Edicola

30/06/2020

Assembramenti, strette a livello locale

Il Messaggero, 30/06/2020
Michela Allegri
La pandemia da coronavirus non è affatto finita e “siamo in una fase molto delicata, in cui si vede l'uscita dal tunnel, ma proprio per questo motivo la nostra attenzione deve restare altissima” ha affermato il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese. A preoccupare il Governo è la movida selvaggia, cosi come l'assalto senza criterio alle spiagge e ai luoghi di villeggiatura, i locali strapieni all'ora dell'aperitivo e nei fine settimana, le distanze di sicurezza non rispettate. Per il momento, un aumento delle sanzioni per i gestori di locali in caso di violazioni della normativa legata al contenimento del rischio contagio non è previsto (la multa può arrivare fino a 300 euro), ma si lavora per prevedere una stretta a livello locale, con provvedimenti differenziati a seconda delle esigenze e delle circostanze. Sindaci e prefetti potrebbero decidere di disporre servizi mirati di controllo e pattugliamento nelle aree a rischio, con ispezioni più serrate.
29/06/2020

Infettivologi in allerta «Virus indebolito? No, il pericolo resta»

Corriere della sera , 29/06/2020
Margherita de Bac
“Affermare che il rischio epidemico abbia cessato di esistere non ha nessuna base scientifica, può essere causa di disorientamento e indurre una parte della popolazione a non rispettare le indicazioni di contenimento che invece devono essere mantenute”. Lo affermano sei esperti, tra cui Massimo Galli, in un documento redatto in risposta al manifesto di colleghi 10 colleghi convinti, sulla base dei dati ospedalieri, che il virus oggi sia meno aggressivo e che l'emergenza sia finita. “Non vogliamo polemizzare — premettono gli autori, tutti infettivologi universitari e un microbiologo — ma siamo preoccupati che dichiarazioni ottimistiche sulla minore contagiosità del Sars-CoV-2 possano fare credere erroneamente alla gente che il pericolo sia scemato”.
28/06/2020

Ricciardi "Ok riaprire ma non a chi ha lasciato propagare l`epidemia"

La Repubblica , 28/06/2020
Michele Bocci
Per la riapertura delle frontiere “non ci sono problemi se si tratta di Paesi che hanno una situazione epidemica simile, e comunque con una circolazione contenuta. Ma è giusto chiudere a quegli Stati che non hanno preso misure tempestive di contenimento, hanno lasciato che la curva epidemica si alzasse e hanno ancora una circolazione del virus di piena intensità” afferma Walter Ricciardi, consulente per le questioni internazionali del ministero alla Salute e rappresentante dell'Italia nel consiglio esecutivo dell'Oms.  Sulla possibilità di una seconda ondata, secondo Ricciardi, “dobbiamo evitare che diventi come la prima e abbiamo tutti gli strumenti per farlo: ci dobbiamo comportare bene, osservando il distanziamento e le mascherine perché il virus circola ancora. Se poi siamo in grado di tracciarlo, intercettando chi si infetta, non abbiamo davanti scenari apocalittici”.
28/06/2020

Immuni, l`hanno scaricata solo otto italiani su cento

Il Messaggero , 28/06/2020
Francesco Malfetano
L’App Immuni “tecnologicamente funziona” afferma il ministro dell’Innovazione Paola Pisano, ma solo 4 milioni di italiani l’hanno scaricata sul proprio smartphone. Determinante sarà quindi la campagna di comunicazione che, sottolinea Pisano, “deve ancora entrare nel vivo”.  Ad ostacolare la diffusione dell’app. sono anche le fughe in avanti di alcuni territori. Diverse regioni hanno infatti sviluppato dei propri software che rischiano di confondere e sviare i cittadini.
27/06/2020

Sileri - «Il nostro sistema funziona, ci saranno dei nuovi focolai ma ora sappiamo cosa fare»

Corriere della Sera , 27/06/2020
Margherita De Bac
“Il contagio zero non ci sarà mai, fino all'arrivo del vaccino” afferma il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri. “Vincere la battaglia col virus non significa eliminarlo completamente. Vuole dire passare da un'ondata violenta ad una fase di controllo. Ed è quella che stiamo vivendo”, secondo Sileri, l'obiettivo è stato centrato: “Svuotare gli ospedali di malati, salvaguardare le persone anziane, essere capaci di chiudere i focolai all'origine. Ce ne saranno ancora e dobbiamo abituarci a vederli spuntare. Il virus c'è ancora, non è mutato, non si è attenuato, ma circola meno”.
26/06/2020

“Il contagio torna nei Paesi che abbassano la guardia.” L’OMS: allarme Europa

La Repubblica, 26/06/2020
Enrico Franceschini
Il direttore di OMS Europa segnala che, per la prima volta da mesi, la scorsa settimana l’Europa ha visto un aumento del numero dei casi settimanali di coronavirus. Dieci dei 21 Paesi del mondo che hanno recentemente riaperto stanno riportando in questi giorni un preoccupante aumento di focolai della malattia. Da uno studio dell’Università di Oxford, pubblicato dal Guardian, risulterebbe che chi abbassa troppo presto la guardia paga immediatamente il prezzo: gli Stati Uniti sono alle prese con il maggior incremento di casi Covid-19 da aprile ad oggi, seguono Germania, Ucraina, Svizzera, Bangladesh e Francia.
26/06/2020

Intervista a Pierpaolo Sileri

Quotidiano Nazionale, 26/06/2020
Luca Bolognini
Per il viceministro Pierpaolo Sileri è ora di tornare a vivere normalmente ma con la consapevolezza che il virus esiste e non gli va dato spazio, mantenendo comportamenti ragionevoli, utilizzando le mascherine in ambienti chiusi e rispettando  il distanziamento sociale. Il Coronavirus sarà sconfitto solo quando ci sarà un vaccino ma è innegabile che, come hanno dichiarato Zangrillo e altri esperti, il virus sta scemando. I focolai potranno continuare ad esserci ma “i positivi di oggi non sono necessariamente dei malati e infatti l’impegno degli ospedali si sta riducendo sempre più. Controllare e gestire i focolai individuando i positivi e isolandoli rimane la nostra arma di difesa più importante.”
26/06/2020

Google farà da banca alle pmi

MF, 26/06/2020
Francesco Bertolino
Google  muove un altro passo nel settore dei servizi finanziari. Dopo aver annunciato a fine 2019 il lancio di un conto corrente in collaborazione con Citi, Google è pronto a offrire entro fine anno prestiti alle piccole e medie imprese. L’iniziativa è riservata all’India, dove dal 2017 Google assiste i dettaglianti nella digitalizzazione. Da sempre l’India è un laboratorio per le big tech americane che là sperimentano soluzioni e servizi spesso destinati all’esportazione successiva in altri mercati.
26/06/2020

Ema autorizza farmaco per i pazienti piu’ gravi

Il Messaggero, 26/06/2020
Il comitato dell’Agenzia europea del farmaco (Ema) che si occupa dei medicinali umani, ha raccomandato l’approvazione condizionata all’immissione in commercio del Remdesivir per il trattamento del Covid-19 in pazienti gravi sopra i 12 anni. E’ il primo farmaco contro Covid-19 a ricevere questa approvazione, che ora deve avere il via libera definitivo dalla commissione Ue.
25/06/2020

Intervista a Roberto Speranza: "Servono risposte non giochi di Palazzo. Ora un grande patto su sanità e pensioni"

Schianchi Francesca, 25/06/2020
La Stampa
“Sulla salute il Paese va unito, non diviso. Penso a tutto il Parlamento ma non solo: serve un grande Patto – Paese per nuovi investimenti e una riforma del Servizio sanitario anche con gli Ordini professionali, i lavoratori, le imprese, con chi si occupa di sanità”. In una intervista il  ministro della Salute, Roberto Speranza, definisce il calo di personale e di posti letto degli anni scorsi come il quadro di un passato da archiviare e ricorda che “in cinque mesi abbiamo messo nel Servizio Sanitario Nazionale più risorse degli ultimi cinque anni.”
25/06/2020

Allarme FMI su Pil e lavoro: “Dal virus colpo catastrofico”

Il Sole 24 ore , 25/06/2020
Gianluca di Donfrancesco
Il Fondo monetario internazionale ha aggiornato le stime di crescita per il 2020 e prevede una contrazione del Pil mondiale del 4,9% (solo due mesi fa aveva stimato -3% e una crescita del 5,8% nel 2021). Europa – 10,2%; Stati Uniti -8%.  Solo la Cina potrebbe evitare il segno meno. L’Italia dovrebbe subire un rallentamento del 12,8% nel 2020. Il Fondo monetario internazionale calcola che tra il 2020 e il 2021 l’economia globale perderà 12.500 miliardi di dollari.
25/06/2020

Intervista a Donato Greco. “Regole troppo rigide nelle zone a basso rischio. E’ ora di aggiornarle”

Corriere della Sera, 25/06/2020
M.D.B.
Per Donato Greco, uno degli epidemiologi che hanno firmato la dichiarazione sulla ridotta capacità infettiva del virus,  è venuto il momento di riconsiderare le decisioni prese quando l’epidemia era nel pieno della potenza. Non è più tempo di generalizzare le misure di contrasto all’epidemia e bisogna avere il senso della geografia.  Sarebbe necessario procedere al risk assesment, l’analisi del rischio, per capire se, con  il rischio diventato molto basso, vale ancora la pena di mantenere restrizioni tanto dannose per l’economia.
Visualizzazione risultati 13-24 (di 7268)
 |<  <  1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni