Edicola

11/10/2019

Frodi, abusi e costi alle stelle La Sanità brucia 20 miliardi in servizi inutili per il malato

La Stampa, 11/10/2019
Paolo Russo
Nella sanità, sempre alle prese con problemi di bilancio, ogni anno il 20% dei fondi (oltre 20 miliardi di euro) se ne vanno in spese che non portano alcun beneficio ai pazienti. Circa 6,5 miliardi si sperperano per servizi e prestazioni non necessari o per curare gli effetti avversi da diagnosi eccessivamente tragiche e conseguente sovrabbondanza di trattamenti. Altri 3,2 miliardi vengono spesi per il peggioramento delle condizioni di salute degli assistiti, provocato dalla mancata erogazione di cure necessarie. Ci sono poi i soldi persi tra frodi e abusi, acquisti dai costi eccessivi, mancato coordinamento nell'attività di assistenza. Questa la fotografia degli sprechi in sanità scattata da una ricerca condotta da Fiaso (Federazione delle Aziende sanitarie e ospedaliere) e l'Osservatorio E-Healt.
11/10/2019

Il nuovo ruolo sociale delle cattedrali dei consumi

Il Sole 24 Ore, 11/10/2019
Carlo Carboni
La funzione sociale di creazione di posti di lavoro passa progressivamente dai grandi complessi industriali, sempre più digitalizzati e labour saving, ai grandi complessi di servizi - tra i quali quelli commerciali - divenuti luoghi della società dei consumi. La familiarità con i grandi luoghi commerciali rende più attraente anche lavorarvi. Così, mentre si fanno maxi-concorsi selettivi nella grande distribuzione organizzata, alcuni industriali del nord cercano operai ad oltre 1500 euro al mese, senza trovarli. La terza rivoluzione tecno-industriale, quella informatica e di Internet, ha costretto questi grandi complessi commerciali ad adeguarsi rapidamente alla rete e alle nuove tecnologie digitali, ma li ha resi anche più esposti alla concorrenza dell’e-commerce.
10/10/2019

Misiani: i ticket cambieranno ma senza colpire i ceti medi

Corriere della Sera, 10/10/2019
Enrico Marro
La prossima manovra “tutelerà i ceti medi”, sia sul fronte delle tasse sia su quello della sanità. Lo afferma il viceministro all’Economia Antonio Misiani, che sottolinea come l'aumento di due miliardi nel 2020 e di un miliardo e mezzo nel 2021 previsto dalla legislazione vigente sia “una scelta politica importante e non scontata. Un aumento del fondo sanitario di queste dimensioni non avveniva dal 2014, quando peraltro fu imposto da una sentenza della Corte Costituzionale. La riforma dei ticket è un processo graduale che avvieremo e nel quale staremo ben attenti a tutelare i ceti medi. È la stessa preoccupazione che ci guiderà nella riforma dell’irpef, anche questa un percorso a tappe”.
10/10/2019

Sanità, il fondo sarà sganciato da Pil. Speranza: aumento è certo

Avvenire, 10/10/2019
L'aumento del Fondo sanitario nazionale è garantito e non sarà legato all'andamento economico generale del Paese. Lo ha annunciato il ministro della Salute Roberto Speranza al congresso della Fimmg, spiegando che è stato cancellato il secondo comma dell'articolo 1 del Patto per la salute, che vincolava l'aumento del Fondo sanitario alla situazione complessiva finanziaria dell'Italia. Quindi dovrebbero essere stanziati 2 miliardi in più per il 2020 e 1,5 per il 2021.
10/10/2019

Ricetta anti BZD: così il Regno Unito ha invertito l’onda

Il Fatto Quotidiano, 10/10/2019
Sabrina Provenzani
Si celebra oggi la Giornata mondiale della salute mondiale, quest’anno dedicata al suicidio. Ogni 40 secondi una persona si toglie la vita. In 38 Paesi è stata attivato, seguendo le raccomandazioni dell'Oms, un piano nazionale di prevenzione del suicidio: 13 in Europa. L'Italia non è tra questi, non ha un piano nazionale. Nel  Regno Unito, invece, esiste addirittura un ministro per la prevenzione del suicidio ed esistono precise linee guida per limitare l’uso delle benzodiazepine.
09/10/2019

Prima operazione di telechirurgia in 5G

Il Sole 24 Ore, 09/10/2019
Enrico Netti
È stato effettuato ieri il primo intervento (si è trattato di un trial) di telechirurgia laser su rete 5G in Italia. Grazie alla banda ultra-larga, il chirurgo ha controllato in tempo reale il robot azionando laser e pinze manipolatrici, seguendo su un visore per la realtà aumentata l'area d'intervento. Così ha operato il paziente, disteso su un lettino a circa 20 km di distanza.
09/10/2019

L’Italia avrà 345 parlamentari in meno Di Maio esulta: "È la vittoria dei cittadini"

La Stampa, 09/10/2019
I.Lomb.
La riforma costituzionale che riduce il numero di parlamentari diventa legge. Ci saranno 345 deputati e senatori in meno. “E' una grandissima vittoria degli italiani” commenta Luigi Di Maio. “Non è in discussione la centralità del parlamento come dice qualcuno. Abbiamo stabilito un percorso per mettere a posto i regolamenti, le leggi elettorali, per fare in modo che si attivino tutti i pesi e contrappesi che servono a questa riforma”.
09/10/2019

Alto Friuli, nuovi servizi in farmacia

Il Gazzettino, 09/10/2019
Un accordo che mette al centro le farmacie come principale strumento di diffusione della cultura della prevenzione, come supporto alle attività di monitoraggio e come importante punto di primo contatto con la popolazione, in particolare anziana e fragile. Questi, in estrema sintesi, i punti dell'accordo siglato tra Azienda Sanitaria 3 e Federfarma Udine. "Finalmente iniziamo la sperimentazione prevista dall'accordo quadro regionale. Si tratta di un cambiamento per valorizzare la farmacia come rete diffusa del Servizio sanitario pubblico, soprattutto nelle aree più marginali, dove a volte l'unico presidio sanitario esistente e proprio la farmacia che può validamente supportare il medico di famiglia" afferma il presidente di Federfarma Udine, Luca Degrassi.
08/10/2019

Medicina, il Nobel ai tre scienziati che svelano il respiro delle cellule

Corriere della Sera, 08/10/2019
Adriana Bazzi
Il premio Nobel per la Medicina è stato assegnato quest’anno a tre ricercatori - Peter J.Ratdiffe, Gregg L. Semenza, William G. Kaelin - per le loro scoperte su “come le cellule rilevano e si adattano alla disponibilità di ossigeno”. I tre scienziati hanno identificato i meccanismi che a livello molecolare regolano l'attività dei geni a seconda dei livelli di ossigeno di cui possono disporre le cellule. Le loro scoperte hanno aperto la strada a nuovi ambiti di ricerca per contrastare patologie come l'anemia e per il trattamento di alcune forme di tumore.
08/10/2019

La nostra salute venduta sul web

La Repubblica, salute, 08/10/2019
Rosita Rijano
Un recente studio di Privacy International, organizzazione internazionale a difesa della privacy, ha preso in esame i siti sulla depressione più popolari in Francia, Gran Bretagna e Germania. Dal monitoraggio emerge che  il 76% di essi contiene elementi di compagnie terze che collezionano i dati dei visitatori. “Le informazioni raccolte - spiega Eliot Bendinelli, uno degli autori della ricerca - sono molte. Quella basica è la Url visitata, a cui si può affiancare l'intera cronologia di navigazione”. I dati sulla navigazione on line interessano soprattutto colossi hi-tech come Google, Facebook e Amazon, che ci “seguono” su Internet per tracciare il nostro profilo e proporci il banner pubblicitario giusto nel posto giusto.
08/10/2019

Com’è subdola la celiachia. Boom di casi, cause controverse "Ha sintomi poco conosciuti"

La Stampa, Inserti, 08/10/2019
Fabio Di Todaro
“Fino a poco tempo fa ritenevamo che la prevalenza della celiachia fosse in aumento soltanto per la nostra migliore capacità diagnostica, ma a fronte di un così rapido incremento dei casi (registrato da alcuni recenti studi ndr) occorre pensare anche al coinvolgimento di fattori ambientali prima poco considerati” afferma Marco Silano, direttore dell'unità operativa alimentazione, nutrizione e salute dell'Istituto Superiore Sanità. Le ipotesi sulle cause sono diverse: da alcune infezioni virali all'eccessivo impiego di antibiotici nel corso dell'infanzia, dall'utilizzo dell'enzima transglutaminasi nei cibi pronti fino al consumo eccessivo di glutine nel corso dello svezzamento.
07/10/2019

Manovra, spunta il bonus per i lavoratori "poveri" Braccio di ferro sul ticket

Il Messaggero , 07/10/2019
Roberta Amoruso
Un assegno per i lavoratori con la busta paga più leggera di tutti, i cosiddetti “incapienti”, coloro cioè che pur essendo poveri non beneficiano di detrazioni, sono esclusi dal bonus Renzi e solo in minima parte possono chiedere il reddito di cittadinanza. Lo propone il viceministro all’Economia Antonio Misani, che spiega: “La riduzione progressiva del cuneo fiscale a partire dal 2020 è la misura più apprezzata dagli italiani. Dobbiamo iniziare a farlo il prima possibile, utilizzando tutti gli spazi di bilancio disponibili. Iniziando da chi ne ha più bisogno, quei 3 milioni e 700 mila lavoratori «incapienti» rimasti fuori dagli interventi degli ultimi anni”.
Visualizzazione risultati 13-24 (di 6715)
 |<  <  1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni