EMA: vaccini anti-Covid e gestione carenze farmaci nelle emergenze tra gli argomenti dibattuti nell’ultima riunione direttiva

21/06/2022 08:53:30
Si è tenuta lo scorso 16 giugno ad Amsterdam la riunione dell’Agenzia Europea per i medicinali (EMA), durante la quale il Consiglio d’Amministrazione ha eletto Christelle Ratognier-Carbonneil vicepresidente per il prossimo triennio. Il presidente ha inoltre accolto tre nuovi rappresentanti della società civile: Virginie Hivert, Denis Lacombe, Despoina Iatridou e Karin Kadenbach, quest’ultimo, in qualità di nuovo rappresentante del Parlamento europeo (PE) nel consiglio di amministrazione. Marco Greco è stato riconfermato rappresentante delle organizzazioni di pazienti e Anthony Borg come delegato del PE.
 
Nel corso della riunione, l'EMA ha aggiornato il Consiglio sul monitoraggio dell’impatto della guerra in Ucraina sulla fornitura di medicinali nell'Unione Europea (UE) e la situazione derivante dall'epidemia internazionale di vaiolo delle scimmie.
 
In tema di Covid-19, il Cda è stato aggiornato sulle nuove autorizzazioni di farmaci anti-Covid e sulla ricerca in atto per adattare la composizione degli attuali vaccini mRNA COVID-19 alle varianti di Omicron del prossimo autunno.
 
Il Consiglio è stato aggiornato sull'attuazione del nuovo regolamento dell'UE che rafforza il ruolo dell'EMA nella gestione delle emergenze sanitarie.  A tal fine, il Gruppo direttivo sulle carenze di medicinali (MSSG - Medicines Shortages Steering Group) è adesso pienamente operativo. Il Gruppo è stato istituito per favorire una maggiore coordinazione a livello internazionale nella mitigazione di eventuali carenze di farmaci durante le emergenze di salute pubblica. Nell'ambito del piano di emergenza sanitaria attivato per combattere il COVID-19 e del nuovo Regolamento UE, l’EMA ha, inoltre, ufficialmente avviato l’attività di una sua Task Force (COVID-ETF), il cui scopo è quello di assistere gli Stati membri e la Commissione Europea nella gestione dei piani di sviluppo e delle procedure di autorizzazione e monitoraggio della sicurezza delle terapie e dei vaccini destinati al trattamento o alla prevenzione del COVID-19.
 
Più in generale, il Consiglio ha adottato la relazione annuale di attività (RAA) 2021, elogiando i risultati conseguiti dall'Agenzia e riconoscendo che l'EMA ha continuato a svolgere la sua missione di promuovere l'eccellenza scientifica nella valutazione e nella supervisione dei medicinali a beneficio della salute pubblica. Il Consiglio ha inoltre riconosciuto la resilienza e la determinazione dell'EMA nel sostenere con successo gli sforzi globali per combattere la pandemia di COVID-19 e ha riconosciuto gli sforzi sostanziali compiuti nel settore della comunicazione per fornire al pubblico informazioni concrete e aggiornate durante la crisi.
 

Notizie correlate

10/06/2022

Carenza medicinali Covid, EMA approva elenco per monitoraggio e gestione del fenomeno

E’ stato approvato dall’EMA il primo elenco dei farmaci considerati critici per l'emergenza sanitaria da Covid-19, così che offerta e domanda siano attentamente monitorate...
17/05/2022

Carenze e sicurezza dei medicinali, riunito per la prima volta il nuovo gruppo esecutivo dell’EMA

Si è riunito per la prima volta, lo scorso 11 maggio, il gruppo direttivo esecutivo dell'EMA, Medicines Shortages Steering Group (MSSG), nato con l’obiettivo di dare una risposta...
30/03/2022

Monoclonali ad uso preventivo nelle persone fragili, ok dalla Commissione UE

Dopo il primo via libera della scorsa settimana dal CHMP (Comitato medicinali ad uso umano) dell'EMA, la Commissione Europea ha autorizzato l’immissione in commercio della combinazione di anticorpi monoclonali a lunga durata d'azione tixagevimab e cilgavimab (Evusheld). La combinazione di anticorpi era già stata autorizzata in Italia il 26 gennaio scorso per l'uso di emergenza nella...
26/03/2022

Report EMA sui farmaci autorizzati nel 2021

In Europa, nel corso del 2021, "sono stati autorizzati 79 nuovi farmaci, di cui 61 contenenti nuove sostanze attive (25 medicinali orfani per il trattamento di patologie rare), 6...
10/03/2022

EMA, compie 5 anni il programma PRIority MEdicines. Impatto positivo su autorizzazioni di nuovi medicinali per patologie prive di altre opzioni di trattamento

Tempo di bilanci per il programma dell’EMA ‘PRIority MEdicines (PRIME)’ che compie 5 anni e ha come obiettivo quello di supportare lo sviluppo di medicinali che possano...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
Cliccando su “Accetta tutti i cookie”, viene accettata la memorizzazione, sul dispositivo, dei cookie che servono a migliorare la navigazione del sito e analizzare l'utilizzo del sito.
Maggiori informazioni