Edicola

25/09/2020

Virus, allarme Ue: intervenite subito. Stretta in vista sugli arrivi da Londra

La Repubblica, 25/09/2020
Tommaso Ciriaco, Alberto D’Argenio
Il Commissario Ue alla Salute, Stella Kyriakides, invita i governi europei ad adottare misure più stringenti, altrimenti saranno necessari nuovi lockdown generalizzati. “In alcuni Paesi la situazione dell'epidemia è peggiore che a marzo - sottolinea Kyriakides - Siamo preoccupati. Qualcuno penserà che lanciamo messaggi pessimistici, ma invitiamo con urgenza le capitali ad applicare i provvedimenti raccomandati a luglio se vogliono evitare di dover decretare nuove chiusure”. Al momento solo in Italia e Germania l’epidemia risulta essere sotto controllo.
25/09/2020

Con il Covid decolla l’uso di antibiotici E l’Iss avverte: «Più rischi per il futuro»

Il Mattino , 25/09/2020
Graziella Melina
“Oltre il 90% dei pazienti Covid, di cui abbiamo analizzato le cartelle cliniche, riceve terapia antibiotica empirica. Un fattore da analizzare per quanto riguarda l'antibiotico-resistenza. Durante la pandemia l'attenzione a questo fenomeno, infatti, non è stata prioritaria”. Lo ha affermato il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, intervenendo ad un convegno al Policlinico Gemelli. Secondo l'Organizzazione mondiale della Sanità, la resistenza agli antibiotici rappresenta una delle maggiori minacce per la salute pubblica.
24/09/2020

Conti pubblici, nel 2021 Pil e deficit al 6% E un taglio al debito

La Repubblica, 24/09/2020
Roberto Petrini
Pil del prossimo anno, dopo una contrazione pari al 9% nel 2020, dovrebbe aumentare del 6%, attestandosi ad una quota maggiore rispetto a quella prevista dal governo ad aprile (+4,7%). Anche il deficit, attualmente a quota 11,9% e stimato al 5,7% ad aprile, verrà fissato al 6 %. Queste le previsioni che saranno inserite nella Nota di aggiornamento al Def.
24/09/2020

Galli: non ci sarà la seconda ondata ma siamo al bivio

Il Mattino, 24/09/2020
Ettore Mautone
“Per il momento in Italia sembra che tutti i focolai siano stati individuati e circoscritti. L'Italia è l'unico Paese che ha fatto un lockdown particolarmente lungo e rigoroso. Ce ne siamo giovati ma il concetto di fondo è che questa drastica restrizione non è bastata a eliminare del tutto il virus dal Paese” afferma Massimo Galli, primario del Sacco di Milano. Attualmente si osserva “un discreto aumento dell'età media delle nuove diagnosi. Questo ci suggerisce purtroppo che il rientro di quelli che erano positivi per la maggior parte giovani e asintomatici ha purtroppo prodotto molte nuove infezioni nella cerchia familiare iniziando a colpire persone di età più elevata, più fragili e che dunque impegnano di più, e per più tempo, la rete assistenziale ospedaliera”.
22/09/2020

Fondi Ue, 120 miliardi da spendere in tre anni

Il Sole 24 Ore, 22/09/2020
Giuseppe Chiellino
Ammonta a 120 miliardi di euro - tra fondi strutturali non ancora spesi e nuovi fondi europei in arrivo – la somma che l’Italia avrà a disposizione e che, in base alle regole europee, dovrà spendere entro il 2023. Ma secondo l'ultimo monitoraggio della Ragioneria generale dello Stato, aggiornato a giugno scorso, tra il 2014 e il 2020 il nostro Paese ha speso meno di 30 miliardi rispetto ai 72 messi a disposizione dalle politiche strutturali europee e restano ancora da spendere 43,7 miliardi.
22/09/2020

Medicina post Covid: i servizi digitali crescono

Il Sole 24 ore, 22/09/2020
Francesca Cerati
L’emergenza Covid ha contribuito ad accelerare il processo di digitalizzazione dei servizi per la salute, dando vita ad un modello di sanità che l’Osservatorio innovazione digitale in sanità del Politecnico di Milano ha definito "Connected Care". Si tratta di una sorta di "ecosistema" che permette al paziente di accedere alle informazioni sanitarie attraverso piattaforme digitali integrate o interoperabili e di condividere tali informazioni con tutti gli attori con cui entra in contatto nel processo di cura.
21/09/2020

I contagi sono stabili morti in calo. L’Oms: «L’Italia un esempio»

Il Messaggero, 21/09/2020
Nonostante i contagi siano costantemente in leggero aumento, la situazione i Italia appare per il momento sotto controllo tanto che l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito il nostro paese un “esempio” nel contrasto alla pandemia: stiamo assistendo a un “aumento blando e controllato”, non “ancora ai livelli dei nostri vicini, come Spagna e Francia”, afferma il direttore aggiunto dell'Oms, Ranieri Guerra. Ma, come concorda tutto il mondo scientifico, non bisogna abbassare la guardia.
20/09/2020

Ippolito: “Sono ancora gli effetti del rientro dalle vacanze Troppo presto per valutare quelli del ritorno a scuola”

Corriere della Sera, 20/09/2020
Margherita De Bac
“La circolazione del virus è diffusa su tutto il territorio nazionale, con focolai di dimensioni variabili, in molti casi associati ad attività sociali e ad assembramenti” dichiara Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dello Spallanzani e componente del Comitato tecnico scientifico. “Gli spostamenti per attività ludiche e ricreative non sono ancora finiti, anche se molto ridotti. Bisognerà aspettare qualche settimana. Ma questo non significa che con la fine delle vacanze e il rientro in città il rischio automaticamente diminuisca soprattutto se si viene meno all'impegno civico e sociale di mantenere vivo il rispetto delle misure di distanziamento e l'utilizzo scrupoloso delle mascherine evitando assembramenti”.
18/09/2020

Ricciardi: "L’Italia deve tenere alta la guardia I giovani stanno passando il virus ai più grandi"

La Stampa , 18/09/2020
Paolo Russo
“Per tenere sotto controllo l’epidemia di Covid-19, “servirà anche una grande campagna di vaccinazione antinfluenzale, per evitare che alla prima comparsa di tosse e raffreddore si generino paura e confusione. Per fare questo dobbiamo però ridisegnare completamente il nostro sistema vaccinale” Lo afferma Walter Ricciardi, consigliere del Ministro della Salute, che sottolinea: “Come avviene in molti altri Paesi avanzati bisogna estendere la possibilità di somministrare i vaccini anche agli infermieri o ai farmacisti. Ma in questo caso sempre sotto supervisione medica, indispensabile in caso di qualche reazione avversa”.
Occorre poi continuare a “tenere alta la guardia sia a livello individuale che collettivo. Quindi singolarmente rispettare il distanziamento, le regole di igiene e usare le mascherine. A livello collettivo non dobbiamo perdere il controllo dei focolai, che sono sempre più numerosi. Gli addetti delle Asl con un grande sforzo ci stanno ancora riuscendo, ma dobbiamo tutti dargli una mano scaricando l'app Immuni”.
18/09/2020

Vaccino per l’influenza, 17 milioni di dosi Speranza: «Sono poche? No, basteranno»

Quotidiano Nazionale , 18/09/2020
Alessandro Farruggia
“Quest'anno la campagna vaccinale è particolarmente importante proprio alla luce del Covid” sottolinea il ministro della Salute, Roberto Speranza. “Con le farmacie stiamo lavorando in queste ore nella direzione giusta per aumentare il numero dei vaccini disponibili nei loro esercizi”.
18/09/2020

L’allarme dei chirurghi "I malati non si curano per paura del virus"

La Repubblica , 18/09/2020
Michele Bocci
Molte persone rinunciano a curarsi per paura del Covid-19, rinviando terapie e interventi chirurgici. “Siamo preoccupati perché le persone rinviano le cure”, spiega Pierluigi Marini, presidente di Acoi, l'associazione dei chirurghi ospedalieri. “Avevamo già lanciato l'allarme a inizio giugno, denunciavamo che si erano persi tanti interventi a causa del lockdown ma speravamo che il sistema ripartisse. E invece no”.
17/09/2020

Rivoluzione Sanità Una cura da 68 miliardi per poter dire «mai più»

Il Messaggero, 17/09/2020
Mauro Evangelisti
Vale 68 miliardi di euro il piano per la sanità che prevede investimenti per i prossimi cinque anni, con l'obiettivo di evitare sprechi nella pianificazione dell'uso del Recovery fund e trasformare la risposta alla pandemia in un’occasione di ricostruzione della sanità italiana. Il piano punta sulla riorganizzazione dell’assistenza sul territorio, sulla digitalizzazione e sulla telemedicina.
Visualizzazione risultati 1-12 (di 7388)
 |<  < 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni