Edicola

04/04/2019

Medici in tutte le scuole contro bullismo e droghe

Libero, 04/04/2019
Caterina Maniaci
Il medico scolastico potrebbe tornare nelle aule. Secondo il ministro della Salute, Giulia Grillo. questa figura esistita in passato e "vittima" dei tagli finanziari e di esigenze cambiate, potrebbe essere reintrodotta a breve nella legge quadro sull'infanzia o con una delega. “Potrebbe essere in prima linea per combattere fenomeni come il bullismo e le dipendenze che minacciano i ragazzi in età sempre più acerbe”. Il medico a scuola, sottolinea Filippo Anelli, presidente della Fnomceo, “potrebbe far parte di un progetto a tutto tondo di educazione sanitaria, con un nuovo ruolo formativo”. Prima però occorre risolvere il problema della carenza di medici negli ospedali.
04/04/2019

Quando il farmaco non c’è

Altroconsumo Test Salute, 04/04/2019
Stefania Villa
“Sull’indisponibilità temporanea di alcuni farmaci non abbiamo i numeri – afferma il presidente di Federfarma Marco Cossolo - ma sappiamo che le farmacie segnalano  all'autorità competente le indisponibilità. In alcune regioni i colleghi hanno sperimentato un sistema in cui la segnalazione parte automaticamente appena la farmacia ordina invano il farmaco a più distributori. Stiamo studiando l'argomento, per agevolare e sveltire le segnalazioni”. Il problema, spiega Cossolo, è “che è consentita la vendita di prodotti da un paese Ue all'altro e che gran parte dei farmaci erogabili dal Ssn ha un prezzo più basso in Italia che in altri Paesi come Germania o Francia. Per questo sono esportati, del tutto legalmente, ma con esiti gravissimi per i pazienti”.
03/04/2019

Juncker e Gurria: l’Italia rilanci la crescita. Conte: arriva il decreto

Il Sole 24 Ore, 03/04/2019
Gerardo Pelosi
“Le autorità italiane facciano sforzi supplementari per mantenere in vita la crescita in Italia”. E’ l’appello del presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, secondo cui la previsione di una crescita italiana dell'1% va rivista al ribasso. Anche secondo il segretario generale dell’Ocse Angel Gurria l'economia italiana rallenterà :“la frenata sarà mondiale ed europea, quest'ultima soprattutto a causa del rallentamento della Germania; per l'Italia il Pil sarà intorno allo zero”. Il premier Giuseppe Conte sottolinea che tali previsioni sottovalutano gli effetti sulla crescita del reddito di cittadinanza, di quota 100 e del DI crescita che sarà varato a breve. “Quota 100 - afferma Conte - è una misura riparatrice di quella violazione del patto sociale” avvenuta con la riforma delle pensioni del 2011. E il reddito di cittadinanza “aggredisce un problema sociale cresciuto rapidamente nell'ultimo decennio, come quello della povertà”.
03/04/2019

Grillo: "Costretti a richiamare i medici in pensione. Negli ultimi vent’anni la politica ha fallito"

La Stampa, 03/04/2019
Flavia Amabile
Per porre rimedio al problema della carenza dei medici, il ministro della Salute Giulia Grillo afferma che “il lavoro con il Miur è continuo. C'è intento comune di rivedere le modalità di accesso ai test di medicina e nel complesso anche il sistema della formazione post laurea dei medici. Per me è la priorità assoluta. Senza mettere mano alla formazione non si può pensare di risolvere i problemi delle carenze di personale e delle fughe all'estero dei nostri giovani medici. Abbiamo già messo in questa legge di Bilancio oltre 900 borse di studio per la formazione di medici specialistici e oltre 1000 per i medici di famiglia. Con le Regioni abbiamo trovato l'accordo per superare il tetto alle assunzioni fermo da 10 anni. Una norma importante perché riapre il bacino delle assunzioni e inserisce una clausola sul divieto di esternalizzare i servizi. Il precariato è una piaga, diretta conseguenza di tutto quel sistema che voglio riformare”.
03/04/2019

Barra: «Il digitale cambierà le farmacie. E anche l’Italia dovrà adeguarsi»

Corriere della Sera, 03/04/2019
Elena Papa
“In generale, ci vorrà molto tempo prima che grandi gruppi possano comprare numeri significativi di farmacie in Italia” afferma Ornella Barra, co-chief operating officer di Walgreens Boots Alliance (Wba). “Basti pensare che nel Regno Unito, dove ci sono 12.000 farmacie, dopo 170 anni dalla nascita di Boots, abbiamo messo insieme soltanto 2.500 farmacie e ci sono ancora 6.000 farmacie indipendenti. Negli Usa abbiamo 10.000 farmacie, ma Walgreens è presente da 110 anni”. Wba in Italia sta portando avanti un test (a Milano sono state aperte tre farmacie Boots). “E se funzionerà - spiega Barra - vedremo come svilupparlo in futuro”.
02/04/2019

L’Ocse boccia reddito e quota 100 "Italia ferma, Pil come nel 2000"

La Repubblica, 02/04/2019
Roberto Petrini
L’Ocse boccia l'Italia su crescita, quota 100 e reddito di cittadinanza. Il giudizio è giunto ieri in occasione della presentazione dell'annuale "Economic survey". I numeri contenuti nel rapporto indicano per quest'anno "recessione secca": una contrazione del Pil pari a -0,2 % contro una previsione del governo dell'1%. Il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, ha commentato: “La congiuntura internazionale ci colpisce come colpisce la Germania perché siamo Paesi esportatori, ma stiamo adottando misure per contenere il rallentamento ed avere una crescita positiva anche nel 2019”.
02/04/2019

Mancano i medici negli ospedali Le Regioni richiamano i pensionati

La Stampa, 02/04/2019
Sempre più regioni in Italia richiamano i medici in pensione per garantire l’assistenza ospedaliera. Dopo il Molise, che ha fatto da apripista, anche Veneto e Friuli hanno adottato questa soluzione, alla quale stanno pensando di ricorrere anche Piemonte e Umbria. Si tratta di una misura temporanea sottolineano i governatori delle regioni interessate. Intanto, il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti ha annunciato che il prossimo anno l'aumento di studenti di medicina sarà del 30%: “La strozzatura è legata alle borse di specializzazione, per questo abbiamo stanziato 100 milioni che serviranno ad aumentare gli ingressi alle scuole”.
01/04/2019

Allarme di Tria, lite sulla crescita

Il Messaggero, 01/04/2019
Giusy Franzese, Diodato Pirone
Dopo Confindustria, anche il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, considera la previsione di “crescita zero” una prospettiva realistica. Al Festival dell’Economia Civile di Firenze, Tria ha ribadito di essere convinto che la ricetta dell'esecutivo possa funzionare a patto che la si smetta di “tifare contro l’Italia”. Di certo, ha ribadito il titolare di via XX Settembre, “nessuno ci chiede una manovra correttiva”, che rischierebbe di avvitare la crisi in un momento di frenata generale: “In Europa - ha spiegato Tria - c'è un rallentamento della crescita perché si è fermato il motore, la Germania”.
31/03/2019

Industria: 1° trimestre fermo, impatto zero sul Pil

Il Sole 24 Ore, 31/03/2019
Nel primo trimestre del 2019 la produzione industriale italiana è rimasta sostanzialmente ferma, con un calo stimato dello 0,1%, dopo il forte arretramento di fine 2018. È quanto emerge dall'analisi del Centro studi di Confindustria, secondo cui la domanda interna è stata ancora debole (specie negli investimenti) e la domanda estera ha risentito del rallentamento globale. Il contributo dell'industria alla dinamica del Pil è quindi considerato nullo e le prospettive di crescita per i mesi successivi sono orientate al ribasso. “Il Paese deve reagire, non fermarsi  alla constatazione della realtà”, commenta il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia.
31/03/2019

Spending review al palo. Volano pensioni e welfare

Il Sole 24 Ore, 31/03/2019
Marco Rogari
La spesa pubblica sociale sale dal 22,8% del triennio 2016-2018 al 23,6% del 2019. I tagli ai ministeri sono fermi a 850 milioni circa nel 2019 e dovrebbero essere poco più di 800 milioni l'anno nel biennio successivo: continua quindi a scendere l'asticella della revisione della spesa vera e propria, al netto delle riprogrammazioni e delle rimodulazioni. È quanto emerge dal dossier annuale della Ragioneria generale sugli effetti della legge di bilancio, a poche settimane dalla presentazione del Def che dovrebbe sancire, tra l’altro, la ripartenza della spending review.
29/03/2019

La spesa farmaceutica vede rosso, disavanzo 2018  oltre i due miliardi

Il Sole 24 ore, 29/03/2019
Barbara Gobbi, Rosanna Magnano
Secondo Iqvia la spesa farmaceutica ospedaliera quest’anno avrà  un disavanzo di oltre 2 miliardi sul tetto programmato del 6,9% della spesa sanitaria complessiva (112,7 mld euro).  A tale spesa  vanno aggiunti i costi per i gas medicinali e quelli per i farmaci innovativi ed oncologici (che rientrano in due fondi indipendenti da 500 milioni di euro ciascuno). Sotto controllo invece la spesa farmaceutica convenzionata, che dovrebbe rientrare nei parametri prefissati con un avanzo positivo di circa 780 milioni di euro.  Per il presidente di Farmindustria esiste una cattiva gestione delle risorse “se il mercato sta cambiando e esiste un uso maggiore di farmaci in ospedale, allora forse le risorse devono essere spostate. E la compensazione dei tetti è prevista anche nell’accordo Regioni Farmindustria sul pay back”.
29/03/2019

Il morbillo riesplode nel mondo

Italia Oggi, 29/03/2019
Marta Oliveri
Il morbillo riesplode nel mondo dopo che per 15 anni in tutti i continenti i casi erano diminuiti: grazie alle vaccinazioni tra il 2000 e il 2016 il numero dei casi si era ridotto da 853mila a 132mila su scala planetaria.   Invece tra il 2017 e il 2018  il numero  è raddoppiato. In molti hanno dimenticato la potenziale gravità del morbillo proprio perché il vaccino ha ridotto i casi e oggi il tasso di copertura vaccinale è ancora lontano da quel 95% raccomandato dall’OMS, malgrado il vaccino costi poco, circa un dollaro, e in molti Paesi sia rimborsato completamente.
Visualizzazione risultati 37-48 (di 6367)
 |<  <  1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni