Edicola

06/10/2019

Fontana: «Se perde tempo l’autonomia la facciamo da soli»

Il Sole 24 Ore , 06/10/2019
Sara Monaci
Il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, di fronte ad un'ipotesi più "prudente" di percorso verso l'autonomia regionale, minaccia: “Se l'iter iniziato con il premier Gentiloni venisse bloccato agiremo di conseguenza. Faremo da soli una nostra legge regionale sulla scuola. Partiremo da qui. È inconcepibile che non possiamo tutelare la continuità scolastica dei nostri ragazzi. Per colpa delle leggi nazionali apriamo l'anno scolastico con 14mila cattedre vacanti. E questo solo per dirne una. Poi pensiamo alla Sanità: siamo a posto con i conti ma non possiamo assumere, ma aumentiamo le performance visto che dal Sud arrivano pazienti per curarsi qui”.
05/10/2019

Se curarsi è tutto un programma

Altroconsumo Test salute , 05/10/2019
Matteo Metta
Si chiamano terapie digitali e sono software impiegati nella cura di malattie croniche (diabete, ipertensione, cardiopatie, asma) o legate a fattori comportamentali e psicologici (depressioni, dipendenze, insonnia) sostituendosi o associandosi ai farmaci. Queste app possono essere scaricate dal paziente sul proprio smartphone solo se si possiede il codice fornito dal medico unitamente alla prescrizione. In pratica sono dei “farmaci digitali” che come principio attivo hanno un software anziché una molecola. Devono assicurare le stesse garanzie di un farmaco tradizionale sotto i profili dell'efficacia e della sicurezza, entrambe dimostrate con sperimentazioni che seguano i metodi della ricerca clinica universalmente condivisi. Uno dei molti esempi di farmaci 4.0 sperimentati è Propeller, un inalatore intelligente dotato di sensori collegati a un software, che aiuta chi soffre di asma ad assumere la giusta quantità di farmaco e a gestire meglio la malattia.
04/10/2019

Manovra, mancano altri due miliardi di coperture

La Repubblica, 04/10/2019
Valentina Conte, Roberto Petrini
A fronte di 29 miliardi di manovra, per 14,4 miliardi (lo 0,8% di Pil) si conta sulla flessibilità di Bruxelles, mentre per il resto la Nota di aggiornamento del Def (Nadef) elenca 12,6 miliardi di cui 7,2 dovrebbero provenire dalla lotta all'evasione fiscale. Il resto, 5,4 miliardi, verrebbe assicurato da spending review, taglio agli sgravi fiscali, rivalutazione dei terreni. “La riuscita di queste misure è una sfida – commenta l’articolo - ma comunque per arrivare a 29 miliardi ne mancano almeno 2 sui quali il governo non si è pronunciato dato che i risparmi di reddito, quota 100 e lo "sconto" legato al calo dei tassi d'interesse, sono già stati considerati”.
04/10/2019

Fanno guerra al contante ma crescono i furti online

Libero, 04/10/2019
Alessandro Giorgutti
La digitalizzazione dei pagamenti è una delle priorità dichiarate dal ministro dell'Economia Roberto Gualtieri nella Nota di aggiornamento al Def, con l’obiettivo di contrastare l'evasione fiscale e garantire “un migliore funzionamento dei mercati dei prodotti e dei servizi”. La tracciabilità dei pagamenti, però, potrebbe presentare alcuni problemi legati alla sicurezza: secondo i dati del Rapporto annuale dell'Associazione italiana per la sicurezza informatica (Clusit), gli attacchi informatici in tutto il mondo sono in aumento, soprattutto quelli finalizzati ad estorcere denaro. Gli attacchi informatici gravi registrati nei primi sei mesi del 2019 in tutto il mondo sono stati 757 (+1,3% rispetto allo stesso periodo del 2019). Gli attacchi compiuti a fine di estorsione sono l’'85% delle aggressioni totali (+8,3%). Il settore più colpito è stato quello della sanità, con 97 attacchi gravi e una crescita del 31% degli attacchi complessivi.
03/10/2019

Gualtieri: «Conti, servono 14 miliardi»

Corriere della Sera, 03/10/2019
Federico Fubini
Il 2,2% di deficit previsto nel Def aggiornato “assicura l'utilizzo pieno della flessibilità e consente di dare un'intonazione espansiva alla manovra, garantendo al tempo stesso una riduzione del debito” spiega il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri. “Anche il precedente governo ha usufruito della flessibilità ma, come si è visto, ci è arrivato dopo un lungo tira e molla. Questo aumenta i costi e riduce i benefici”. Per quanto riguarda “le risorse per finanziare la completa sterilizzazione delle clausole e le misure previste dalla manovra, al netto della flessibilità e altri fattori, sono in effetti circa 14 miliardi – prosegue Gualtieri -. Nella Nota (di aggiornamento al Def ndr) sono indicati gli ambiti di intervento che stiamo ora definendo più nel dettaglio. Sono fiducioso che con il contributo di tutti si arriverà a una soluzione equilibrata e condivisa.
03/10/2019

Ticket, Conte frena "Ci vorrà tempo"

La Repubblica, 03/10/2019
Michele Bocci
“Gli interventi sul superticket e sul ticket sanitario sono programmati non domani mattina ma in un arco di tempo più ampio”: il presidente del consiglio Giuseppe Conte ha precisato che si tratterà di un lavoro spalmato nel tempo. “Cambiare il sistema di calcolo del ticket sanitario – osserva l’articolo - è un'impresa complessa che parte da un dato significativo: il 71% delle prestazioni del servizio pubblico oggi sono erogate a cittadini esenti e non portano nulla nelle casse dello Stato. È sul restante 29% che bisogna rimodulare la tassa, riducendo la spesa di chi guadagna meno”.
02/10/2019

Addio al superticket, ma cure salate per i redditi più alti

Il Sole 24 Ore, 02/10/2019
Marzio Bartoloni
Addio al superticket da 10 euro su visite ed esami e riordino dei ticket. La bozza di un Ddl che sarà collegato alla manovra prevede che il peso della compartecipazione dei cittadini sia calcolato in base al reddito familiare equivalente («rapportato alla numerosità del nucleo familiare») secondo un criterio di progressività che dovrebbe tradursi in varie fasce contributive, con un limite massimo di spesa annua superato il quale non si dovrà più pagare. Un decreto Salute-Mef entro il 31 marzo del prossimo anno individuerà le «nuove quote di compartecipazione» per le prestazioni specialistiche e di diagnostica (i ticket sui farmaci al momento sono esclusi) identificando le prestazioni esenti e le esenzioni per «i soggetti vulnerabili privi di reddito».
02/10/2019

Sicilia, si spende il 16,9% in meno per medicine

La Sicilia, 02/10/2019
In Sicilia fra il 2014 e il 2018 la spesa farmaceutica è scesa del -16,9% - passando da 771 a 641 mln con un risparmio di 130 mln - “grazie anche alla rete delle farmacie territoriali indipendenti, che, fra l'altro, volontariamente contribuiscono in modo determinante al controllo dell'aderenza del paziente alla terapia prescritta dal medico, evitando sprechi”. Lo sottolinea Roberto Tobia, segretario nazionale Federfarma e presidente di Federfarma Palermo. La farmacia, quindi, è una “protagonista del 'sistema salute' che, pur facendo investimenti privati, esercita nell'interesse pubblico della salute dei cittadini e della sostenibilità economica del Sistema sanitario nazionale. In questo senso si sta muovendo la trattativa avviata tra governo, Regioni e rappresentanti della filiera, per definire un nuovo modello di remunerazione delle farmacie”.
02/10/2019

Le notti alcoliche dei quindicenni "Sbronze estreme per 4 su 10”

La Repubblica, 02/10/2019
Maria Novella de Luca
Si chiama binge drinking ed indica la pratica, purtroppo sempre più diffusa tra i giovani, di bere alcolici e superalcolici mischiati con il deliberato intento di ubriacarsi. Il  fenomeno è nato in Inghilterra, dove il bere smodato dei teenager è un'emergenza nazionale. Ma anche in Italia la situazione è allarmante: i dati diffusi dall'Istituto superiore di sanità indicano che  nel 2018 il 43% dei quindicenni (erano il 38% nel 2014) e il 37% delle loro coetanee (erano il 30% nel 2014) ha sperimentato negli ultimi 12 mesi la "sbronza estrema", ossia l'assunzione di 5 o più bicchieri di bevande alcoliche in un'unica occasione.
01/10/2019

Alt agli aumenti Iva, 21 miliardi da flessibilità Ue e antievasione

Il Sole 24 Ore, 01/10/2019
Marco Rogari, Gianni Trovati
La manovra 2020 varrà 30 miliardi e poggerà principalmente sul deficit aggiuntivo e sulla lotta all'evasione, che dovrebbero garantire 21 miliardi. Questo l’obiettivo del governo scritto nelle pagine della Nota di aggiornamento al Def (Nadef) approvata ieri sera dal consiglio dei ministri. La Nota promette la “completa disattivazione dell'aumento dell'Iva”, oltre all’alleggerimento della pressione fiscale e alla riduzione del cuneo sul lavoro. Il tutto dovrebbe essere possibile grazie a oltre 14 miliardi di deficit in più rispetto al tendenziale e a 7 miliardi di maggiori entrate da lotta all'evasione. Il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri si dice “fiducioso” sul via libera da parte dell’Ue.
01/10/2019

Farmacie, il 2% è di proprietà delle catene

Il Sole 24 Ore, 01/10/2019
Marzio Bartoloni
A due anni dalla legge sulla concorrenza che ha liberalizzato la proprietà delle farmacie, sono 400 le farmacie in mano a società di capitali, con duemila addetti e un fatturato complessivo di 700 milioni. Un numero che per il presidente di Federfarma Marco Cossolo comprende, tra l'altro, una eterogeneità di soggetti: “Accanto ai grandi investitori ci sono società di capitale di singole persone o anche cooperative tra farmacisti”. Cossolo ribadisce la necessità di apportare  aggiustamenti alla normativa, finché si è in tempo: “II processo ormai è in atto e non si può tornare indietro, ma proprio perché il fenomeno è ancora limitato è necessario fare delle correzioni per evitare in futuro rischi difficili poi da arginare. II tetto del 20% su base regionale non è sufficiente, credo che si debba intervenire mettendo un tetto a livello nazionale o in alternativa bisogna intervenire sulla quota di capitale”. Inoltre, “c'è bisogno di più trasparenza sulla composizione del capitale sociale, per evitare che dietro ai soggetti investitori ci siano capitali di dubbia provenienza legati al riciclaggio”.
01/10/2019

Due morti in hotel, farmacista indagato per oppioide venduto senza ricetta

Libero, 01/10/2019
FIL.MAN.
Sulla vicenda dei due giovani morti a Firenze, forse in seguito all’assunzione di un oppioide acquistato in farmacia senza ricetta, il presidente di Federfarma, Marco Cossolo, afferma: “se le circostanze saranno confermate, si tratta di un episodio molto grave. L'ossicodone è infatti un farmaco molto potente che deve essere dispensato assolutamente su presentazione di ricetta medica non ripetibile. Voglio inoltre ribadire che tutti i farmaci vanno presi solo quando servono ed è particolarmente importante non mischiarli all'alcool”.
Visualizzazione risultati 25-36 (di 6715)
 |<  <  1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni