Verona, novità sui prodotti alimentari per la celiachia. Dematerializzati i vecchi buoni e fustelle cartacei

01/06/2021 08:48:11
È già in piena attività nelle farmacie territoriali aderenti a Federfarma Verona la nuova modalità di dispensazione dei prodotti alimentari senza glutine stabilita dalla Regione Veneto per tutti i soggetti erogatori. Dematerializzati i vecchi buoni e fustelle cartacei, dal 1° maggio 2021 il sistema riconosce l’avente diritto da un codice personale (PIN) che il cittadino celiaco riceve dall’Azienda Ulss9 Scaligera ed è abbinato alla tessera sanitaria.
“Ottimizzare le risorse significa passare necessariamente attraverso la digitalizzazione - spiega Andrea Bellon, presidente di Federfarma Veneto - ed è per questo che anche il comparto della celiachia è stato aggiornato eliminando tutto il cartaceo. La farmacoeconomia per essere efficace deve monitorare in tempo reale tutte le variabili, dal rapporto costo-efficacia al livello di apprezzamento del paziente”.
I cittadini celiaci devono sempre avere con sé la tessera sanitaria in corso di validità e il codice personale che consentono di visualizzare in tempo reale il plafond stabilito e caricato dall’Azienda Ulss 9 Scaligera. Sullo scontrino emesso al termine dell’erogazione del prodotto l’utente trova anche l’importo residuo a cui ha ancora diritto. Un’altra novità riguarda la possibilità di scegliere in farmacia anche un solo prodotto per volta a seconda delle esigenze e delle preferenze dei cittadini.
 

Notizie correlate

14/01/2022

Celiachia, accordato il rinvio per nuova procedura dei buoni. Soddisfazione da Federfarma Calabria

È stata accolta la richiesta delle farmacie calabresi per la proroga dell’introduzione della nuova procedura di erogazione dei prodotti per la celiachia. “Tutto ciò – precisa Federfarma Calabria...
29/01/2016

Celiaci in continuo aumento, più di 170mila nel 2014

Quello dei celiaci è un “esercito” che continua a crescere di anno in anno e in tutte le regioni, tanto che nell’ultima rilevazione (2014) il ministero della Salute ne ha contati 172.197, cioè ottomila in più rispetto all’anno prima e oltre 23mila sul 2012...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
Cliccando su “Accetta tutti i cookie”, viene accettata la memorizzazione, sul dispositivo, dei cookie che servono a migliorare la navigazione del sito e analizzare l'utilizzo del sito.
Maggiori informazioni