Edicola

31/03/2021

Stretta sui viaggi di Pasqua: isolamento di 5 giorni e tampone. Le regole per il rientro dai Paesi Ue

Corriere della Sera, 31/03/2021
Monica Guerzoni e Fiorenza Sarzanini
Chi arriva dall'Italia da un Paese dell'Unione europea dovrà sottoporsi a tampone e rimanere in isolamento fiduciario per 5 giorni. La regola, in vigore da oggi fino al 6 aprile, vale anche per gli stranieri intenzionati a venire nel nostro Paese per trascorrere le festività pasquali. L'ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza equipara gli arrivi dagli Stati che fanno parte del sistema Schengen a quelli extra, anche se in quest'ultimo caso la qaurantena è di 14 giorni.
30/03/2021

I vaccini anche in farmacia. Draghi: "A luglio l'immunità. Riaperture? programmiamole"

Corriere della Sera, 30/03/2021
Marco Galluzzo
"Dobbiamo lavorare insieme con un sincero rapporto di collaborazione, insieme si riuscirà a vincere questa battaglia". Ancora una volta Mario Draghi invita le Regioni a fare sistema, a lasciare da parte le polemiche, ad istituire un rapporto virtuoso e costruttivo con lo Stato. Nel vertice con le Regioni i dissapori e le incomprensioni di alcuni giorni fa sembrano dissipati, restano deìle divergenze sulle riaperture, ma non sugli obiettivi di fondo.
30/03/2021

Entro sabato attese 3 milioni di dosi. E dal 19 aprile consegne di Johnson&Johnson

Il Mattino, 30/03/2021
Diodato Pirone
Lunedì 19 aprile arriveranno in Europa le prime dosi di Janssen, l'attesissimo vaccino anti Covid-19 dell'americana Johnson& Johnson che sarà infialato e inscatolato nel Lazio in una fabbrica del distretto farmaceutico di Anagni. Si tratterà della vera svolta della campagna vaccinale perché Janssen è monodose, cioè basta una sola iniezione per acquisire la protezione dal Sars CoV-2. E questo significa che le 26 milioni di dosi di questo vaccino acquistate dall'Italia valgono in realtà il doppio,
30/03/2021

Vaccini in farmacia: "Prenotazioni ad aprile, ventimila al giorno"

Repubblica Roma, 30/03/2021
Rory Cappelli, Arianna Di Cori
Dopo due mesi di trattative, ieri è arrivato il via libera della Regione: i farmacisti potranno eseguire i vaccini nel loro esercizio. Una svolta arrivata anche grazie al DI Sostegni dove si stabilisce che il farmacista, previa formazione specifica, potrà inoculare il vaccino anticovid direttamente in farmacia. "Abbiamo quasi chiuso gli accordi con la Regione", afferma Alfredo Procaccini, vicepresidente Federfarma Roma e vice presidente nazionale Federfarma.
29/03/2021

Passaporto sanitario disponibile a giugno. Ma come funzionerà?

Corriere della Sera, 29/03/2021
Stefano Montefiori
Il commissario europeo al Mercato interno e responsabile dei vaccini, il francese Thierry Breton, ha scelto Parigi e non Bruxelles dove lavora di solito, per annunciare la nascita del passaporto sanitario europeo, Io strumento che dovrebbe segnare ravvicinarsi di un ritorno alla vita quasi normale per 450 milioni di cittadini europei. A che cosa servirà? Potrà essere usato per velocizzare i controlli alle frontiere negli aeroporti e sui treni, traghetti e autostrade e quindi rendere più facile viaggiare. Ma avrà un'ultilità anche all'interno di un Paese, ad esempio per entrare nei luoghi pubblici o partecipare a "manifestazioni importanti", ha detto Breton, come concerti o altri eventi collettivi.
26/03/2021

Una legge per la banda larga Sanzioni se non arriva In tempo

La Repubblica, 26/03/2021
Aldo Fontanarosa
II governo Draghi pensa a una legge per la banda larga. Si tratterà di un piano straordinario di interventi che preciserà in quali aree del Paese la fibra ottica va portata e con quali tecnologie d'avanguardia; indicherà il 2026 come termine ultimo per la realizzazione della infrastruttura e, infine, le velocità di navigazione che le famiglie, le imprese e gli uffici pubblici dovranno trovare, usando Internet. La realizzazione di questi obiettivi verrà affidata a una nuova società nazionale della rete, anche a maggioranza privata, ma soggetta a requisiti e scadenze stringenti.
26/03/2021

Il vaccino anti-covid e gli italiani

Corriere Innovazione , 26/03/2021
Uno studio qualitativo coordinato dall'Università di Vienna esplora le motivazioni che caratterizzano le posizioni, spesso ambivalenti, degli intervistati rispetto ai vaccini. Secondo gli autori bisogna andare oltre le categorie astratte come quella di «no-vax» o «pro-vax», il cui utilizzo limita la possibilità di un dibattito costruttivo. Un primo dato interessante è la discrepanza tra l'attitudine mostrata dagli intervistati quando pensano ai vaccini Covid-19 in maniera astratta e quando riflettono sul vaccino in modo più personale. Dalle interviste emerge fiducia nelle istituzioni sanitarie, a fronte di una diffidenza diffusa nei confronti dei media tradizionali - quotidiani e televisioni, foriere di "propaganda" e "balletti di circo" - e dei social network.
25/03/2021

DI Sostegni, 20 decreti per attuarlo

Il Sole 24 Ore , 25/03/2021
Alberto D’Argenio
II decreto legge Sostegni ha appena iniziato il suo iter al Senato per la conversione in legge, con l’esame da parte delle commissioni Bilancio e Finanze. Nel mentre, sono già stati avviati i procedimenti dei provvedimenti attuativi da varare per rendere operative le misure adottate dal governo. Nel complesso sono previsti 21 atti, tra decreti ministeriali e provvedimenti delle autorità competenti. Il primo ha già avuto il via: l'agenzia delle Entrate ha infatti pubblicato online il modello e le istruzioni per richiedere il nuovo contributo a fondo perduto.
25/03/2021

Al via il «meccanismo» per bloccare l’export Ma Londra e l`Europa raggiungono un`intesa

Corriere della Sera , 25/03/2021
Francesca Basso
Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, oggi entra in vigore il nuovo meccanismo per la trasparenza e l'autorizzazione all'export fuori dall'Unione dei vaccini anti-Covid prodotti nell'Ue, approvato ieri dalla Commissione europea. Il provvedimento introduce i criteri della «reciprocità» e «proporzionalità» nella valutazione degli stock di dosi che devono lasciare l'Ue. L'obiettivo è fare in modo che gli Stati membri e la Commissione verifichino che le esportazioni, di cui viene fatta richiesta, non costituiscano una minaccia per la sicurezza dell'approvvigionamento dei vaccini e dei relativi componenti nell'Unione.
24/03/2021

La spinta del Recovery plan al lavoro: fino a 1,3 milioni di nuovi posti in cinque anni

Il Sole 24 Ore, 24/03/2021
Giorgio Foglietti, Claudio Tucci
Sotto la spinta del Next Generation Ue tra il 2021 e il 2025 l'occupazione in Italia potrebbe crescere più o meno di un milione di unità. In particolare, si ipotizzano 933.200 nuovi posti, nel caso di uno scenario economico avverso, legato alla recrudescenza del virus. Altrimenti l'aumento dell'occupazione potrebbe sfiorare quota 1,3milioni di unità. Sommando a questa componente "espansiva" gli oltre 2,6 milioni di occupati che dovranno essere sostituiti per il naturale turn-over, si può ipotizzare un fabbisogno complessivo di lavoratori tra 3,5 e 3,9 milioni di unità. Le stime sono contenute nelle “Previsioni dei fabbisogni occupazionali e professionali in Italia nel 2021-2025”, elaborate da Unioncamere-Anpal.
24/03/2021

Franco: per gli aiuti un addio graduale verso la fine dell’anno

Il Sole 24 Ore , 24/03/2021
Gianni Trovati
Il persistere della pandemia ha prodotto nel primo trimestre di quest'anno una caduta del Pil che, secondo i calcoli del Mef, dovrebbe rivelarsi “lieve” ma, soprattutto, dovrebbe essere l'ultima. Le previsioni elaborate dal ministero parlano infatti di “un recupero nel secondo trimestre e un'accelerazione della ripresa nel terzo e nel quarto”, con un “graduale ritorno alla normalità verso maggio e giugno”. In questa prospettiva, afferma il ministro dell’Economia Daniele Franco, sarà possibile procedere ad un’eliminazione graduale degli aiuti “verso la fine dell'anno”.
24/03/2021

Draghi: dal Sud con il Recovery può ripartire tutto il Paese

La Repubblica , 24/03/2021
Roberto Mania
“Per la prima volta da tempo abbiamo l'occasione di aumentare la spesa in infrastrutture fisiche e digitali, nelle fonti di energia sostenibili” ha affermato il presidente del Consiglio, Mario Draghi, intervenendo all'iniziativa "Sud-progetti per ripartire" promossa dalla ministra per il Sud e la Coesione territoriale Mara Carfagna. I fondi europei a disposizione devono essere ben utilizzati: come sottolinea Draghi, “abbiamo imparato che tante risorse non portano necessariamente alla ripartenza del Mezzogiorno. Ci sono due problemi: uno è l'utilizzo dei fondi europei, l'altro la capacità di completamento delle opere pubbliche. A fronte di 47,3 miliardi programmati nel Fondo per lo sviluppo e la coesione dal 2014 al 2020, alla fine dello scorso anno erano stati spesi poco più di tre miliardi, il 6,7%. Nel 2017, in Italia erano state avviate ma non completate 647 opere pubbliche. In oltre due terzi dei casi, non si era nemmeno arrivati alla metà. Il 70% di queste opere non completate era localizzato al Sud, per un valore di 2 miliardi. Divenire capaci di spendere questi fondi, e di farlo bene, è obiettivo primario di questo governo”.
Visualizzazione risultati 13-24 (di 100)
 |<  <  1 2 3 4 5 6 7 8 9  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni