Edicola

17/11/2022

Salute Un caveau di avatar per aiutare la ricerca

Il Messaggero , 17/11/2022
Carla Massi
Gli organoidi sono repliche in miniatura di organi e tessuti umani, utilizzati come modelli innovativi nella ricerca biomedica. Presso l'Istituto di ricerca e cura Candiolo, a Torino, sono custoditi oltre centomila organoidi nati da materiale di biopsie effettuate per tumori del colon, testa-collo, seno, sarcomi, melanomi e tumori rari. “Il nostro vantaggio è avere modelli realizzati sul paziente e non su tessuti di cui non conosciamo l'origine” spiega Anna Sapino, direttrice scientifica di Candiolo. “Grazie alle donazioni abbiamo potuto realizzare le biobanche di organoidi su cui poi facciamo sperimentazione di nuovi farmaci e valutiamo le alterazioni in considerazione della eterogeneità del singolo tumore, oltre che mettendo a confronto i tumori tra pazienti”. Si tratta dunque di una decisa svolta verso la medicina personalizzata.
16/11/2022

Anziani, è scattato l’allarme Influenza. Il vaccino si rivela l’arma risolutiva

La Stampa, 16/11/2022
Valentina Arcovio
Quest’anno in Australia il numero di casi di influenza ha superato abbondantemente la media del recente passato. “Le ultime due stagioni invernali sono state caratterizzate da una bassa incidenza di influenza, in Italia come in molti altri Paesi”, afferma Stefania Maggi, geriatra e dirigente di ricerca dell'Istituto di Neuroscienze del Cnr di Padova, che spiega: “Di sicuro un ruolo chiave è da attribuire alle stringenti misure di protezione individuale per contrastare ilCovid-19. Quest'anno, invece, abbiamo tutte le condizioni per numeri alti di casi: c'è una minore attenzione alle misure di protezione come mascherine e distanziamento sociale e la popolazione è più suscettibile, perché il virus influenzale ha circolato poco nei due anni precedenti”. Le persone a maggiore rischio sono gli anziani, che rientrano nella categoria dei soggetti fragili.
15/11/2022

Una partita da mille miliardi fino al 2025

Il Sole 24 Ore, 15/11/2022
Mar.B.
Nel 2021 nel mondo sono state approvati 84 nuovi farmaci, il doppio rispetto a cinque anni fa, e il numero di pazienti arruolati negli studi (escludendo gli studi Covid) è cresciuto di quasi il 40% rispetto al 2020. La vitalità della ricerca clinica a livello globale è dimostrata anche dai numeri delle sperimentazioni: i trial clinici sono aumentati del 14% tra il 2020 e il 2021, passando da 4.890 trial nel 2020 a 5.580 nel 2021. Al momento i maggiori investimenti in ricerca riguardano l’oncologia e le malattie rare (dati IQVIA).
15/11/2022

Ssn a rischio sostenibilità: entro il 2050 spesa al 9,5% del Pil

Il Sole 24 Ore, 15/11/2022
Francesca Cerati
Secondo l'ultimo rapporto Meridiano Sanità realizzato da The European House – Ambrosetti, la sanità pubblica non sarà più sostenibile “se non ci saranno interventi di correzione rispetto alle attuali dinamiche socio sanitarie”. Il modello di partenza incrocia tra loro fattori economici (Pil e spesa sanitaria pro-capite), prevalenze (malattie croniche), fattori demografici e fattori di rischio (fumo, alcol, obesità, etc.). Le proiezioni sociodemografiche ed economiche che ne derivano indicano che la spesa sanitaria nel 2050 raggiungerà il valore di 220 miliardi di euro, con un'incidenza sul Pil pari al 9,5%, cioè +2,4 punti percentuali rispetto al 2022.
04/11/2022

L’Istat: il lavoro torna a crescere ma è boom di giovani disoccupati

La Stampa, 04/11/2022
Sandra Riccio
A settembre il numero degli occupati, dopo due mesi di diminuzione, è aumentato di 46mila unità (+0,2%) rispetto al mese precedente). L’incremento si osserva anche rispetto a settembre 2021, con 316 mila occupati in più (+1,4%). Il risultato è un livello di occupazione pari al 60,2%. Nonostante il dato positivo, a settembre il tasso di disoccupazione totale è rimasto stabile al 7,9%, mentre quello giovanile (15-24 anni) è salito al 23,7% con un incremento di ben 1,6 punti rispetto ad agosto, quando aveva toccato i minimi dal 2008.
04/11/2022

Lagarde: non copieremo la Fed

MF, 04/11/2022
Francesco Ninfole
“Dobbiamo valutare le decisioni di politica monetaria della FED e il loro impatto sul contesto globale, ma non siamo uguali e non possiamo procedere allo stesso ritmo”. Lo ha affermato la presidente della BCE Christine Lagarde, secondo cui la BCE non avrà bisogno di portare i tassi in alto come la Fed. Ciò non toglie che arriveranno nuove strette, anche in caso di contrazione dell'economia. “Potrebbe accadere, anche se non è ancora nel nostro scenario base, che tra la fine del 2022 e l’inizio del 2023 ci sia una leggera recessione. ma non sarebbe sufficiente a domare l'inflazione” ha spiegato Lagarde: “Dobbiamo trovare il tasso che ci aiuti a raggiungere il target di inflazione al 2%”.
 
03/11/2022

Fed alza i tassi di 0,75 punti La stretta sarà più forte

Il Sole 24 Ore, 03/11/2022
Riccardo Sorrentino
La Fed alza i tassi di interesse dello 0,75%: il costo del denaro torna ai livelli del 2008. È il quarto rialzo consecutivo da 75 punti base per la banca centrale USA e il sesto aumento dell’anno. La Fed precisa che il suo obiettivo è quello di raggiungere un orientamento di politica monetaria «sufficientemente restrittiva» per riportare l'inflazione all'obiettivo del 2%. Il presidente Jerome Powell invita a non guardare più al ritmo dei rialzi ma al tasso terminale, che potrà superare il 5%, e alla durata della manovra.
03/11/2022

Assegnati 260 milioni per la ricerca sanitaria. Ma la riforma degli Irccs è ancora lontana

Il Sole 24 Ore, 03/11/2022
Marzio Bartoloni
Sono stati assegnati i primi fondi del PNRR (260 milioni) per la ricerca sanitaria a 226 progetti presentati dai team di ricerca del Servizio sanitario nazionale. Tali fondi sono destinati a finanziare ricerche che abbiano l’obiettivo di assicurare lo sviluppo e la qualità delle prestazioni e dell'assistenza ai pazienti in tema di malattie rare, malattie croniche non trasmissibili ad alto impatto sui sistemi sanitari e socio-assistenziali, nonché progetti «Proof of Concept», mirati a colmare il gap che si crea tra ricerca e industria nel tempo che intercorre tra la fase della scoperta e quella della messa a punto.
28/10/2022

La Bce alza i tassi dello 0,75% Lagarde avverte l’Italia sui conti

La Repubblica, 28/10/2022
Tonia Mastrobuoni
La BCE ha alzato per la seconda volta consecutiva i tassi dello 0,75%: di conseguenza, quello di riferimento sale al 2% e il tasso sui depositi all'1,5%, raggiungendo il livello più alto da oltre un decennio. “Noi dobbiamo combattere l'inflazione, che è quello che preoccupa di più gente. È questo il nostro lavoro. Una banca centrale ha il mandato della stabilità dei prezzi e deve perseguirlo usando tutti i mezzi” ha affermato la presidente Christine Lagarde. La BCE valuterà l’ipotesi di ulteriori strette monetarie sulla base dell’andamento dell’economia e dell’inflazione.
28/10/2022

Sanità: una Regione su due non ha smaltito l’80% delle sue liste d’attesa

Il Fatto Quotidiano, 28/10/2022
Alessandro Mantovani
In Lombardia per le malattie cardiovascolari il tempo d'attesa definito in 30 giorni, nel 2021, è stato rispettato perl'83,8% dei pazienti non residenti e solo per il 79,3% dei lombardi. Lo stesso per i tumori maligni: tempi rispettati per il 77,8% dei non residenti e per il 75,1% dei residenti. Questo accade perché le prestazioni ai cittadini che risiedono altrove sono erogate per lo più da privati convenzionati con il Servizio sanitario nazionale, che danno priorità a tali pazienti. i dati sono contenuti nel Rapporto su "Mobilità sanitaria e liste d'attesa" elaborato dell’Agenas, l'Agenzia per i servizi sanitari regionali del ministero della Salute.
21/10/2022

Meno visite causa covid, in Italia giù l’aspettativa di vita

Il Fatto Quotidiano , 21/10/2022
In Italia sei decessi su 1dieci sarebbero evitabili tra gli under 75, in quanto legati a cause prevenibili o curabili. Ad incidere su questo dato è stata la pandemia: il Covid infatti nel 2020 ha ridotto screening e cure e, di conseguenza, l'aspettativa di vita. L'accesso alle cure risulta in ripresa nel 2021, con 371.000 ricoveri in più rispetto all'anno precedente. I dati emergono dalla Relazione sullo stato sanitario del Paese 2017-2021, pubblicata sul portale del ministero della Salute e inviata al Parlamento.
21/10/2022

La medicina rigenerativa e il Dna brevettato

La Stampa, 21/10/2022
Fabio Sindici
La medicina rigenerativa rappresenta l’ultima frontiera della scienza, comprensiva di terapie e tecnologie mediche diverse tra loro, dalla “fabbricazione” di organoidi alla bio-stampa 3D di tessuti, dal recupero del cosiddetto DNA spazzatura all'editing genetico. Tra le applicazioni più note e interessanti di tali tecniche c’è il sistema Crispr/Cas9, basato sull'impiego della proteina Cas9 come forbice molecolare con la quale tagliare sequenze di genoma, e le iPS, le cellule staminali pluripotenti, che possono essere modificate in laboratorio per poi essere somministrate al paziente in qualità di terapia rigenerativa.
Visualizzazione risultati 49-60 (di 100)
 |<  <  1 2 3 4 5 6 7 8 9  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
Cliccando su “Accetta tutti i cookie”, viene accettata la memorizzazione, sul dispositivo, dei cookie che servono a migliorare la navigazione del sito e analizzare l'utilizzo del sito.
Maggiori informazioni