Giornata Mondiale Alzheimer, Pellegrini Calace: “Farmacie utile supporto e orientamento per malati e familiari”

20/09/2021 08:51:13
Le oltre 19mila farmacie italiane, presenti sul territorio, mettono a disposizione dei pazienti malati di Alzheimer e dei loro familiari «la propria rete per offrire un primo orientamento riguardo ai servizi sanitari presenti sul territorio. Le farmacie sono in rete tra loro e con le strutture pubbliche, possono, quindi, efficacemente dare informazioni e indicazioni sui servizi territoriali». Lo afferma  Michele Pellegrini Calace, tesoriere di Federfarma, nel suo intervento al convegno “Amici delle persone con demenza: verso una società inclusiva”, organizzato dalla Federazione Alzheimer Italia in occasione della XXVIII Giornata Mondiale Alzheimer che si celebra il 21 settembre. Al centro del dibattito le riflessioni sulla concreta possibilità di creare una rete di cittadini “Amici delle Persone con Demenza” e l’avvio di un processo di cambiamento sociale in cui le persone con demenza si sentano completamente accolte e incluse. Federfarma è impegnata in favore dei malati di Alzheimer da tempo, ultima iniziativa alla quale sta collaborando è il progetto “Farmacia amica delle persone con demenza”, realizzato con la Federazione Alzheimer Italia. Un’iniziativa che vede, ancora una volta, le farmacie italiane impegnate per il sociale, confermando il loro naturale ruolo di fondamentale presidio sociosanitario sul territorio.  
 
«Ci sono molti modi per rendere la farmacia più accessibile alle persone con demenza e ai loro familiari: non occorrono  importanti cambiamenti strutturali, ma bastano piccoli interventi molto semplici da realizzare», spiega Pellegrini Calace. Ad esempio «un ambiente rumoroso e affollato, con suoni e musica che possono distrarre, può mettere a disagio la persona con demenza. Anche i pazienti con problemi di vista che riducono progressivamente la percezione visiva, ad esempio il mancato riconoscimento dei colori, dei volti o la corretta percezione spaziale, possono entrare in uno stato di agitazione. Con pochi e semplici accorgimenti – continua - si può fare molto per i pazienti affetti da Alzheimer e accoglierli in un ambiente nel quale possano trovarsi a loro agio». Per quanto riguarda l’accesso ai farmaci per il trattamento dell’Alzheimer, il tesoriere di Federfarma ricorda che «in molte realtà locali i medicinali vengono distribuiti direttamente dalle strutture sanitarie pubbliche e questo crea disagi ai pazienti o ai loro familiari e impone notevoli costi sociali. Per questo, da tempo, Federfarma sostiene la necessità che i farmaci che non richiedono particolari cautele in fase di somministrazione siano distribuiti tutti dalle farmacie: in questo modo i malati potranno disporre delle medicine di cui hanno bisogno in qualsiasi momento nella farmacia sotto casa». 
 
«Le farmacie sono fortemente impegnate in un processo di potenziamento del servizio soprattutto a favore delle fasce più deboli della popolazione e dei malati gravi e delle loro famiglie. Potranno fare ancora di più se verranno messe in grado di assicurare ai pazienti tutti i farmaci a carico del SSN e di fornire nuovi servizi di grande utilità sociale», dichiara il tesoriere di Federfarma. «Auspichiamo – conclude - che questo progetto sia l’inizio di una lunga e proficua collaborazione, che porti la farmacia e l’intero territorio a prendersi cura del paziente affetto da Alzheimer abbattendo sia le barriere architettoniche che quelle del pregiudizio e delle discriminazioni, dando ai familiari dei malati un momento di ascolto e un aiuto concreto per affrontare le loro quotidiane difficoltà».  
 

Notizie correlate

07/04/2022

Piano Nazionale Demenze, definita la ripartizione dei fondi stanziati. Federfarma: pronti a collaborare

A oltre un anno dall’istituzione del “Fondo per l’Alzheimer e le demenze”, è stata definita l’erogazione di 15 milioni di euro. Il decreto prevede l’erogazione di 14,1 milioni di euro alle regioni e 900mila euro all’Istituto Superiore di Sanità: l’annuncio arriva oltre un anno dopo l’approvazione...
06/04/2022

Alzheimer, scoperte 42 nuove regioni del Dna collegate alla malattia

Sono 42 le regioni del Dna che non erano mai state collegate prima d’ora al rischio di Alzheimer e che oggi, invece, potranno aprire la via alla ricerca di nuove terapie. La...
17/01/2022

Puglia, tamponi rapidi gratuiti in farmacia per certificare guarigione. Pellegrini Calace: “Iniziativa di grande lungimiranza”

Anche nelle farmacie della Puglia sarà possibile eseguire un tampone rapido antigenico per attestare la guarigione in modo completamente gratuito. L'accordo è stato siglato dal...
10/11/2021

Uso integratori nel post pandemia, Pellegrini Calace: “Farmacista decisivo nel supportare i nuovi bisogni di salute”

“La farmacia offre, già da molti anni, la possibilità ai cittadini di accedere facilmente a una vasta gamma di prodotti nel campo dell’integrazione alimentare, e questa tendenza è...
20/10/2021

Persone affette da demenza, al via un corso di formazione per farmacisti

Ha preso il via lo scorso 13 ottobre un percorso formativo rivolto ai farmacisti delle farmacie di Formigine e di Maranello, guidato dal Centro Disturbi Cognitivi...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
Cliccando su “Accetta tutti i cookie”, viene accettata la memorizzazione, sul dispositivo, dei cookie che servono a migliorare la navigazione del sito e analizzare l'utilizzo del sito.
Maggiori informazioni