Edicola

07/09/2021

Speranza accelera sulla terza dose "iniziamo subito"

La Stampa , 07/09/2021
Niccolò Carratelli
“Dobbiamo assicurare l'accesso ai vaccini a tutta la popolazione mondiale, ma allo stesso tempo non possiamo disperdere il livello di protezione che abbiamo acquisito”. Lo ha affermato il ministro della Salute, Roberto Speranza, nel suo intervento a conclusione del G20 della Salute. per questo, ha annunciato il ministro, la terza dose “si farà già nel mese di settembre”, richiamando tutti i soggetti che hanno avuto una risposta immunitaria debole, dai pazienti oncologici ai tra piantati. “Poi continueremo con gli anziani over 80 e gli ospiti delle Rsa, fino agli operatori sanitari, che sono le prime categorie che hanno ricevuto il vaccino”.
06/09/2021

Sileri - «Con medici e farmacisti campagna per convincere 3,7 milioni di over 50»

Corriere della Sera – 6 settembre 2021, 06/09/2021
Fabrizio Caccia
Per raggiungere un’efficace copertura vaccinale della popolazione, afferma il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, “servirà una campagna d'autunno face to face. Medici di famiglia, farmacisti, solo loro possono convincere i dubbiosi perché hanno un contatto diretto con il cittadino”. Secondo le stime dell’Organizzazione mondiale della sanità, da qui a dicembre in Europa il Covid potrebbe fare altri 236 mila morti, 30 mila in Italia. “E sapete il motivo? Ci sono 3,7 milioni di italiani over 50 che ancora non sono vaccinati, non hanno ricevuto nemmeno la prima dose. E con questi numeri, se il virus non si ferma, dopo la quarta ondata potremmo avere anche la quinta” ammonisce Sileri. Per questo è necessario convincere in tempi brevi tutti gli indecisi a vaccinarsi.
 

05/09/2021

Europa, Mattarella: più unità. Gentiloni: nuove regole sul debito

La Repubblica – 5 settembre 2021, 05/09/2021
Annalisa Cuzzocrea
Nel suo intervento alla quarantasettesima edizione del Forum Ambrosetti di Cernobbio, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella sottolinea come l'Unione europea di fronte alla pandemia abbia avuto “una capacità di reazione efficace e tempestiva”. Giudizio confermato dall’intervento del commissario europeo agli Affari economici Paolo Gentiloni, che sottolinea: “Abbiamo avuto un grande successo nella campagna vaccinale, abbiamo esportato 600 milioni di dosi in tutto il mondo, l'Europa ha il 71% di vaccinati”.

04/09/2021

Fauci: «Vaccini sicuri anche a lungo termine L’Europa è più avanti»

Corriere della Sera – 4 settembre 2021, 04/09/2021
Federico Fubini
Anthony Fauci, l’immunologo italo-americano capo dei consiglieri medici della Casa Bianca e direttore dell’istituto nazionale per le malattie infettive negli Stati Uniti, nel suo intervento a Cernobbio risponde a coloro che ancora indugiano a vaccinarsi. “Tante persone si chiedono cosa può succedere con eventi negativi che arrivano dopo. Se si guarda alla storia dei vaccini, virtualmente tutti gli effetti successivi alle prime 48 ore arrivano nei primi trenta o al massimo 45 giorni. È per questo che, prima che i vaccini siano approvati negli Stati Uniti o nell'Unione Europea, persino per l'autorizzazione all'uso di emergenza, si devono aspettare sessanta giorni dopo che l'ultima persona nel campione selezionato per i test clinici ha avuto l'ultima dose”. Secondo Fauci, dunque, “le possibilità di avere un evento avverso nel lungo periodo sono quasi zero. E dico ‘quasi zero’ solo perché niente ha probabilità pari allo zero assoluto in biologia”.
 

02/09/2021

Arriva l’hub internazionale dell’Oms per prevenire le prossime pandemie

Il Messaggero, 02/09/2021
Inaugurato a Berlino l’hub internazionale dell’Oms per il pre-allarme nelle pandemie. Il centro avrà il compito di scoprire in anticipo gli agenti di eventuali future pandemie, la cui minaccia, secondo gli esperti, è molto concreta. La possibilità di condividere velocemente dati, analisi e modelli matematici è l'arma più efficace per reagire il prima possibile ed evitare effetti devastanti, come invece è accaduto con il Covid-19, che da Wuhan si è diffuso in tutto il mondo prima di essere individuato.
02/09/2021

Garattini: «La sicurezza dei sieri ormai è provata L’obbligo è una strada percorribile»

Il Giornale, 02/09/2021
Maria Sorbi
“La sicurezza dei vaccini è comprovata. Lo dicono i numeri, ed è più probabile morire cadendo dal letto che assumendo un vaccino anti Covid. Insomma, è più pericoloso prendere l'aereo che recarsi a un hub vaccinale”. Lo afferma il farmacologo Silvio Garattini, che sottolinea l’importanza di “vaccinare tutto il mondo. Altrimenti continueranno a tornare in Italia nuove varianti rischiando di mandare all'aria gli effetti della nostra campagna vaccinale”.
01/09/2021

Breton: solo così cittadini protetti: "Il certificato ha salvato la stagione del turismo ora avanti con i vaccini"

La Stampa, 01/09/2021
Marco Bresolin
I dati europei “dicono che la stagione turistica estiva è stata buona. Questo grazie al successo del Certificato Covid che siamo riusciti a sviluppare molto rapidamente e che gli Stati stanno utilizzando per proteggere i loro cittadini. Il pass, inoltre, ha contribuito all'accelerazione della campagna vaccinale, che ora vede il continente europeo al primo posto” lo afferma il commissario Ue per il mercato interno e i servizi Thierry Breton, considerato il “padre” del Green Pass. “Il certificato – spiega Breton - serve per dare un'indicazione e cioè che chi lo possiede non rappresenta un rischio per gli altri. So bene ciò che sta succedendo in Italia, con l'introduzione dell'obbligo per i lavoratori del settore sanitario oppure per l'accesso ai luoghi affollati, come i trasporti o gli stadi. È responsabilità degli Stati assicurare la protezione ai propri cittadini e questa è una giusta indicazione per proteggerli”.
01/09/2021

Pressione alta, la misurazione che salva la vita

Il Messaggero, 01/09/2021
Maria Rita Montebelli
Per riportare a livelli ragionevoli la pressione, i soggetti ipertesi sono costretti ad assumere due o più molecole diverse. La maggioranza inizia la terapia e si ferma a una sola compressa. Una soluzione potrebbe essere la polipillola, farmaco composto da più principi attivi. Uno studio di fase 3, presentato all'ultimo congresso della Società europea di cardiologia e pubblicato su Lancet, conferma la validità di questa strategia. Il lavoro è stato condotto in Australia su 591 pazienti ipertesi, di cui un primo gruppo è stato trattato con una polipillola, contenente quattro farmaci antipertensivi a bassissimo dosaggio, e un secondo gruppo con una singola molecola. A distanza di 12 settimane, i soggetti trattati con la "quadripillola" mostravano un buon controllo pressorio nell'80% dei casi, contro il 60% del gruppo dei pazienti trattati con un solo farmaco.
31/08/2021

Nell’Europa a due velocità rallentano le vaccinazioni. "Rischiamo 236mila morti"

La Stampa, 31/08/2021
Marco Bresolin
L’Organizzazione mondiale della sanità esprime preoccupazione per l’andamento della campagna vaccinale in Europa: dalla mappa dei tassi di vaccinazione, infatti, emerge una netta spaccatura tra Europa occidentale ed Europa orientale, dove in diversi Paesi è stata finora immunizzata meno della metà della popolazione adulta. La Croazia, per esempio, è ferma al 46,9%. I due Paesi con il minor tasso di vaccinati sono Romania (31,9%9 e Bulgaria (20%), che stanno rivendendo le dosi acquistate e ormai prossime alla scadenza. Alla radice del fenomeno due fattori: da una parte, la mancanza di professionisti per somministrare i vaccini e, dall’ altra, la riluttanza dei cittadini, specialmente quelli che vivono nelle aree rurali.
31/08/2021

Farmaco per animali contro il Covid Ultima (folle) terapia dei negazionisti

Quotidiano Nazionale , 31/08/2021
Giulia Prosperetti
Negli Stati Uniti i Centers for disease control and prevention (Cdc) hanno segnalato come i casi di avvelenamento da ivermectina - un antiparassitario ad uso veterinario - si siano quintuplicati rispetto al periodo pre-pandemico. Il farmaco è di facile reperimento soprattutto tra gli allevatori e iI suo utilizzo per combattere il virus sì è rapidamente diffuso come 'cura domiciliare precoce' in ambienti no vax, contrari al vaccino ma pronti ad assumere farmaci in modalità off label.
30/08/2021

Un bollettino a parte per i non vaccinati. “Così rischi più chiari”

Il Messaggero, 30/08/2021
Francesco Malfetano, Diodato Pirone
Il Bollettino quotidiano sui contagi da coronavirus si sdoppia. Le regioni forniranno i dati distinguendo tra vaccinati e non vaccinati. In questo modo sarà possibile verificare l’effettiva gravità del contagio sul territorio e sarà chiaro il rischio corso da coloro che finora non si sono immunizzati: i ricoverati in condizioni gravi negli ospedali riguardano infatti quasi totalmente questi ultimi.
29/08/2021

Brusaferro: "L’Italia non è quella di un anno fa La scuola rimarrà aperta"

La Repubblica , 29/08/2021
Michele Bocci
“La possibilità di contrarre l'infezione è molto più bassa con il vaccino. Quella di trasmissione è ancora più remota, se attorno ci sono altre persone vaccinate, munite dunque di Green Pass” dichiara il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità e portavoce del Comitato tecnico scientifico, Silvio Brusaferro. Per quanto riguarda l’estensione della durata del green pass, Brusaferro spiega: “La copertura immunitaria è un fenomeno complesso. Sappiamo che negli immunodepressi o in chi ha il sistema immunitario debole c'è bisogno di più stimoli per garantire copertura nel tempo. Tra queste persone ci sono gli anziani. Riguardo a chi non ha problemi, gli studi dicono che la protezione c'è anche dopo 6-8 mesi, soprattutto dalle forme gravi. Visto anche ciò che si osserva per altri vaccini, l'ipotesi è che la durata possa arrivare a un anno. Ma dobbiamo essere prudenti. Così si è detto sì al Green Pass di 12 mesi, ma si deve essere pronti a modellare le misure sulla base di nuovi dati solidi accettati anche dalle agenzie regolatorie internazionali”.
 
Visualizzazione risultati 49-60 (di 100)
 |<  <  1 2 3 4 5 6 7 8 9  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni