Edicola

20/07/2022

Fmi: l’Italia rischia 5 punti di Pil se la Russia chiude i rubinetti

Il Messaggero, 20/07/2022
“Per l'Italia un blocco totale del gas russo potrebbe portare, nell'arco di dodici mesi, alla riduzione del prodotto interno lordo di 3,7 punti, che diventerebbero 5,7 nel caso in cui il governo decidesse di tutelare le forniture destinate alle famiglie a scapito di quelle per il sistema produttivo. Anche per altri Paesi dell'Europa centrale l'effetto si avvicinerebbe al 6 per cento, mentre conseguenze rilevanti ma di minore intensità sono attese per Austria e Germania”. Le stime sono contenute in uno studio del Fondo monetario internazionale, volto a valutare gli effetti di una eventuale sospensione delle forniture di gas in Europa.
19/07/2022

Ue, raccomandazioni in vista dell’autunno

Il Sole 24 Ore, 19/07/2022
“Gli Stati UE dovrebbero già da ora avere un piano per il ritorno a scuola e al lavoro sicuro. Dobbiamo agire ora per affrontare questo problema e intensificare le azioni per accrescere la protezione anche in previsione di ulteriori ondate autunnali e invernali”. Lo sottolinea Stella Kyriakides, commissario europeo per la Salute e la sicurezza alimentare, affermando l’importanza di preparare piani di emergenza prima di settembre. “Se la reintroduzione di mascherine, distanziamento, etc. dovrebbe essere presa in considerazione ove necessario - prosegue Kyriakides - dovrebbe invece essere evitata la chiusura delle scuole investendo in sistemi di ventilazione efficaci”.
19/07/2022

Ecco la mappa dei fragili: sono il 20% degli over 60 e sono di più al Sud

Il Sole 24 Ore, 19/07/2022
Marzio Bartoloni
Il 20,5% degli over 60 si trovano in condizioni di fragilità media o grave e un altro 35,5% soffre di forme lievi di fragilità che potrebbero aggravarsi, considerando anche che il 75% degli over 60 è affetto da cinque o più patologie. La fragilità colpisce di più gli uomini che vivono nel Sud del Paese. La mappa degli italiani fragili, che convivono con una o più patologie croniche invalidanti, è disegnata da Italia Longeva, l'associazione per l'invecchiamento e la longevità attiva, che ha presentato a Roma i dati dell’indagine realizzata insieme alla SIMMG, la Società italiana della Medicina generale e delle cure primarie.
17/07/2022

Palamara: «Sul Covid ancora prudenza Arriveranno altre varianti, ma il nostro obiettivo è convivere con il virus»

Corriere della Sera, 17/07/2022
Margherita De Bac
Nell’attuale fase della pandemia i l’incidenza dei contagi è elevata “perché la sotto-variante Omicron, la BA.5, si trasmette con grande efficienza. In compenso, i casi di malattia grave al momento sono contenuti” dichiara Anna Teresa Palamara, direttrice del dipartimento malattie infettive dell'Istituto Superiore di Sanità. “L'obiettivo è quello di andare verso una convivenza con SARS-CoV-2 – prosegue Palmara - con un occhio attento alla possibile emergenza di nuove varianti”. Per quanto riguarda i vaccini, è sbagliato pensare che siano superati “perché i dati mostrano una efficacia elevata nel proteggere dalla malattia grave soprattutto le persone che hanno superato i 60 anni o sono fragili. Adesso sono raccomandati a queste categorie dopo 4 mesi dalla terza dose o dall'infezione naturale”.
16/07/2022

Il boom delle infezioni favorito dal covid

La Stampa, 16/07/2022
Antonella Viola
“Uno dei tanti pericoli legati al lasciar circolare liberamente il virus è lo stress a cui si sottopone il sistema sanitario” afferma l’immunologa Antonella Viola. “Un sistema sanitario sotto pressione non riesce a offrire i servizi essenziali ai suoi cittadini, che si trovano quindi nell'impossibilità di accedere agli esami per la prevenzione o di ricevere in tempi ragionevoli una diagnosi o una terapia. La tempesta sanitaria causata dal Covid-19 ha intasato le liste di attesa per gli esami e le terapie e ha certamente provocato un danno alla salute pubblica che va ben oltre le vittime dirette del virus. Un danno che ci porteremo dietro a lungo, se non recupereremo in fretta investendo risorse nella sanità”.
16/07/2022

Vaccino per il Fuoco di Sant’Antonio

Milano Finanza, 16/07/2022
Elena Correggia
Il fuoco di Sant'Antonio (herpes zoster) è una malattia infettiva tra le più sottovalutate, che però può essere pericolosa per le persone anziane e fragili, con costi significativi a carico delle famiglie e del SSN. Per accrescere la consapevolezza sull’importanza di vaccinarsi per prevenire le l’herpes zoster e le su complicanze, Italia Longeva ha lanciato la campagna #MiVaccinoNonMiAccendo. Si stima che circa un adulto su tre sia a rischio di sviluppare l'infezione, causata dalla riattivazione del virus della varicella avuta da bambini, che rimane latente nell'organismo a livello dei gangli sensitivi. In Italia si ammalano di herpes zoster oltre 150mila persone all'anno.
15/07/2022

Previsioni Ue: quest’anno crescita del 2,9% ma nel 2023 l’Italia torna in coda (0,9%)

Il Sole 24 Ore , 15/07/2022
Gianni Trovati
Per quest'anno La Commissione europea ha aggiornato le stime di crescita degli Stati UE. Per L’Italia si prevede una crescita del PIL pari a +2,9%, cinque decimali in più di quanto calcolato in inverno. I calcoli elaborati dal ministero dell’Economia sono ancor più ottimisti: dopo il +0,1% realizzato nel primo trimestre, ii secondo potrebbe registrare una crescita dello 0,5-0,6% che potrebbe portare la crescita annuale anche sopra il 3,1% fissato come obiettivo annuale dal DEF.
15/07/2022

Gentiloni: «Europa in ansia all’Italia serve un leader forte»

Il Messaggero , 15/07/2022
Gabriele Rosana
“Secondo le nostre stime, ci attendiamo che nel terzo trimestre dell'anno l'inflazione possa raggiungere il suo picco, toccando l’'8,4%. Dopodiché, prevediamo che comincerà a diminuire gradualmente fino a raggiungere, nell'ultimo trimestre, il 7,9%” afferma il commissario europeo all’Economia Paolo Gentiloni. “Benché in riduzione, si tratta ancora di un livello molto alto. Non ci sarà una curva a "V" capace di ridurre in maniera pressoché istantanea la pressione sui prezzi al consumo. I costi delle materie prime, però, non stanno andando tutti nella stessa direzione: quelli del petrolio nelle ultime settimane hanno visto una flessione, al pari di metalli e di alcuni beni alimentari; mentre il gas continua a essere particolarmente influenzato dall'attuale incertezza geopolitica. Nonostante tutte le incognite, è ragionevole quindi prevedere un calo dell'inflazione, anche se il prossimo anno rimarrà comunque su valori importanti, sopra il4%”.
14/07/2022

Piano d’autunno contro Covid e influenza il vaccino sarà doppio e nello stesso giorno

La Repubblica , 14/07/2022
Michele Bocci
“Prendere in considerazione la co-somministrazione, ove possibile”: è la raccomandazione formulata dall’OMS, dall’EMA e dall’ECDC per la campagna vaccinale di autunno, che quest’anno sarà doppia - contro il Covid e contro l’influenza – con l'obiettivo di proteggere anziani e fragili sia dalla pandemia, sia dalla malattia stagionale.
14/07/2022

Canale telematico per la salute

Itala Oggi , 14/07/2022
Pasquale Quaranta
È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto in materia di adozione delle Linee guida per l'attuazione del Fasciolo sanitario elettronico (FSE), che contiene indicazioni per l’attuazione e il monitoraggio del progetto. L’obiettivo è rendere operativo lo strumento sull’intero territorio nazionale nei tempi previsti dal PNRR (primavera 2026).
13/07/2022

Oms: «La pandemia è tutt’altro che finita» Contagi in salita costante

Il Sole 24 Ore , 13/07/2022
“La pandemia da Covid è tutt'altro che finita”. Lo ribadisce l’OMS, spiegando che esiste “una grande distanza nella percezione del rischio derivante dal Covid-19 tra le comunità scientifiche, Header politici e il pubblico in generale. Questa è una doppia sfida: comunicare il rischio e creare fiducia nella comunità negli strumenti sanitari. I vaccini – ricorda l’OMS - hanno salvato milioni di vite, è importante che i governi si concentrino sulla tutela delle comunità più a rischio, trovando i non vaccinati in modo da costruire il muro dell'immunità”.
13/07/2022

Cauda - «La quarta dose evita la malattia grave in attesa dei vaccini per più varianti»

Il Messaggero, 13/07/2022
Graziella Melina
“Un secondo richiamo di vaccino è necessario per aumentare soprattutto l'immunità di tipo cellulare. La Food and Drug Administration già il 29 marzo ne consigliava la somministrazione agli over 50 e agli over 12 fragili. A maggio l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha raccomandato il secondo richiamo per migliorare la risposta immunitaria nei 60enni” afferma Roberto Cauda, direttore di Malattie infettive del Policlinico Gemelli di Roma. “In due studi condotti in Israele su oltre 1 milione di persone, tra gennaio e marzo, si era visto che la protezione nel prevenire la malattia grave era intorno al 70% e l'efficacia nel prevenire l'infezione pari al 50%. L'immunità nei confronti di questi virus è limitata nel tempo, si è calcolato che duri circa otto settimane. Quindi il secondo richiamo serve per ridurre il rischio grave di malattia”.
Visualizzazione risultati 49-60 (di 100)
 |<  <  1 2 3 4 5 6 7 8 9  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
Cliccando su “Accetta tutti i cookie”, viene accettata la memorizzazione, sul dispositivo, dei cookie che servono a migliorare la navigazione del sito e analizzare l'utilizzo del sito.
Maggiori informazioni