabete

Quotidiano Nazionale, 10/03/2019
Alessandro Malpelo
Esistono differenze tra una regione e l'altra nella gestione di terapie antidiabete, farmaci innovativi e dispositivi. Questo il principale aspetto che emerge da un'indagine della Società italiana di diabetologia (Sid). “Le disparità - ha affermato il presidente Francesco Purrello al congresso Panorama Diabete - dipendono dal fatto che esiste in Italia una notevole variabilità nella gestione del sistema sanitario”. Per quanto riguarda i farmaci, le incongruenze si vedono nelle modalità con cui questi vengono prescritti e dispensati. La variabilità è particolarmente spiccata per molecole innovative.
09/03/2019

Virus portato da francesi

Corriere della Sera, 09/03/2019
Dal 2014 in Costa Rica non si registrava un caso di morbillo ma, alla fine di febbraio, l'arrivo di famigliola francese con un bambino infetto ha fatto ricomparire la malattia. I tre turisti sono stati posti in isolamento per «proteggere la salute pubblica». Madre e figlio non sono mai stati vaccinati; il padre non aveva fatto il richiamo.
09/03/2019

Uno studio mette sotto accusa ospedali e Asl "Nessuna trasparenza sulle liste di attesa"

La Stampa, 09/03/2019
Paolo Russo
La maggior parte delle aziende sanitarie pubbliche non ha reso noto agli utenti sui propri siti web il piano aziendale per ridurre e rispettare i tempi, che non sono nemmeno indicati. Così per gli assistiti diventa un terno a lotto capire dove conviene prenotare e mettersi in fila. Tra le Regioni solamente Lazio, Emilia Romagna, Basilicata, Valle d'Aosta e Provincia di Trento offrono in tempo reale una rendicontazione puntale dei tempi di attesa. Ad evidenziare la scarsa trasparenza sulle liste d’attesa in Italia è lo studio Gimbe, presentato a Bologna nel corso della Conferenza nazionale della Fondazione che promuove indagini sulla sanità. Risultano non in regola con quanto previsto dal piano nazionale sulle liste d’attesa il 78% dei grandi ospedali, il 69% delle Asl, il 91% degli Istituti scientifici di ricovero e cura e il 93% dei policlinici universitari.
08/03/2019

Vaccini, M5S a Salvini: «Nessuna deroga»

Il Messaggero, 08/03/2019
Il ministero della Salute respinge la richiesta, avanzata dal vicepremier Matteo Salvini, di ammettere nei nidi e nelle scuole materne anche i bambini non vaccinati. Fino a quando il Parlamento non avrà approvato una nuova legge, si applica il decreto Lorenzin: i vaccini sono obbligatori e chi non è in regola (fascia di età 0 - 6 anni) non può frequentare. La riforma delle vaccinazioni, attualmente all’esame del Senato, prevede il cosiddetto obbligo flessibile. Il Sottosegretario alla Salute Armando Bartolazzi spiega: “I dati scientifici sono quelli che contano. La necessità di avere delle coperture vaccinali la decidono i dati epidemiologici. I vaccini sono fondamentali, ma l'obbligo lo decidono appunto i dati epidemiologici. Sono poi le Regioni che dovrebbero attuare le giuste strategie per raggiungere gli obiettivi di copertura. Se una Regione è in crisi per le coperture vaccinali, allora l'obbligo diventa uno strumento utile”.
08/03/2019

Arriva l’esoscheletro robot che aiuta a camminare dopo l’ictus

Libero, 08/03/2019
Caterina Maniaci
L'esoscheletro riabilitativo, prodotto di avanguardia biotecnologica, è utilizzato nell'iter riabilitativo di chi ha subito gravi danni agli arti inferiori, a causa di traumi o patologie neurodegenerative. Uno studio coordinato dall'IRCCS San Raffaele Pisana di Roma, dimostra che è anche efficace nella riabilitazione post ictus, con risultati positivi nel 60% circa dei casi di pazienti deambulanti. L'esoscheletro è un robot che “interagisce con la persona a tutti i livelli di articolazione e quindi permette a chi lo indossa di riuscire a camminare in sicurezza, controllando le variazioni di tutti gli angoli articolari durante l'intera fase del passo”.
07/03/2019

L’Ocse gela l’Italia crescita 2019 sottozero. Def, servono 25 miliardi

La Repubblica, 07/03/2019
Roberto Petrini
Secondo le stime Ocse il Pil dell’Italia nel 2019 sarà negativo, con una contrazione dello 0,2%. Un giudizio reso ancora più critico dalla velocità con cui lo scenario del nostro paese peggiora: a novembre l'Ocse dava una crescita del +0,9%. Il dato negativo dell’Italia si colloca in un quadro di rallentamento planetario dell'economia, anche se la Penisola accusa maggiormente il colpo. Il Pil mondiale è in discesa al +3,3%, due decimali meno di novembre 2018; il Pil dell'Eurozona, che quattro mesi fa era all'1,8%, ora è all'1%. Rallenta persino la Cina (- 0,1%), che mantiene comunque un Pil elevato (+6,2%).
07/03/2019

Vaccini. “Proposta che non capisco, chi è malato come Matteo non tornerebbe mai in classe"

Il Messaggero, 07/03/2019
Sui vaccini occorre “mettere delle regole certe proprio come si fa con i bambini quando si dice loro di non salire in piedi sulle sedie. Il divieto non vale solo per la sedia della propria cucina, ma per tutte quelle che incontra. In tanti Paesi, dal Lussemburgo alla Svizzera, se non hai le vaccinazioni a scuola non vai. Entrambi mi sembrano Paesi civili. Da noi invece è un cane che si morde la coda”. Così la mamma di un bambino di 8 anni affetto da leucemia, che potrà tornare in classe solo quando un suo compagno avrà ultimato i richiami vaccinali, commenta la proposta del ministro dell’Interno Matteo Salvini di differire gli obblighi in scadenza al 10 marzo contenuti nella legge Lorenzin, al fine di garantire la permanenza dei bambini non vaccinati nella scuola dell'infanzia.
07/03/2019

Burioni: “Come dare l’ok agli ubriachi a guidare in autostrada”

Il Giornale, 07/03/2019
Maria Sorbi
“Sarebbe come autorizzare gli automobilisti ubriachi a entrare in autostrada senza controlli e senza multe. Metterebbero a rischio tutti gli altri guidatori che hanno una patente regolare e guidano seguendo il codice della strada”. Con questa metafora il virologo Roberto Burioni risponde al ministro dell’Interno Matteo Salvini, che vorrebbe consentire anche ai bambini non vaccinati di continuare a frequentare la scuola dell’infanzia. Se questi bambini non possono andare a scuola, continua Burioni, “sarebbe solo colpa dei loro genitori ignoranti che credono più a fattucchieri e chiromanti bugiardi anziché alla comunità scientifica”.
06/03/2019

L’Hiv sparito con il trapianto di staminali «In quel paziente non c’è più il virus»

Corriere della Sera, 06/03/2019
Adriana Bazzi, Luigi Ripamonti
Un paziente con il virus dell'Hiv e malato di un linfoma di Hodgkin (un tumore che colpisce le cellule del sistema immunitario, le stesse che l'Hiv aggredisce) ha subito un trapianto di staminali e da 18 mesi il suo organismo non presenta tracce di virus. La notizia arriva da Londra. È la seconda volta che questo tipo di terapia viene applicata. Il precedente riguarda un cinquantaduenne americano affetto da leucemia, che da dodici anni non prende antiretrovirali e sta bene.
06/03/2019

Cossolo: Stop a politiche frammentate che minano la sostenibilità

Sanità24, 06/03/2019
Rosanna Magnano
“La frammentazione delle politiche decise sulla farmacia territoriale ha minato la sostenibilità stessa del suo ruolo, che ci è stato sfilato pezzo per pezzo” afferma il presidente di Federfarma Nazionale Marco Cossolo. “Non c'è più da scherzare: ci sono oltre mille farmacie rurali che sono a rischio chiusura. Ci sono dei bilanci ormai in disequilibrio e soprattutto c'è una remunerazione dell'attività svolta dal farmacista nei confronti del Servizio sanitario nazionale che non è più degna di un professionista. Quindi è il momento di capire e di scegliere”.
Visualizzazione risultati 85-96 (di 6367)
 |<  <  4 5 6 7 8 9 10 11 12 13  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni