Edicola

24/12/2020

Palù: «La mutazione del Covid? Non c’è motivo di dubitare dell`efficacia dei vaccini»

Corriere della Sera , 24/12/2020
Margherita De Bac
“Non stupisce che la variante britannica del virus già circolasse in Italia. Ma questo non deve allarmare e soprattutto non deve mettere in dubbio l'efficacia dei vaccini” afferma il virologo Giorgio Palù “Non lo dico per indorare la pillola. I dati preliminari provenienti da diversi gruppi di ricerca vanno in questa direzione. Non c'è motivo di preoccuparsi”.
24/12/2020

Spostamenti, shopping e autocertificazioni Da oggi la zona rossa, che cosa si potrà fare

Corriere della Sera , 24/12/2020
Monica Guerzoni
Fino al 6 gennaio in Italia gli spostamenti saranno vietati, sia pur con numerose deroghe. Si potrà uscire di casa per motivi di lavoro, salute e per comprovate urgenze, sempre con il modulo di autocertificazione. L'eccezione più importante rispetto ai mesi del lockdown riguarda la possibilità di uscire in due - oltre ai minori di 14 anni e le persone non autosufficienti - per visitare parenti e amici. Rimangono in vigore l'obbligo della mascherina al chiuso e all'aperto e il coprifuoco dalle 22 alle 5.
23/12/2020

Demicheli: «Report settimanali sugli effetti dei vaccini»

Il Sole 24 Ore, 23/12/2020
Barbara Gobbi
“Nell'elenco internazionale degli eventi avversi la prima voce è proprio il fallimento vaccinale; se una persona si ammala malgrado la profilassi, per noi quello è un evento avverso” spiega Vittorio Demicheli, presidente del Comitato scientifico Aifa per la sorveglianza dei vaccini anti-Covid in fase post marketing. Per questo motivo si procederà con test sierologici a tappeto post vaccino. “Con un progetto dello Spallanzani saranno riproposte le stesse sequenze dei trial adottate ai fini della registrazione del vaccino. L'obiettivo è capire se nella realtà si replicano gli stessi risultati ottenuti in fase di studio”.
23/12/2020

Europa, si spegne la ripresa Pil in calo del 7,3% in un anno

Corriere della Sera , 23/12/2020
Claudia Voltattorni
“Forte incertezza” e, “inasprimento delle misure di contenimento”: queste le previsioni per l'Europa dell’Eurozone Economic Outlook, secondo cui l'ultimo trimestre del 2020 non sarà positivo come quello precedente, registrando un -2,7 % del Pil. Consumi e investimenti frenano a causa dell'emergenza sanitaria e delle nuove misure di contenimento della diffusione del Covid adottate in tutti i Paesi dell'Eurozona, che hanno bloccato la ripresa inaspettata del terzo trimestre (+12,5% del Pil). Ma, secondo il rapporto, “la progressiva implementazione delle politiche di investimento legate al piano NextGeneration costituirebbe un ulteriore stimolo positivo”, che induce a prevedere un leggero recupero nel primo trimestre del 2021 (+0,7%), destinato a rafforzarsi nel secondo trimestre (+ 3%).
 
22/12/2020

Dalle televisite ai telereferti: partono le cure a distanza

Il Sole 24 Ore, 22/12/2020
Marzio Bartoloni, Barbara Gobbi
Governo e Regioni varano le linee guida contenenti le «Indicazioni nazionali per l'erogazione di prestazioni in telemedicina». Si va dalla televisita per i controlli medici in caso di diagnosi già accertata (non può sostituire la prima visita) al teleconsulto, che prevede l'interazione di più medici attraverso la condivisione di dati, referti, immagini e video. Con la teleconsulenza, invece, l’operatore sanitario  interpellato fornisce ad un collega indicazioni per la corretta esecuzione di azioni assistenziali rivolte al paziente, mentre con la telerefertazione il risultato di un’analisi strumentale viene trasmessa in forma digitale a corredo di una telediagnosi. Il documento è una risposta all’esigenza di garantire a distanza la necessaria assistenza ai pazienti positivi, ma anche a tutti gli altri malati lasciati “in sospeso” dalla pandemia.
21/12/2020

Nuovi farmaci a lunga durata Così si dimentica la malattia

L’Economia, 21/12/2020
F.ma.
Hiv: quale evoluzione auspica nelle terapie? Secondo i risultati dell'indagine internazionale «Positive Perspective» relativi all'Italia, a fronte di terapie efficaci - oltre sette persone su dieci ne sono soddisfatte -, solo il 31% di chi è malato di Hiv non vede spazi di miglioramento; il 56% ha cambiato la terapia per gli effetti collaterali, il 35% per ridurre il numero di compresse e il 29% per ridurre il numero di farmaci. I pazienti vorrebbero, da una parte, ridurre la quantità di farmaco da assumere per tutta la vita e, dall’altra, potersi sottoporre a trattamenti di lunga durata, che liberino dalla schiavitù della compressa quotidiana.
20/12/2020

Brusaferro: «Costretti alla linea dura»

