Covid, Speranza, Figliuolo e Brusaferro plaudono al lavoro incessante dei farmacisti durante la pandemia

08/11/2021 09:02:11
Le più importanti autorità sanitarie italiane, durante la cerimonia inaugurale di FarmacistaPiù,  hanno elogiato il lavoro ininterrotto dei farmacisti nei mesi dell’emergenza, ringraziandoli per aver messo a disposizione tutta la loro competenza professionale per offrire ai cittadini la necessaria assistenza in maniera capillare sull’intero territorio nazionale. Dal Ministro della Salute Roberto Speranza, al Commissario all'Emergenza Covid Francesco Figliuolo, fino al presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro sono state espresse parole di stima e riconoscenza.  
«Prossimità. È questa la parola chiave per continuare ad andare incontro alle esigenze dei cittadini. Le nostre 19.000 farmacie, comprese quelle rurali, si sono dimostrate dei presidi imprescindibili per garantire servizi fondamentali su tutto il territorio», ha affermato il Ministro Speranza, durante il suo intervento presso il Nobile Collegio di Roma. Speranza ha sottolineato che «siamo a una vera e propria svolta: si chiude la stagione dei tagli, per fare spazio agli investimenti: nella Legge di Bilancio che stiamo approvando l’impegno è di portare il fondo per il SSN a 128 miliardi di euro nel 2024. Il Covid ha fatto irruzione nella vita di tutti noi, cambiando consapevolezze e priorità: oggi il nostro obiettivo è la salute. Se i recenti dati dell’OMS sulla ripresa dei contagi rappresentano un campanello d’allarme da non sottovalutare, noi guardiamo ai prossimi mesi con la consapevolezza che lo strumento del vaccino rappresenta un’importante opzione per gestire la situazione epidemiologica. A guidarci sarà sempre e comunque l’evidenza scientifica».  
Anche il Generale Figliuolo ha voluto ringraziare i farmacisti per la professionalità dimostrata, così come per la rinnovata disponibilità a lavorare in  sinergia con le altre figure sanitarie, mettendosi ancora una volta al servizio del Paese. Il Commissario ha poi sollecitato le Regioni e le Province autonome ad accelerare sulla terza dose del vaccino: «Dobbiamo affrettarci e imprimere ritmo alle terze dosi. Siamo pronti: ci sono le dosi, c’è l’organizzazione e ci sono chiarezza di idee e lavoro di squadra».  
Silvio Brusaferro ha sottolineato come  il farmacista abbia saputo gestire efficacemente la  pressione dell’emergenza, continuando ad aggiornarsi, per svolgere al meglio la professione: sono circa 700.000 i professionisti che hanno completato il corso a distanza su Sars-Cov2 la somministrazione dei vaccini.
 

Notizie correlate

30/07/2022

Protocollo vaccini e test in farmacia, Federfarma: confermato ruolo fondamentale dei farmacisti

"Il protocollo conferma a pieno titolo il ruolo fondamentale svolto dalle farmacie, sia nel monitorare che nel tracciare i contagi da Covid-19 con i tamponi antigenici sia nella prevenzione con le somministrazioni dei vaccini". Lo afferma il presidente di Federfarma Marco Cossolo commentando il Protocollo d’intesa sottoscritto tra il...
19/07/2022

Covid, Speranza: “I vaccini hanno salvato 20 milioni di vite”

"I vaccini hanno salvato 20 milioni di vite umane, in Italia secondo l'ISS sono state salvate 150 mila vite". Il ministro della Salute Roberto Speranza ha risposto così alle contestazioni no vax...
01/07/2022

Covid, contagi in aumento. Speranza: prepariamoci alla campagna vaccinale in autunno

Sono in risalita i contagi da Covid-19, riportando i numeri a livelli confrontabili con quelli di marzo 2021. Secondo la Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere...
16/06/2022

Vaccinazioni in farmacia, 9 italiani su 10 favorevoli

Sempre più italiani sono favorevoli alla somministrazione dei vaccini in farmacia. Lo rileva la ricerca realizzata da The European House-Ambrosetti e Centro Interdipartimentale...
11/06/2022

Covid, Ministro e infettivologi rinnovano l’appello alla quarta dose di vaccino

"Dobbiamo considerare la pandemia ancora non conclusa: in tanti Paesi da qualche giorno c’è una curva che ricomincia a crescere e non dobbiamo considerare che la partita è chiusa. Non siamo cioè fuori dal Covid, tuttavia tutto ciò che abbiamo, dai vaccini agli antivirali, ci consente di dire che siamo in una stagione diversa". Ad affermarlo il ministro...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
Cliccando su “Accetta tutti i cookie”, viene accettata la memorizzazione, sul dispositivo, dei cookie che servono a migliorare la navigazione del sito e analizzare l'utilizzo del sito.
Maggiori informazioni