Depressione, giovani tra i 18 e i 34 anni i più colpiti durante e dopo la pandemia. I dati nello studio dell’ISS

28/04/2022 08:30:25
Italiani più depressi a causa della pandemia e a risentirne sono soprattutto i giovani tra i 18 e i 34 anni. E’ questo il risultato di uno studio realizzato dall’Istituto Superiore di Sanità e pubblicato sulla rivista Journal of Affective Disorders.
 
E’ il primo studio italiano, e uno dei pochi al mondo, ad esaminare l’andamento dei sintomi depressivi durante la pandemia in campioni rappresentativi della popolazione generale adulta in un arco temporale lungo. Sono state effettuate oltre 55.000 interviste dal 2018 al 2020. I risultati hanno mostrato un incremento dei sintomi depressivi nel bimestre marzo-aprile 2020 con una prevalenza del 7,1% rispetto al 6,1% del 2018-19, seguito da un decremento (4,4%) nel bimestre maggio-giugno, dopo la revoca del lockdown, e poi da un nuovo e più cospicuo incremento in luglio-agosto (8,2%). Infine è stato rilevato un ritorno graduale, entro la fine del 2020, ai livelli registrati nel biennio prima della pandemia: 7,5% nei mesi di settembre-ottobre e 5,9% a novembre-dicembre.
 
I dati rilevano nella popolazione italiana una buona resilienza di fronte allo stress generato dalla pandemia; un più severo peggioramento, rispetto agli anni precedenti, è stato però osservato in alcune categorie demografiche, in particolare nei giovani (18-34 anni), nelle donne e in coloro che vivono difficoltà economiche.

Notizie correlate

22/06/2022

Long Covid, Mantovani: "Aumentano casi con Omicron, il vaccino è l’unica difesa"

"Con Omicron si rischiano anche più casi di Long Covid. Unica difesa, la vaccinazione". È quanto afferma Alberto Mantovani, direttore scientifico di Humanitas e professore emerito di Humanitas University, in un'intervista al Corriere della Sera. Il long Covid è un fenomeno destinato ad aumentare, lo indica uno...
13/05/2022

Covid, pazienti ricoverati presentano almeno un sintomo dopo due anni dalla malattia. I dati su The Lancet

Il 55% della popolazione ricoverata per Covid-19, dopo due anni presenta ancora almeno un sintomo della malattia. Mentre dopo sei mesi...
12/05/2022

Rapporto InfluNet: conclusa la stagione influenzale

L'Istituto Superiore di Sanità (ISS) ha pubblicato l'ultimo rapporto del sistema di sorveglianza epidemiologica InfluNet, da cui emerge che la stagione...
06/04/2022

Post Covid, esami al cuore raddoppiati e record di Tac al torace

Esami al cuore raddoppiati e record di Tac al torace: è questo l’impatto del Covid dopo sei mesi in chi ha contratto l'infezione. Il dato emerge da uno studio, pubblicato sul Journal of Internal Medicine, condotto in una delle prime regioni italiane a essere state colpite dalla pandemia, la Lombardia, su quasi 50mila persone con alle spalle...
22/03/2022

ISS: survey sulla circolazione delle varianti Covid-19

La sottovariante Omicron 2 di Sars-CoV-2 ha già superato Omicron 1 in 7 Regioni/Province autonome d'Italia: al 7 marzo, la sua prevalenza superava quota 50% in Liguria...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
Cliccando su “Accetta tutti i cookie”, viene accettata la memorizzazione, sul dispositivo, dei cookie che servono a migliorare la navigazione del sito e analizzare l'utilizzo del sito.
Maggiori informazioni