Edicola

09/02/2019

Tria: "L’Italia sia affidabile o investimenti a rischio Sblocchiamo i cantieri"

La Stampa, 09/02/2019
Marco Zatterin
Oggi il principale interesse è “ristabilire la fiducia nei confronti dell'Italia, la fiducia dei cittadini e degli investitori, italiani e stranieri”. Lo afferma il ministro dell’Economia Giovanni Tria, che osserva: “La stabilità politica, come quella sociale, è molto importante in economia per dare sicurezza agli interlocutori. Se paragonato con gli altri, il governo italiano ha uno dei consensi più alti in Parlamento. Ciò dovrebbe consentire di presentarsi come "stabile" ed appare paradossale che non si sfrutti appieno questa caratteristica. E che al contrario si comunichi un senso di incertezza politica. Oltretutto i fatti contraddicono questa presentazione della realtà”.
09/02/2019

Oggi la raccolta del farmaco per quasi 600mila poveri

Avvenire, 09/02/2019
4500 farmacie hanno partecipato alla Giornata Nazionale di raccolta del farmaco, durante la quale i cittadini possono acquistare medicinali da automedicazione per donarli agli indigenti, promossa dal Banco Farmaceutico. Le farmacie contribuiscono all'iniziativa non solo ospitando i volontari e mettendo a disposizione i locali, ma anche con un contributo diretto sotto forma di erogazione liberale da parte dei titolari: nel 2018 hanno versato 620mila euro, impiegati poi dal Banco per attività benefiche.
08/02/2019

Bruxelles taglia le previsioni di crescita Tria: ma non c’è necessità di manovra

Corriere della Sera, 08/02/2019
Ivo Caizzi
La Commissione europea ha dovuto correggere le sue stime al ribasso per molti Paesi membri. L'1,2% del Pil, precedentemente attribuito all'Italia per quest'anno, è stato ridotto fino a 0,2%, il livello più basso dell'Ue come negli anni scorsi. La Germania e l'Olanda seguono con gli attesi 1,8% e 2,4% del Pil ridotti rispettivamente a 1,1% e 1,7%. Il commissario Ue per gli Affari economici Pierre Moscovici, presentando a Bruxelles le previsioni economiche intermedie (solo crescita e inflazione), ha detto che con l'Italia “non c'è nessuna ragione di accelerare”, cioè di chiedere una manovra correttiva. Ha rinviato il confronto a dopo le elezioni Ue del maggio prossimo, come previsto nell'accordo sul bilancio 2019 concluso nel dicembre scorso.
08/02/2019

Manca il personale in ospedale arrivano le infermiere robot

La Repubblica, 08/02/2019
A Bangkok un ospedale ha assunto tre infermiere-robot per sopperire alla mancanza di personale e di fondi per nuove assunzioni. Le tre umanoidi vestono in uniforme, scivolano lungo strisce magnetiche installate sul pavimento ed eseguono compiti molto semplici, come la consegna di documenti e medicine ai medici.
08/02/2019

Influenza al picco, 52 morti. In Europa record di morbillo

Il Messaggero, 08/02/2019
S.i.
Sono 832mila i casi di influenza verificatisi in Italia nell'ultima settimana. Dall'inizio della stagione si contano 282 casi gravi e 52 decessi, 13 dei quali negli ultimi 7 giorni in concomitanza con il numero massimo dei contagi. A tracciare un primo bilancio è la rete di sorveglianza epidemiologia Influnet dell'Istituto superiore di sanità (Iss), che conta quasi 5 milioni di italiani a letto da inizio stagione. Intanto, dagli Stati Uniti alle Filippine, passando per l'Europa, l'Oms lancia l'allarme morbillo: nel 2018 ci sono stati oltre 82mila casi di morbillo, il numero più alto del decennio, con 72 morti. La cifra è tre volte superiore rispetto a quella del 2017 e 15 volte rispetto a quella del 2016, l'anno del record negativo.
07/02/2019

La Ue taglia il Pil italiano a 0,2%. L`Ufficio bilancio arriva a 0,4%

Il Sole 24 Ore, 07/02/2019
Beda Romano
Secondo l'Ufficio parlamentare di bilancio (Upb), il Pil italiano aumenterà solo dello 0,4% nel 2019, mentre nel 2020 salirà dello 0,8 per cento. Anche la Commissione europea si appresta a rivedere le stime di crescita per il 2019, con un drastico taglio della sua ultima previsione sul Pil di novembre (1,2%). Nelle previsioni economiche che l'esecutivo Ue pubblicherà oggi, il Pil 2019 dell'Italia dovrebbe essere rivisto a 0,2%. Un dato che tiene in considerazione anche gli effetti della manovra. Il Fondo monetario internazionale (Fmi) critica reddito di cittadinanza e pensioni anticipate: il reddito rischia di essere un disincentivo al lavoro o di creare dipendenza dal welfare, mentre quota 100 potrebbe ridurre la crescita potenziale e aumentare i già elevati costi pensionistici.
07/02/2019

Così il Nord toglie a Roma il ruolo guida sulla Sanità

Il Messaggero, 07/02/2019
Andrea Bassi
Perdita di potere in materia di autorizzazioni e contratti dei medici, depotenziamento dell'Agenzia italiana del farmaco. Sono alcuni degli “effetti collaterali” dei progetti di regionalismo differenziato, le richieste di autonomia che Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna stanno trattando con il governo. “Già oggi”, spiega Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, “ci sono 21 sistemi sanitari differenti che generano diseguaglianze sia nell'offerta di servizi e prestazioni sanitarie, sia soprattutto negli esiti di salute”. Il regionalismo differenziato “finirà per legittimare normativamente il divario tra Nord e Sud”.
07/02/2019

Sanità, la svolta di Fontana non piace ai privati

Il Fatto Quotidiano, 07/02/2019
Il presidente della Lombardia Attilio Fontana intende cambiare il modello di sanità regionale e chiede ai privati di programmare le attività non in base ai propri fatturati, ma alle esigenze dei pazienti, fornendo innanzitutto le cure più necessarie e quelle con maggiori tempi d attesa. Attualmente il sistema sanitario lombardo equipara strutture pubbliche e strutture private, in nome della libertà di scelta del paziente. Impostazione unica in Italia, che ha lasciato, in realtà, ai privati la libertà di crescere, aumentare i fatturati e scegliere i settori dove offrire più servizi: quelli più remunerativi, lasciando al pubblico quelli che rendono meno e creando per alcune prestazioni lunghissime liste di attesa.
06/02/2019

Sabato la Giornata di raccolta farmaci

Il Messaggero, 06/02/2019
Sabato 9 febbraio torna in tutta Italia la Giornata di raccolta del farmaco. Nelle oltre 4500 farmacie aderenti all'iniziativa e che ne espongono la locandina sarà possibile acquistare uno o più medicinali da banco da donare alle persone indigenti. “In farmacia viviamo in quotidiano contatto con situazioni di grave disagio” afferma il presidente di Federfarma nazionale Marco Cossolo. “Sono sempre di più le persone che non possono permettersi un farmaco”.
06/02/2019

Grillo: «Autorevoli e conosciuti all’estero» Ecco i 30 nuovi esperti della Sanità

Corriere della Sera, 06/02/2019
Margherita De Bac
Il ministro della Salute Giulia grillo ha nominato i 30 nuovi esperti del Consiglio superiore di sanità. Sono tutti italiani, autorevoli a livello internazionale, impegnati anche nello studio di malattie rare e delle cellule staminali. “Nessuno spazio alla spartizione politica, basta guardare il ranking dal quale sono stati estratti i nomi degli esperti in base alle pubblicazioni sulle maggiori riviste scientifiche. Un lavoro schematico, trasparente, io neppure li conoscevo se non di fama. Così ho parato colpi e critiche” afferma Grillo, che annuncia: “Per prima cosa chiederò un documento sul Car T, la strategia terapeutica per la cura di alcuni tumori del sangue, rivoluzionaria e molto costosa. Tra gli esperti si discute se considerarlo un farmaco o una tecnologia e la distinzione non è una sottigliezza”.
06/02/2019

Garattini: Buttiamo via metà di questi farmaci

Panorama, 06/02/2019
Daniela Mattalia
Metà dei farmaci in commercio, sostiene il farmacologo Silvio Garattini, sono “perfettamente inutili”. Inutili perché di scarsa efficacia; oppure perché presi quando non serve farlo; o ancora perché superflui. “Oggi i medicinali vengono approvati a livello europeo, dall'Ema. La legislazione europea dice che devono garantire tre cose: sicurezza, efficacia e qualità” spiega Garattini. “Ma non dice la cosa più importante: qual è il valore in più di un farmaco rispetto a quello che già esiste in commercio. Noi scienziati da tempo insistiamo affinché sia valutato, oltre a «qualità, efficacia e sicurezza», anche il valore terapeutico aggiunto. Cosa che al momento non è richiesta”.
05/02/2019

La Ue taglia il Pil. Rinviato a giugno il verdetto sulla manovra-bis

Il Sole 24 Ore, 05/02/2019
Beda Romano
La stima di crescita economica italiana per il 2019 rischia di essere rivista drasticamente al ribasso dalla Commissione europea giovedì 7 febbraio, quando saranno pubblicate le nuove previsioni su Pil e inflazione. I dati rilanceranno con ogni probabilità i dubbi sulle scelte di politica economica del governo. Il ministero dell'Economia prevede per il 2019 una crescita dell'1%, mentre la Banca d’Italia ha di recente ribassato la sua stima allo 0,6%, come il Fmi, ma in entrambi i casi si trattava di valutazioni precedenti ai dati dell'ultimo trimestre. A novembre la Commissione prevedeva una crescita dell'1,2%. In ogni caso, eventuali raccomandazioni su manovre correttive sono posticipate a giugno, cioè dopo le elezioni europee.
Visualizzazione risultati 25-36 (di 6250)
 |<  <  1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni