Edicola

10/01/2021

Sicilia sempre più virtuosa sì piazza al quarto posto con 51.667 inoculazioni

La Sicilia , 10/01/2021
Antonio Fiasconaro
“I farmacisti, in linea con il loro costante impegno contro la pandemia, si sono preparati per tempo attraverso la frequenza di corsi professionalizzanti per la somministrazione dei vaccini e sono pronti, se autorizzati dal ministro della Salute, all'inoculazione dei vaccini contribuendo pienamente ad incrementare la campagna vaccinale anti-Covid grazie alla rete delle 19mila farmacie presenti in Italia”. Lo ha sottolineato il segretario nazionale e presidente di Federfarma Palermo Roberto Tobia. Il coinvolgimento delle farmacie consentirebbe di accelerare i tempi per arrivare alla piena copertura della popolazione il prima possibile.
09/01/2021

Richeldi: «Le chiusure di Natale faranno effetto dal 15 E gli anziani vaccinati eviteranno i ricoveri»

Corriere della Sera, 09/01/2021
Margherita De Bac
“Ogni ottantenne immunizzato avrà il 95% di possibilità in meno di sviluppare una polmonite e quindi di finire in ospedale” afferma il professor Luca Richeldi, pneumologo e componente del Comitato tecnico scientifico. Per quanto riguarda “l'immunità di gregge – precisa -, vale a dire perché tutta la popolazione si possa ritenere protetta dopo aver raggiunto una certa percentuale di copertura, bisognerà aspettare mesi. Intanto però abbiamo la conferma di aver cominciato col piede giusto dando la priorità della somministrazione a operatori sanitari e persone fragili”.
08/01/2021

Sanità, Sud e lavoro: più fondi per 20 miliardi. Ora la partita politica

Corriere della Sera , 08/01/2021
Federico Fubini, Enrico Marro
Il Mef ridisegna il Recovery Fund. Gli stanziamenti previsti per la Sanità crescono da 9 a 19,7 miliardi, considerando anche gli 1,7 miliardi messi a disposizione dal React Eu, i fondi del Recovery fund destinati all'emergenza Covid. Le risorse aggiuntive saranno destinate a pochi grandi progetti: 7,5 miliardi per rafforzare medicina territoriale e la telemedicina, 10,5 per il digitale.
08/01/2021

Cartabellotta: «Così la terza ondata rischia di sovrapporsi alla seconda in corso»

Corriere della Sera , 08/01/2021
“La terza ondata rischia di arrivare presto, quando ancora la seconda non ha affatto esaurito la sua forza. Dobbiamo prestare massima attenzione alle prossime due settimane: solo dopo la metà di gennaio capiremo gli effetti del decreto Natale sul contenimento dell'epidemia”. Lo sostiene Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, impegnata nel monitoraggio indipendente dell’epidemia di Coronavirus nel nostro Paese.
07/01/2021

Alla Sanità 18 miliardi, resta il nodo del Mes

Il Sole 24 Ore, 07/01/2021
Marzio Bartoloni
La dote per la Sanità nel Recovery plan raddoppia, raggiungendo quota 18,1 miliardi. Ma l'aumento effettivo delle risorse, in realtà, è di circa 3,5 miliardi perché altri 5,6miliardi sono riservati all'edilizia ospedaliera e fanno parte di un altro capitolo del Recovey plan, relativo a riqualificazione ed efficientamento energetico del patrimonio edilizio pubblico. Questi ulti fondi serviranno per costruire 63 nuovi ospedali in 3 anni e altri 170 da ristrutturare. La gran parte dei restanti 12,5 miliardi serviranno per potenziare le cure a casa e sul territorio e per accelerare il processo di digitalizzazione della sanità.
07/01/2021

Sì dell’Europa a Moderna adesso i vaccini sono due

La Repubblica , 07/01/2021
Alessandra Ziniti
L’Agenzia europea per i medicinali (Ema) ha approvato ieri la commercializzazione del siero anti-Covid prodotto da Moderna. Oggi la commissione tecnica dell'Aifa dovrà esaminare il dossier, autorizzare il vaccino in Italia – alla quale spettano un milione e 300 mila dosi nei prossimi tre mesi - e disporre le modalità di utilizzo da parte del Sistema sanitario nazionale. “La strada è ancora dura, ma è un altro passo avanti contro il virus” commenta il ministro della Salute Roberto Speranza.
06/01/2021

Palù: «Per metà giugno 15 milioni di persone saranno immunizzate Chieste forniture in più»

Corriere della Sera, 06/01/2021
Margherita De Bac
“Entro giugno dovremmo comunque aver assicurato la protezione dal virus a 15 milioni di persone fra operatori sanitari, ospiti delle residenze per anziani e popolazione sopra gli 80 anni. Significa aver messo in sicurezza i più a rischio e averli difesi dalle conseguenze letali del Covid-ig che riguardano i pazienti più fragili per età e presenza di patologie croniche”. Lo afferma il virologo Giorgio Palù, presidente dell' Aifa, che precisa: in questo modo l’epidemia “verrebbe contenuta. È vero, il virus continuerebbe a circolare nelle altre categorie di soggetti, soprattutto più giovani, meno esposti alle conseguenze gravi della malattia. Una certezza l'abbiamo: i vaccini finora autorizzati sono molto efficaci oltre che sicuri”.
05/01/2021

Federfarma: «La norma c’è, siamo pronti a iniziare subito»

Il Messaggero, 05/01/2021
“Per somministrare i vaccini anti Covid in farmacia la norma c'è e noi siamo disponibili a iniziare sin da ora. Bisogna solo definirei protocolli”. Lo sottolinea Marco Cossolo, presidente di Federfarma. “Coinvolgere i farmacisti nella somministrazione dei vaccini - precisa Cossolo - è una misura di buon senso, perché ad oggi è stato somministrato un numero di dosi inferiore rispetto a quelle disponibili.”
05/01/2021

Virus, verso una nuova stretta Sarà vietato spostarsi tra regioni

La Repubblica , 05/01/2021
Carmelo Lopapa
Sapevamo che dicembre sarebbe stato un mese critico e infatti siamo ritornati un po’ più su, con un Rt a 0,93: per questo dobbiamo tenere il sistema sotto controllo” afferma il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia. “Gli interventi fatti a Natale hanno evitato che in Italia ci fosse il liberi tutti. A differenza di altri paesi noi non siamo fuori controllo ma in queste ore nei pronto soccorso c'è un via vai che deve preoccuparci.” Per questi motivi il Governo sta valutando nuove misure restrittive: dalla modifica dei criteri per definire il “colore” delle Regioni, al prolungamento – fino al 15 gennaio - del divieto di spostamento tra le regioni.
04/01/2021

Tutte le novità al via nel 2021 tra emergenze, aiuti e bonus

Il Sole 24 Ore, 04/01/2021
Antonello Cherchi, Michela Finizio
“Esoneri contributivi, sconti fiscali e incentivi. Nuove regole, proroghe, piani di rilancio e politiche mirate. Complice l'emergenza Covid-19, che ha spinto l'acceleratore di alcune riforme e reso urgenti misure di sostengo straordinarie, l'agenda dell'anno nuovo è ricca di novità, al debutto direttamente il 1° gennaio o che entreranno in vigore nei prossimi mesi, anche se - spesso - vincolate all'approvazione dei decreti attuativi. Un quadro variegato frutto di un articolato sistema normativo che ha preso le mosse dai tanti provvedimenti anti-pandemia emanati nel corso di questi mesi di emergenza ed è culminato nella struttura della manovra di fine anno: un solo articolo con 1.150 commi”.
03/01/2021

Brusaferro: «Normalità? È troppo presto»

Corriere della Sera, 03/01/2021
Margherita De Bac, Fiorenza Sarzanini
“Viviamo in una pandemia, il virus circola diffusamente nel nostro Paese e i servizi sanitari sono sotto stress”. Per Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità e componente del Comitato tecnico-scientifico, “non è il momento di rilassarsi. Tutti i dati mostrano che l'epidemia non è finita, è ancora in una fase molto pericolosa. Abbiamo però imboccato la strada per controllarla grazie ai vaccini”. Occorre “evitare che la curva riparta – continua Brusaferro - e questo si può fare adottando con rigore e sistematicamente le misure di prevenzione che ormai gli italiani conoscono: mascherina, distanziamento, igiene delle mani, no assoluto agli assembramenti. Il ragionamento ‘va bè, ora c'è il vaccino e allora posso riprendere a fare come prima’ non è corretto” sottolinea Brusaferro: “al contrario, pensarla così finisce per favorire la circolazione del virus”. In questa fase, infatti, la vaccinazione “serve a proteggere le categorie a rischio, vale a dire operatori sanitari e anziani delle residenze sanitarie. Nelle prossime settimane e mesi potremo progressivamente raggiungere tutte le fasce della popolazione”.
02/01/2021

Il «fattore virus» che determina una pandemia

Corriere della Sera , 02/01/2021
Ilaria Capua
“La pandemia del 2020 ci informa che la sua evoluzione è particolarmente dipendente dal comportamento dei singoli individui e dai sistemi in cui gli individui operano” afferma la scienziata Ilaria Capua. “È indubbio che la diffusione accelerata in tutto il globo terracqueo sia avvenuta grazie alla movimentazione di persone infette sia a livello internazionale, che nazionale e locale fino a livello di frazione del più piccolo comune. Chiamiamolo quindi «fattore individuo» e questo comprende oltre alle caratteristiche dell'individuo stesso e la sua recettività personale all'infezione anche, per esempio, la sua mobilità”. A questo si aggiunge un altro, inedito, fattore quello dei social media: “è attraverso il delirio di messaggi che si muovono nella connettosfera dei social e attraverso l'amplificazione di informazioni ambigue emesse da media anche molto accreditati – sostiene Ilaria Capua - che si determina quello che succede al «fattore virus». Insomma è verosimile che i principali determinanti della pandemia del 2020 saranno quelli virtuali e paradossalmente influenzeranno l'evoluzione pandemica molto di più del fattore virus e del fattore individuo messi insieme. Una pandemia reale che si evolve spinta soprattutto da forze che nel mondo biologico non esistono. Quelle virtuali.”
Visualizzazione risultati 13-24 (di 100)
 |<  <  1 2 3 4 5 6 7 8 9  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni