Edicola

22/06/2021

Piano di rilancio italiano, oggi il via libera della Commissione

Il Sole 24 Ore, 22/06/2021
Beda Romano
La Commissione europea approva oggi il piano nazionale di rilancio economico (Pnrr) presentato dal governo italiano alla fine di aprile. Grazie al Pnrr l'Italia riceverà dalla Ue circa 70 miliardi di euro in sussidi e circa 120 miliardi di euro in prestiti. All’Italia sarà versata una prima quota, pari ai 13% del totale per una cifra di circa 25 miliardi di euro, svincolata da qualsiasi progetto o provvedimento. Questo anticipo è atteso, almeno in parte, per il mese di luglio.
22/06/2021

La strategia aree interne con una dote di 830 milioni

Il Sole 24 Ore , 22/06/2021
G.Pog.
Il Pnrr individua fra le priorità di intervento le Aree interne, che costituiscono circa tre quinti dell'intero territorio nazionale. A desse è destinato un fondo di 830 milioni, da investire per potenziare i servizi e le infrastrutture sociali di comunità e per rafforzare i servizi sanitari di prossimità, a partire dalle farmacie rurali. Questa misura si concretizza nell'assegnazione di risorse finanziarie pubbliche per incentivare i privati a investire nell'adeguamento delle farmacie per rafforzarne il ruolo di erogatori di servizi sanitari sul territorio, quali: assistenza domiciliare integrata; collaborazione a percorsi diagnostico-terapeutici previsti per patologie specifiche; erogazione di farmaci che il paziente è ora costretto a ritirare in ospedale; monitoraggio dei pazienti attraverso il fascicolo sanitario elettronico.
22/06/2021

Villani: «Si è rivelata efficacissima Conserviamo le abitudini Virtuose»

Corriere della Sera , 22/06/2021
Margherita De Bac
Paolo Villani, professore di Igiene e direttore del dipartimento di Sanità pubblica e Malattie infettive alla Sapienza, commentando la caduta dell’obbligo di mascherina all’aperto invita alla cautela: “In qualsiasi occasione all'aperto potresti dover indossa re la mascherina anche se non era programmato. Quando sei in fila per prendere un gelato, o per uno spettacolo teatrale oppure per fare il vaccino in un hub. Morale: la mascherina non può e non deve essere dimenticata, dovrebbe continuare ad essere vista come un oggetto da portarsi dietro automaticamente quando usciamo di casa, in quanto non avremo mai la certezza di non imbatterci in un assembramento in cui sarà necessario calzarla”. Grazie alluso delle mascherine, ricorda Villani, “le infezioni respiratorie sono crollate: niente più influenza, scomparso il morbillo, non solo in Italia”.
21/06/2021

La medicina trascura le donne

La Stampa , 21/06/2021
Linda Laura Sabbadini
“È necessario promuovere la ricerca pubblica e privata sulla medicina di genere e sostenerla finanziariamente”. Lo sottolinea Linda Laura Sabbadini, alla guida del Women20, l'engagement group del G20 sulle donne. “Le donne vivono la gravidanza, il parto, la menopausa. Hanno bisogni differenti nelle diverse fasi della vita. E così gli uomini. Differenti sono gli effetti delle cure, dei farmaci, degli stessi vaccini. Vogliamo che siano trasparenti queste differenze anche nelle strategie di cura. Dopo una pandemia come quella che abbiamo vissuto dobbiamo dotarci di una sanità che metta al centro la persona, che, attenzione, none neutra, e attraversa diverse fasi della vita”.
20/06/2021

Pregliasco: «Il caldo rallenta la nuova variante. Ma poi arriverà lo scenario inglese»

Corriere della Sera , 20/06/2021
Cristina Marrone
“Credo che ci attenda una estate abbastanza tranquilla - ipotizza Fabrizio Pregliasco, virologo e docente dell'Università Statale di Milano -. Il fatto di trascorrere più tempo all'aria aperta e i raggi ultravioletti che neutralizzano il virus sono due fattori che ancora una volta ci aiuteranno. Rispetto allo scorso anno abbiamo inoltre un'arma in più, i vaccini. Considerando solo gli over 12, che sono oggetto della campagna vaccinale, la percentuale della popolazione parzialmente protetta sfiora il 60%. Circa il 28% è completamente vaccinato e almeno le persone più anziane sono in una condizione molto più sicura rispetto a un anno fa. Tuttavia temo che potremo andare incontro a una situazione simile a quella che sta vivendo la Gran Bretagna. Il fatto che la variante Delta si stia diffondendo anche in Italia in un periodo climatico favorevole sarà però per noi un vantaggio, correrà più lentamente”
19/06/2021

Genomica e medicina rigenerativa il futuro della scienza passa da qui

La Stampa , 19/06/2021
Elena Cattaneo
“La genomica sta giocando un ruolo fondamentale anche nella ricerca su SARS-CoV2” afferma la scienziata Elena Cattaneo. Studiando le sequenze del genoma del nuovo Coronavirus “si può riuscire a ricostruire lungo quali traiettorie si è diffuso, a comprenderne la permanenza in un luogo nel tempo, a monitorare le varianti che lo rendono più o meno aggressivo e a mappare come si sviluppano e si distribuiscono i focolai di infezione su scala mondiale. Informazioni che possono aiutare le istituzioni a valutare l'efficacia di misure di contenimento, vaccini e cure e a sviluppare test per le varianti genomiche più frequenti in specifiche latitudini”.  Il sequenziamento del genoma è stato indicato dalla Commissione europea tra le azioni che è necessario potenziare per combattere efficacemente la pandemia, mentre l'OMS suggerisce di sequenziare almeno il 5% dei casi riscontrati per fotografare la circolazione delle varianti. “L'Italia – osserva Cattaneo - è in grande ritardo su questo fronte, con poco più dell'1% di casi sequenziati”.
18/06/2021

Galli: «Ancora emergenza, il Cts resti Guardia alta come a Londra»

Il Mattino, 18/06/2021
Emilio Fabio Torsello
“La mascherina sta diventando un feticcio che viene utilizzato come una clava da una parte e dall'altra per motivi politici ed elettorali” afferma Massimo Galli, ordinario di Malattie infettive all'Università Statale di Milano e primario all'Ospedale Sacco. “Io ritengo che la mascherina sia un presidio utile e come tale credo che vada mantenuta ma senza interpretarla come una sconfitta o una vittoria. Continuo a consigliarla a tutte le persone che, per quanto vaccinate, sono comunque fragili. La consiglio anche a quanti non sanno quale reazione in termini di anticorpi abbiano avuto dopo il vaccino. Va portata sicuramente al chiuso, ma magari anche all’aperto e sicuramente per i non vaccinati laddove c’è affollamento. Togliersi la mascherina non è un qualcosa che rende una persona più o meno libera”.
18/06/2021

Figliuolo: «Vaccini, il rischio zero non esiste Ringrazio lo sforzo del Paese»

Il Giornale , 18/06/2021
Chiara Giannini
“Le cifre parlano chiaro: abbiamo superato quota 44 milioni di somministrazioni. Significa che oltre 14,8 milioni di persone sono vaccinate, con la prima e la seconda dose, e che ad oltre 29,2 milioni di persone è stata somministrata una prima dose. Su una platea di più di 54 milioni di persone teoricamente vaccinabili, oltre il 54% ha ricevuto almeno una dose” afferma il commissario straordinario per l’emergenza Francesco Figliuolo. “Ma quello che conta è il netto calo dei ricoveri in terapia intensiva. Se l'Italia sta riaprendo e sta riscoprendo ‘il gusto del futuro’, come ha detto il presidente Mario Draghi, lo dobbiamo all'enorme sforzo corale del Paese”.
16/06/2021

Palazzo Chigi prorogherà lo stato di emergenza

La Repubblica, 16/06/2021
Michele Bocci
Lo stato di emergenza verrà prorogato, forse addirittura fino a dicembre. Il 31 luglio non si chiuderà quindi la stagione dei Dpcm (ormai peraltro rari) e delle strutture straordinarie dedicate alla lotta al coronavirus, come negli ultimi giorni era stato ipotizzato, più o meno apertamente, da ministri e sottosegretari. Non ci sarà neanche bisogno di soluzioni normative particolari per prolungare comunque l'incarico al commissario straordinario, generale Francesco Figliuolo, altra cosa che era stata prospettata per mantenere in sella il responsabile della campagna vaccinale con la fine formale dell'emergenza. Anche il Cts, ad esempio resterà così al suo posto. Non ci sono invece legami tra la proroga e l'eventuale cambiamento delle norme che regolano l'uso delle mascherine o dispongono le misure anti contagio.
16/06/2021

Tutto pronto per il green pass. la richiesta anche al medico. Non serve in hotel e ristoranti

Corriere della Sera, 16/06/2021
Massimiliano Jattoni dall'Asén
Ultimi ritocchi alla bozza del nuovo Dpcm sul certificato verde Covid19 (il nome ufficiale del green pass) in vista del 1° luglio, quando entrerà ufficialmente in vigore l'equivalente certificazione europea. La firma del presidente del Consiglio, Mario Draghi, sul decreto che stabilisce modalità di rilascio, funzionamento e revoca del certificato verde è attesa entro la fine della settimana. Introdotto dal decreto anti-Covid del 22 aprile 2021, poi modificato dal decreto del 18 maggio, il green pass servirà per andare a trovare gli anziani nelle Rsa, presenziare a spettacoli, fiere, convegni, congressi ed eventi sportivi con capienza maggiore di quella al momento consentita. E, forse, anche per entrare nelle discoteche, quando riapriranno. Ma il lascia-passare verde servirà anche per spostarsi liberamente lungo la Penisola nel malaugurato caso in cui alcune regioni dovessero tornare arancioni o, peggio, rosse.
15/06/2021

E' efficace il richiamo con farmaci diversi. E cosa fanno all'estero

Corriere della Sera, 15/06/2021
Margherita De Bac
Proprio ieri l'agenzia del farmaco Aifa si è espressa con un parere che verrà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale. Sì alle vaccinazioni combinate sotto i 60 anni se il ciclo è stato già avviato con AstraZeneca. Gli ultimi lavori hanno mostrato un rilevante potenziamento anticorpale e una buona capacità di produrre difese. Orientamento delineato anche nella circolare a firma di Giovanni Rezza, direttore della prevenzione al ministero della Salute: "Per persone che hanno ricevuto la prima dose di Vaxzevria (nome commerciale di Astrazeneca ndr) e sono al di sotto dei 60 anni il ciclo deve essere completato con una seconda dose a mRna (Comirnaty di Pfizer o Moderna) da somministrare a distanza di 8-12 settimane dalla prima dose".
15/06/2021

Le persone con demenza e le farmacie pensate per loro

Corriere della Sera Inserti, 15/06/2021
Dalla collaborazione tra Federazione Alzheimer Italia e Federfarma nasce ii progetto "Farmacie Amiche delle Persone con Demenza". Obiettivo: lottare contro lo stigma per migliorare la vita dei malati e dei loro familiari, indicato come prioritario anche dall'Organizzazione Mondiale della Sanità nel suo Piano Globale sulla Demenza. Attraverso l'area riservata del sito del sito federfarma.it, i farmacisti potranno consultare un vademecum con informazioni e dati relativi alla patologia: i numeri, i sintomi, il decorso e le possibili terapie in uso.
Visualizzazione risultati 49-60 (di 100)
 |<  <  1 2 3 4 5 6 7 8 9  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni