Edicola

30/06/2021

Adesso non dimentichiamoci il buon uso delle mascherine

Avvenire, 30/06/2021
Vittorio A. Sironi
“Anche quando saremo protetti nei confronti di questo nuovo coronavirus e delle sue varianti e non dovremo più usarle in funzione antipandemica, sarà importante non dimenticare la lezione che l'impiego delle mascherine ci ha insegnato in questi mesi. Nell'ultima stagione invernale, nonostante la minor copertura vaccinale rispetto agli anni precedenti, l'influenza ha avuto un'incidenza estremamente contenuta (meno di un terzo rispetto alla media delle stagioni passate) e le infezioni respiratorie dovute ad altri virus (soprattutto nei soggetti anziani e con patologie broncopneumoniche croniche) sono crollate. Anche altre patologie infettive (per esempio il morbillo) così come le manifestazioni allergiche stagionali (rinite e asma) sono drasticamente diminuite”. Tutto questo grazie all'uso della mascherina, che si è rivelata un presidio efficace contro i germi patogeni, gli allergeni e l'inquinamento atmosferico.

30/06/2021

Mantovani: "Ma con la variante Delta Green pass solo dopo la seconda dose"

La Stampa – 30 giugno 2021, 30/06/2021
Francesco Rigatelli
Per contrastare efficacemente la diffusione della variante Delta del coronavirus, secondo l’immunologo Alberto Mantovani “siamo in ritardo, perché manca un programma nazionale di sequenziamento delle varianti con studi di funzione per capire se e quanto siano pericolose. Abbiamo un nemico che cambia e non possiamo non conoscerlo. Delta è la quarta variante che preoccupa, ma ce ne sono state tante e altre ne arriveranno. Bisogna prepararsi”. Ma a prescindere da come si evolverà il virus, prosegue Mantovani, abbiamo necessità di “sequenziare, vaccinare tutti e proteggere i 400mila italiani vulnerabili malati di tumore, con insufficienza renale, immunodepressi e con malattie neurodegenerative”.
29/06/2021

Recovery, regioni Ue in allarme: «Siamo escluse»

Il Sole 24 Ore – 29 giugno 2021, 29/06/2021
Giuseppe Chiellino
L’esclusione di regioni e comuni dall’elaborazione e dalla realizzazione dei piani di ripresa, riservando loro il solo ruolo di attuatori, “comporta il rischio di non sfruttare al meglio le possibili sinergie tra il Recovery plan e la politica di coesione europea» e potrebbe creare «sovrapposizioni e un effetto spiazzamento». Queste le principali osservazioni contenute in uno studio del Comitato europeo delle regioni (CdR), che rappresenta a Bruxelles gli enti locali dei 27 stati membri, basato sui Pnrr di otto paesi, compresa l’Italia.

29/06/2021

Vespignani - "Senza tracciamento e sequenziamento rischiamo un’altra ondata come Londra"

La Stampa – 29 giugno 2021, 29/06/2021
Francesco Rigatelli
“La velocità con cui la variante Delta diventerà dominante dipende dalla capacità di tracciamento e isolamento dei casi, dalle precauzioni dei cittadini e dalle indicazioni delle autorità sanitarie” spiega Alessandro Vespignani, epidemiologo computazionale alla Northeastern University di Boston. “Essa si diffonde velocemente tra i non vaccinati ed è cruciale continuare a premere l'acceleratore sulla campagna vaccinale. Le altre forme di contenimento, come tracciamento, isolamento e sequenziamento, sono sinergiche e permettono di rallentarne la diffusione guadagnando tempo per le vaccinazioni. È importante continuare a tenere basso il numero dei casi, perché se si perde il controllo del contagio si rischia di ripetere quello che stiamo vedendo nel Regno Unito”.

28/06/2021

Gentiloni: "Sul Recovery un patto senza precedenti"

La Repubblica – 28 giugno 2021, 28/06/2021
Claudio Tito
“II Recovery arriva al momento giusto. La ripresa è in atto. L'ottimismo è giustificato. L'Unione europea avrà almeno per i prossimi due anni una crescita economica tra il 4 e il 5%. È una cosa senza precedenti”. Questo il commento positivo del commissario europeo per l'Economia, Paolo Gentiloni, dopo l'approvazione di dodici Piani nazionali, tra cui quello italiano, da parte della Commissione. “L'annus horribilis - iniziato a marzo del 2020 - potenzialmente si chiude con la prima tranche di soldi del Next Generation Eu in arrivo tra un mese. Ma tutto dipende da noi italiani, tutti ci stanno a guardare. Abbiamo il debito più alto”.

27/06/2021

Brusaferro "Via le mascherine ma se i contagi risalgono saremo costretti a rimetterle"

La Repubblica – 27 giugno 2021, 27/06/2021
“Sappiamo che la vaccinazione, anche con una sola dose, può già essere efficace nel ridurre le forme cliniche gravi. Ma solo il ciclo completo garantisce una maggior sicurezza” afferma Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità e portavoce del Cts, che sottolinea: “Dobbiamo arrivare ad alte coperture rapidamente per tenere sotto controllo la circolazione (del virus ndr) anche nella stagione autunnale”.

26/06/2021

Variante Delta Draghi: "Vaccini e tracciamento per contenerla"

La Repubblica – 26 giugno 2021, 26/06/2021
Tommaso Ciriaco
Sequenziare la variante Delta in modo capillare; tracciare i nuovi focolai; completare i cicli vaccinali con due dosi: questa la strategia condivisa dai paesi Ue per evitare una recrudescenza dei contagi. “La pandemia non è finita - ammette il premier Mario Draghi - Non ne siamo ancora fuori. Quanto sta accadendo in Gran Bretagna sta creando incertezza anche sulla ripresa economica. A settembre, con la riapertura delle scuole e l'aumento della mobilità, non vogliamo trovarci nella stessa situazione del 2020. In un anno – chiosa Draghi - avremo pure imparato qualcosa”.
25/06/2021

Dopo la lezione del Covid la Sanità prova a rinforzarsi con 20 miliardi

Il Sole 24 Ore – 25 giugno 2021, 25/06/2021
Marzio Bartoloni
Trasformare la «casa» dei pazienti nel «principale luogo di cura». È uno degli obiettivi della sesta missione del Pnrr, dedicata alla salute. Una rivoluzione che sarà attuata grazie alla telemedicina e all'assistenza domiciliare integrata. L'intento è quello di curare a casa il 10% degli over 65 italiani-circa 1,4milioni - entro metà del 2026; oggi l’assistenza domiciliare è accessibile al 4% della popolazione interessata.

25/06/2021

Telemedicina cruciale per cambiare passo

Il Sole 24 Ore – 25 giugno 2021, 25/06/2021
Barbara Gobbi
La telemedicina rappresenta la chiave di volta per rilanciare riorganizzare e rilanciare il SSN: lo sottolinea l’Agenas (Agenzia per i servizi sanitari regionali), che dovrà monitorare l'effettiva realizzazione sul territorio della Missione Salute del Pnrr. Tre gli obiettivi di dettaglio: colmare le profonde differenze di assistenza i esistenti tra un'area e l'altra del Paese; migliorare i risultati dell’assistenza sanitaria e i percorsi dei pazienti, aumentare l'efficienza dei sistemi sanitari regionali grazie alla promozione dell'Assistenza domiciliare integrata (Adi) e di protocolli di monitoraggio da remoto. I pazienti sembrano ben disposti verso l’innovazione della telemedicina: secondo gli ultimi dati, con l'emergenza Covid l'uso delle piattaforme digitali sanitarie da parte dei pazienti e aumentato del 20% circa, passando dall'11% al 30%.

25/06/2021

Fascicolo sanitario, la messa a regime dev’essere una priorità

Il Sole 24 Ore – 25 giugno 2021, 25/06/2021
Francesca Cerati
La gestione e la valorizzazione dei dati in Sanità è una delle priorità indicate dal Pnrr, che destina 1,67 miliardi di euro al Fascicolo sanitario elettronico (Fse). I Fascicoli sanitari elettronici, seppur attivati per quasi tutta la popolazione italiana (a oggi sono quasi 33 milioni), sono spesso incompleti, privi delle informazioni e dei documenti più utili a medici e pazienti e, secondo una rilevazione di Doxapharma in collaborazione con l'Osservatorio innovazione digitale in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano, sono ancora poco conosciuti e utilizzati dagli italiani: solo il 38% ne ha sentito parlare e appena il 12% è consapevole di aver utilizzato lo strumento almeno una volta. “La messa a regime del Fascicolo sanitario elettronico deve costituire una priorità assoluta per il nostro Sistema sanitario e deve essere accompagnata da un'adeguata campagna di informazione perché la limitata consapevolezza della sua esistenza fra i cittadini rappresenta la principale barriera a una sua piena diffusione” afferma Paolo Locatelli, responsabile scientifico dell'Osservatorio innovazione digitale in sanità.

24/06/2021

Stato record nella pandemia: spesa a 1.139 miliardi, 69% del Pil

Il Sole 24Ore – 24 giugno 2021, 24/06/2021
Gianni Trovati
La relazione della Corte dei conti sul rendiconto generale dello Stato 2020 evidenzia che Io scorso anno gli stanziamenti complessivi di spesa pubblica hanno raggiunto 1.139 miliardi, corrispondenti al 69% del Pil, che con la pandemia si è contratto dell'8%, e ad un aumento del 30,7% rispetto agli 870 miliardi spesi nel 2019. L'impennata della spesa è stata spinta dalla fitta sequenza dei provvedimenti emergenziali che ha cadenzato tutto l'anno, e che ha gonfiato sia le uscite correnti (+22.6%) sia, soprattutto, quelle in conto capitale, triplicate rispetto a 12 mesi prima soprattutto per gli interventi di sostegno patrimoniale alle imprese.

24/06/2021

Magrini: «L’Italia donerà 70 milioni di dosi: solo così fermeremo la pandemia»

Corriere della Sera – 24 giugno 2021, 24/06/2021
Federico Fubini
“In Europa e in Italia abbiamo più del doppio del nostro stretto fabbisogno (di vaccini anti-Covid ndr) e con i nuovi ordini europei, altri 1,8 miliardi di dosi Pfizer (oltre 250 milioni per l'Italia), arriviamo a oltre tre volte” afferma Nicola Magrini, direttore generale dell'Agenzia italiana del farmaco. “Non è stato un errore. È stato il modo più giusto di affrontare l'emergenza, quando non si conosceva l'efficacia dei diversi vaccini. Ora la situazione è diversa e Mario Draghi ha già detto che doneremo 15 milioni di dosi”. Inoltre, prosegue Magrini, “Il G7 si è impegnato a donare un miliardo di dosi, dunque 500 milioni da parte dell'Europa e 60 o 70 milioni da parte dell'Italia. Verosimilmente ciò avverrà nelle prossime settimane”. Ma “dobbiamo sapere – conclude - che per offrire una copertura al Sud del mondo servono almeno quattro-sei miliardi di dosi”.
Visualizzazione risultati 37-48 (di 100)
 |<  <  1 2 3 4 5 6 7 8 9  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni