Oppioidi per uso antalgico, in Italia persiste sottoutilizzo

12/05/2015 00:47:35
Sono due milioni e mezzo i pazienti che, nell'arco di un anno, hanno ricevuto almeno una prescrizione per farmaci oppioidi a scopo analgesico. Di questi hanno seguito un trattamento continuativo solo in 422mila, cioè il 4% di tutti coloro che soffrono di dolore cronico. La stima arriva da un'analisi dei dati sulle prescrizioni di oppioidi nel 2013 in Italia, provenienti dall'Ufficio III della direzione generale del Sistema Informativo del ministero della Salute. In sostanza, viene confermato il sottoutilizzo degli oppiacei nel nostro Paese, pari a a circa la metà di quello registrato in altri Stati europei.

L’analisi è stata presentata durante il pre-congress MundiPharma, nell'ambito del World medicine park, forum internazionale dedicato alle scienze mediche in corso a Maiorca. Sui 2.520.000 pazienti che hanno ricevuto almeno una ricetta per l'assunzione di analgesici oppioidi nel 2013, solo 422.000, meno del 17%, hanno seguito un trattamento cronico. Tutti gli altri, circa l'83%, hanno fatto un uso sporadico di questi farmaci. Il dosaggio medio giornaliero di oppioidi (espresso in mg equivalenti di morfina), è risultato nei pazienti oncologici di 80 mg/Die, in linea con i valori del resto d'Europa, in quelli non oncologici di 30 mg/Die, la metà del valore su cui si attestano gli altri Paesi del Vecchio Continente. «I dati ci restituiscono un quadro sconfortante, che testimonia più che l'abuso il sottoimpiego di questi farmaci» ha commentato Luca Miceli, autore dello studio e dirigente medico presso la Clinica di Anestesia dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Udine.

Notizie correlate

02/10/2019

Fratelli belgi morti in hotel, Mandelli: “Massimo rigore e rispetto delle regole”

 "Il tragico episodio di Firenze non può lasciare indifferenti. Nel nostro Paese non si conoscono fenomeni di abuso di medicinali analgesici oppioidi analoghi a quelli che...
09/09/2019

Oppioidi, dopo lo scandalo in Usa anche in Italia ci si mobilita per scongiurare abusi

Medicinali oppioidi: "un'epidemia negli Usa, un pericolo in Italia". Lo afferma l'associazione Codici, che da un lato si sta attivando per "fornire assistenza legale nei casi di danni da farmaco o da responsabilità medica", e dall'altro esorta le istituzioni a vigilare sull'emergenza. "Invitiamo i pazienti e le loro famiglie a contattare la nostra associazione...
24/05/2019

Cure palliative, Saitta: “Rete di farmacie fondamentale per garantire assistenza sul territorio”

Cure palliative non solo in ospedale, ma anche sul territorio. E per farlo quale strumento migliore delle 18mila farmacie presenti in tutta Italia? A confermarlo è Antonio Saitta...
23/06/2017

Umbria, Federfarma ascoltata in commissione sulla legge per la cannabis

Anche se al momento alcune farmacie ospedaliere sembrano registrare carenze di bediol, non è corretto sostenere che in Umbria l’accesso alle terapie a base di cannabis sia più difficile che altrove, come in Toscana. E’ quanto ha detto Maria Marmo...
26/05/2017

Fondazione Ghirotti, due italiani su tre non conoscono la legge sulla palliazione

La legge 38/2010 sulle terapie del dolore, approvata all’unanimità e considerata un modello di eccellenza in Europa, registra tuttora una applicazione disomogenea sul territorio, malgrado siano stati fatti grandi passi avanti. «Nella mia esperienza» ha detto il...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni