COVID, ISS: maggiore incidenza tra over 80, quarta dose vaccino riduce ricoveri e mortalità

24/01/2023 09:12:18
Con 170 casi ogni 100mila persone, la fascia di età oltre gli 80 anni è stata la più colpita dal Covid-19 nell’ultima settimana. È quanto indica il report pubblicato online dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS) ‘Covid-19: sorveglianza, impatto delle infezioni ed efficacia vaccinale’, in cui si ribadiscono anche i benefici della quarta dose di vaccino, soprattutto per i più anziani.
Secondo quanto sottolinea l’ISS, tra gli ultraottantenni il tasso di mortalità tra i non vaccinati è sei volte superiore rispetto ai vaccinati con dose booster, per arrivare a dieci volte e mezzo in più rispetto ai vaccinati con la quarta dose ricevuta da meno di 120 giorni. Inoltre, fra i non vaccinati, i tassi di ricovero sono quasi quattro volte più alti rispetto ai vaccinati con dose booster e quasi sei volte superiori rispetto ai vaccinati con quarta dose da meno di 120 giorni. Infine, il tasso di ricoveri in terapia intensiva tra gli over 80 è quattro volte e mezzo più alto rispetto ai vaccinati con dose booster e cinque volte e mezzo superiore rispetto ai vaccinati con quarta dose da meno di 120 giorni.
La quarta dose, come evidenzia l’Istituto, è uno scudo importante anche nella fascia 60-79 anni in cui, per i non vaccinati, il tasso di mortalità è oltre tre volte più alto rispetto ai vaccinati con dose booster e quasi quattro volte più alto rispetto ai vaccinati con quarta dose da meno di 120 giorni. Il tasso di ricovero in questa fascia di età, inoltre, è quasi due volte e mezzo superiore rispetto ai vaccinati con dose booster e oltre tre volte più alto rispetto ai vaccinati con quarta dose da meno di 120 giorni, mentre il tasso di ricoveri in terapia intensiva è più di due volte e mezzo superiore rispetto ai vaccinati con dose booster e quattro volte più alto rispetto ai vaccinati con quarta dose da meno di 120 giorni.

Notizie correlate

28/01/2023

COVID, OMS: Italia terza in Europa per morti e casi

Con quasi 35mila contagiati e 330 decessi registrati nella settimana dal 16 al 22 gennaio, l’Italia è terza, tra i Paese europei, per decessi e casi di nuove infezioni da COVID-19. È quanto emerge dal bollettino dell’Organizzazione...
24/01/2023

Vaccini Covid: nelle farmacie liguri le somministrazioni continuano fino a fine marzo

In Liguria continua la campagna di vaccinazione anti-Covid in farmacia, con la Regione che, prima della fine dell’anno, ha prorogato di altri tre mesi, fino a fine marzo 2023, l’accordo con le farmacie per la somministrazione dei vaccini. Una notizia...
20/01/2023

Covid, influenza e carenze farmaci: Tobia a Vediamoci chiaro su TV2000

Il segretario nazionale di Federfarma Roberto Tobia, ospite ieri alla trasmissione “Vediamoci Chiaro” di TV2000, è intervenuto sul tema della carenza dei farmaci anche in correlazione alla contemporanea circolazione dei virus del Covid e dell’influenza sottolineando che i farmaci vanno utilizzati solo quando realmente necessario. “Antipiretici, antinfluenzali e alcuni antibiotici che dovessero...
20/01/2023

COVID, OMS: “Vaccino anche dopo il contagio. Più protetti con l’immunità ibrida”

L’insieme di anticorpi generati da vaccinazione anti-Covid e guarigione dall’infezione, anche conosciuta come immunità ibrida, offrirebbe una maggiore protezione contro le forme gravi di Covid-19. A mostrarlo sono i risultati di una...
19/01/2023

Vaccini Covid in farmacia, prorogato fino a fine anno accordo tra Regione Puglia, Federfarma e Assofarm

È stato prorogato fino al 31 dicembre 2023 l’accordo tra Regione Puglia, Federfarma e Assofarm per la somministrazione dei vaccini contro il COVID-19 nelle farmacie pugliesi. Come specificato...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
Cliccando su “Accetta tutti i cookie”, viene accettata la memorizzazione, sul dispositivo, dei cookie che servono a migliorare la navigazione del sito e analizzare l'utilizzo del sito.
Maggiori informazioni