Corriere della Sera , 20/12/2020
Margherita De Bac
“L'indice puntuale di trasmissione dei contagi, l'Rt, è cresciuto in una settimana da 0,77 a 0,87. Un segnale di rialzo indiscutibile, che non possiamo permetterci di sottovalutare” afferma il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro. “Poi ci sono i tassi di occupazione degli ospedali, superiori alla soglia anche se di poco: 33% delle terapie intensive, dove il valore di riferimento è 30%, 42% dell'area medica (40%). E i contagi anche negli ultimi giorni si sono mantenuti tra 15 e 20mila”. Se non ci fossero stati tanti indici di allerta “che indicano chiaramente un rischio di ripresa dell'epidemia non ci sarebbe stata la necessità di insistere con queste restrizioni in un periodo tradizionalmente caro a tutti come il Natale”.
19/12/2020

Magrini: «Entro marzo 4,5 milioni di vaccinati»

Corriere della Sera , 19/12/2020
Margherita De Bac
“In Italia 10mila operatori sanitari, medici e infermieri, si sono prenotati spontaneamente per la vaccinazione che consentirà in partenza di avere ospedali Covid free”, afferma Nicola Magrini, direttore dell'Aifa, che illustra il piano vaccinale anti-Covid in Italia. Successivamente “inizieranno regolari consegne settimanali destinate ai 222 punti di vaccinazione già indicati dalle Regioni, ai quali se ne aggiungeranno altri fino ad arrivare ai 300 concordati. Tutti dotati di celle frigorifere capaci di garantire la temperatura di conservazione del vaccino” scaglionare le vaccinazioni permetterà di “gestire meglio l'operazione, soprattutto nella fase iniziale. Verrà assicurata una disponibilità continua. Lo scaglionamento graduale è un vantaggio: consentirà anche aggiustamenti in funzione dei fabbisogni regionali”.
18/12/2020

Piero Angela: “Io lo farò, è sicuro Dobbiamo fidarci degli scienziati"

La Repubblica, 18/12/2020
Luca Fraioli
“Abbiamo ormai capito che il coronavirus è estremamente contagioso: appena si abbassa la guardia il contagio nella popolazione torna ad aumentare. Perché questo meccanismo si arresti è necessario raggiungere l'immunità di gregge, con il 70% delle persone refrattarie al virus. Ecco perché tutti dovrebbero vaccinarsi”. Così Piero Angela spiega l’importanza di vaccinarsi contro il Covid-19, sottolineando che “l'alternativa è non vaccinarsi e lasciare che il virus circoli sempre più, aumentando la sua forza e quindi anche il rischio di ammalarsi”.
18/12/2020

Vaccino-day il 27 l’Europa accelera. Ma è caos forniture

La Stampa , 18/12/2020
Alessandro Barbera, Marco Bresolin
In Europa il "V-Day" avverrà in maniera scaglionata. Fra il 27 e il 29 di dicembre, ottenuto il via libera dall'Ema, tutti i Paesi dell’Unione inizieranno le campagne di vaccinazione. Chi non è ancora pronto lo farà simbolicamente in attesa di riprendere a gennaio, gli altri avvieranno una somministrazione di massa almeno per le categorie a rischio.
17/12/2020

Brusaferro "Stiamo a casa Natale è la nostra occasione per fermare l’epidemia"

La Repubblica , 17/12/2020
Michele Bocci
“Il periodo natalizio è un'opportunità molto importante per abbassare ulteriormente la curva dei contagi” afferma il presidente dell'Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro. “L'obiettivo è arrivare a 50 casi per 100mila abitanti in una settimana, circa 5-6mila al giorno. Ora siamo poco sotto i 200. Raggiunta quella soglia, potremo garantire in tutto il Paese il tracciamento sistematico per ciascun nuovo contagiato. Stiamo decrescendo costantemente, ma i numeri sono ancora troppo alti. Se riusciamo ad abbassare ancora la curva affronteremo il nuovo anno in modo più sicuro”. Per questo motivo “dobbiamo stare il più possibile a casa con i nostri conviventi e limitare mobilità e aggregazioni. Siamo in fase di mitigazione e, per raggiungere l'obiettivo di abbattere i casi a 50 ogni 100mila, sono necessarie misure sociali. Più i provvedimenti sono restrittivi, più il numero dei casi e l'Rt si riducono rapidamente, cosa per noi fondamentale oggi ma anche e soprattutto in prospettiva futura”.
17/12/2020

Arcuri: «Dai più anziani in giù, così distribuiremo le dosi Non verrà perso nemmeno un minuto»

Corriere della Sera , 17/12/2020
Federico Fubini
Il commissario straordinario per l’emergenza Domenico Arcuri illustra le fasi della campagna vaccinale anti-Covid-19. Dopo personale sanitario e anziani nelle case di riposo, probabilmente “nel primo trimestre del 2021”, si inizierà “dagli 11 milioni di abitanti che hanno più di sessant'anni, a partire dai più anziani in giù. Nella seconda fase di vaccinazioni dovranno rientrare anche i lavoratori che svolgono servizi essenziali che li mettono a rischio: forze dell'ordine, scuola, trasporto pubblico e anche le carceri”.
Visualizzazione risultati 37-48 (di 100)
 |<  <  1 2 3 4 5 6 7 8 9  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni