Edicola

06/11/2019

In aula con biodinamica e omeopatia. Così le università tradiscono se stesse

La Stampa Tutto Scienze, 06/11/2019
Enrico Bucci, Gilberto Corbellini
Si moltiplicano, nelle Università, italiane, corsi di materie pseudoscientifiche spesso finanziati da soggetti privati di dubbia credibilità. L'articolo 33, comma 1, della Costituzione afferma che “L'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento”. La libertà di insegnamento trova limiti precisi anche in sede di Corte Costituzionale, il principale dei quali è il diritto dei discenti a non essere danneggiati o ingannati dall'insegnamento ricevuto. Inoltre, si intende proteggere da interferenze censorie il vantaggio che può derivare al Paese dal promuovere la ricerca scientifica libera, non certo le pseudocredenze motivate da interessi commerciali di enti privati. L'articolo 33, quindi, tutela il diritto a insegnare in qualsivoglia modo la scienza, per gli indubbi vantaggi che questo comporta per il cittadino e per lo Stato, ma non la pretesa di insegnare come scienza saperi deboli, fallaci e screditati come medicine alternative, creazionismo, agricoltura biodinamicaecosìvia.
05/11/2019

Medici e commissariamenti: il Patto salute riparte in salita

Il Sole 24 Ore, 05/11/2019
Marzio Bartoloni, Barbara Gobbi
Il Patto per la salute 2019-2021, secondo quanto previsto dal decreto fiscale, dovrà essere siglato entro il 31 dicembre, in maniera tale da poter recepire alcune misure contenute nella legge di bilancio. Ma il ministero dell’Economia, nonostante le convergenze tra ministero della Salute e Regioni, mette più di un paletto: frena sulla flessibilità per le assunzioni e sulla possibilità per i medici in corsia a 70 anni, così come è contrario al ritorno dei governatori-commissari nelle regioni con i conti in rosso.
05/11/2019

I medici mollano lo stetoscopio: non serve più

Libero, 05/11/2019
Melania Rizzoli
Lo stetoscopio, da secoli strumento simbolo e indispensabile della professione medica, è ormai “superato” dalla tecnologia, con la messa a punto di apparecchi ad ultrasuoni, app e algoritmi. L'industria degli apparecchi medicali ha miniaturizzato ogni tipo di strumento creando, con gli scanner ad ultrasuoni, stetoscopi digitali che, appoggiati per un secondo sul petto del paziente e collegati allo smartphone, creano immagini e forniscono dati in tempo reale. Nonostante queste innovazioni, lo steto-fonendoscopio è al centro di una grande discussione in ambito cardiologico, in quanto non tutti sono d'accordo sul fatto che se ne possa fare a meno. C’è da dire, però, che l’uso dello stetoscopio richiede abilità, orecchio, intuizione clinica: qualità che dipendono molto dall’esperienza e dalla pratica individuale.
05/11/2019

Premi a chi farà prendere i rapinatori

Roma, 05/11/2019
Peppino Cerreto
Una ricompensa ai cittadini che forniranno elementi validi per poter identificare i rapinatori di farmacie. È la proposta provocatoria di Michele Di Iorio, presidente di Federfarma Napoli, dopo l'ultimo assalto ad opera di malviventi armati e incappucciati. “Le farmacie vengono usate come bancomat dai rapinatori” afferma Di lorio “e il più delle volte il danno provocato è addirittura più ingente del furto in sé. Se per scardinare la cassa automatica mandano, per esempio, in tilt l'intero sistema informatico, si rischia di non lavorare per giorni o comunque di farlo in maniera monca”.
04/11/2019

Longevità, l’Italia seconda al mondo una rivoluzione per servizi e welfare

La Repubblica Affari & Finanza, 04/11/2019
Daniele Autieri
L'età media della popolazione sta crescendo, e la silver economy, l'economia della terza età, è destinata ad avere un impatto sempre più forte sulle tasche delle famiglie e sugli equilibri di bilancio del paese. Il fenomeno è stato analizzato da Tendercapital e Censis, in uno studio sui buoni investimenti dal titolo "La silver economy e le sue conseguenze". Negli ultimi dieci anni in Italia ci sono 1,8 milioni di persone in più che hanno superato i 65 anni, come la popolazione di Napoli e Torino sommata insieme, e un milione di persone in più che ha varcato la soglia degli 80. Una tendenza che aumenterà nei prossimi anni al punto che gli attuali 13,7 milioni di anziani diventeranno 19,6 nel 2051, passando dal 22,8 al 33,2% della popolazione.
03/11/2019

Gualtieri: "La manovra è un lavoro condiviso Strane le critiche nella maggioranza"

La Stampa, 03/11/2019
Marco Zatterin
“In una discussione che tende a concentrarsi sui dettagli, vorrei che non fosse smarrito il quadro di insieme. Siamo riusciti a fare quello che tutti fino a poco fa ritenevano impossibile: evitare 23 miliardi di aumento automatico dell'Iva con una manovra che non è di lacrime e sangue, ma che al contrario sostiene il lavoro, gli investimenti e il Welfare” afferma il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri. “Tutto ciò garantendoci importanti margini di flessibilità, ma senza scontri con l'Europa e con lo spread che è calato di oltre 100 punti, il che significa svariati miliardi risparmiati in spesa di interessi”.
02/11/2019

Integratori, il boom del consumo in Italia e i pericoli per la salute

Il Mattino, 02/11/2019
Maurizio Bifulco, Paolo Grieco
Il Ministero ha pubblicato in questi giorni sul suo portale il Decalogo per un uso corretto degli integratori alimentari. Secondo uno studio pubblicato a marzo 2019 dal Dietary Supplement Health and Education Act (Dshea), tra la popolazione emerge sempre più la diffusa convinzione che gli integratori alimentari - intesi come vitamine, sostanze naturali di origine vegetale, minerali e proteine - aiutino a rimanere sani e a fronteggiare le eventuali carenze nutrizionali. Attualmente il 65% degli italiani adulti (circa 32 milioni di persone) ricorre agli integratori alimentari, almeno una volta all'anno, con lo scopo di promuovere il proprio stato di benessere. Stime diffuse da Federsalus indicano l'Italia come il Paese che in Europa consuma più integratori alimentari e che raccoglie un numero elevato di produttori. Da noi si realizza il 23% del totale delle vendite in Europa, contro il 13% di Germania e il 9% di Francia. Gli integratori sono considerati sicuri, solo perché di origine "naturale", senza considerare tuttavia il loro profilo di attività biologica che potrebbe determinare effetti inattesi e indesiderati in determinate condizioni, come ad esempio quando somministrati in concomitanza dei farmaci.
02/11/2019

Gli esami? Si faranno dal medico di base

Quotidiano nazionale, 02/11/2019
Antonio Troise
L'elettrocardiogramma e la spirometria sono alcuni degli esami che fra qualche mese si potranno fare direttamente dal medico di famiglia, o direttamente da casa, con risparmio di tempo e denaro. I medici di base potranno anche seguire a distanza l'evoluzione di una patologia o misurare i risultati di un'analisi: i loro studi saranno infatti dotati di nuove apparecchiature connesse agli smartphone dei pazienti, che trasmetteranno i dati in tempo reale. La piccola rivoluzione è contenuta in uno degli articoli della manovra, che stanzia 235 milioni di euro per dotare gli studi medici di apparecchiature sanitarie destinate alla diagnostica di primo livello.
02/11/2019

Un ticket di meno non cambia la deriva aziendalista della sanità

Il Manifesto, 02/11/2019
Ivan Cavicchi
Il ministro Roberto Speranza, sostiene l’articolo, “ha inviato alle regioni il patto per la salute dove non solo si conferma il processo di privatizzazione in atto ma si dichiara di volerlo sviluppare. Ha anche chiesto l'abolizione del super ticket ma a sistema di ticket quindi di diseguaglianze del tutto invariato anzi sta pensando di trasformare il ticket in una tassa sulla malattia modulata sul reddito”.
31/10/2019

Clausola da 1 miliardo e spesa acquisti Pa bloccata

Il Sole 24 Ore , 31/10/2019
Marco Rogari
Un miliardo di spesa in carico ai ministeri “congelato”, da sbloccare eventualmente a giugno; uscite per acquisti della pubblica amministrazione bloccate agli importi medi sostenuti nel triennio 2016-2018; rafforzamento del modello centralizzato Consip; razionalizzazione delle spese per l'uso di sistemi e strumenti informatici nella pubblica amministrazione. Queste le principali misure di spending review inserite nell'ultima bozza della legge di bilancio, che si aggiungono al taglio di circa 2 miliardi ai budget dei ministeri, già previsto dal decreto fiscale.
31/10/2019

"Il governo fornirà strumenti diagnostici ai medici di famiglia"

La Stampa , 31/10/2019
Pa.Ru.
“Sto lavorando a uno o più provvedimenti che, spostando alcune poste di bilancio della sanità, consentano di investire in macchinari per accertamenti diagnostici di primo livello dei quali vorremmo dotare gli studi dei medici di famiglia” afferma il ministro della Salute, Roberto Speranza. Tali strumenti “consentirebbero di approfondire direttamente in studio alcune situazioni senza avviare direttamente il paziente verso la prenotazione per mezzo del Cup di uno specialista o di un accertamento magari più complesso e costoso”. Secondo il ministro, “sarebbe un modo efficace per contribuite ad aggredire le liste d’attesa, decongestionando nello stesso tempo i pronto soccorso, evitando gli accessi inutili per prestazioni che possono assicurare direttamente i medici di famiglia”.
31/10/2019

L’ascesa dei longevi fa bene ai consumi ma c’è anche chi si indebita per la badante

Il Messaggero , 31/10/2019
F.Bis.
Le previsioni per il 2051 annunciano che dagli attuali 13,7 milioni di anziani, pari al 22,8% del totale della popolazione, si passerà a 19,6 milioni, per un'incidenza sul totale della popolazione pari al 33,2% e un incremento percentuale del 42,4%. Ci sono 12,4 miliardi di spesa pubblica per il long term care di cui 2,4 miliardi per cure domiciliari. Rappresenta il 10,8% della spesa sanitaria complessiva ed è inferiore al dato medio europeo (15,4%). Attualmente l'unico strumento pubblico di integrazione dei redditi familiari è l'indennità di accompagnamento, per la quale si spendono 11,3 miliardi, circa 517 euro mensili per ogni beneficiario. Gli anziani però non sono solo recettori passivi di assistenza: circa 10 milioni di nonni si occupano dei propri nipoti. Ci sono poi 7,6 milioni di anziani che erogano soldi alle famiglie di figli e nipoti. Di questi, 1,7 milioni lo fa regolarmente. I dati emergono dal rapporto elaborato dal Censis per una nota società di asset management. 
Visualizzazione risultati 61-72 (di 6812)
 |<  <  2 3 4 5 6 7 8 9 10 11  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni