Farmaci equivalenti, Petrosillo: esiste un problema di comunicazione. Serve un processo culturale

28/09/2020 09:03:41
“La normativa c’è ed è abbastanza chiara: se il medico prescrive ha la facoltà di indicare la non sostituibilità del farmaco, il farmacista è obbligato per legge a proporre la sostituzione ma al cittadino spetta l’ultima parola. Quello che manca è un processo culturale, cioè manca l’informazione. Ben vengano iniziative come ‘Io equivalgo’, meglio se di stimolo anche alle istituzioni”. E’ questo il messaggio lanciato da Gianni Petrosillo, vice presidente di Federfarma e presidente del Sunifar, nel corso del webinar di ieri 'Farmaci equivalenti: Opportunità clinica ed economica. Come proporli in maniera corretta', organizzato da Motore Sanità, in collaborazione con Mondosanità.

Durante il webinar è stato affrontato il tema dei farmaci equivalenti anche in chiave delle differenze regionali di utilizzo e sistemi di monitoraggio, delle aree terapeutiche più critiche, delle “best practice” regionali, delle proposte operative per diffondere una giusta conoscenza ed appropriatezza prescrittiva e del ruolo della farmacia dei servizi tra appropriatezza ed aderenza terapeutica.

Le farmacie da anni sono impegnate nella promozione del farmaco equivalente, ha sottolineato Petrosillo, anche se la diffusione di questi farmaci ha comportato una riduzione sensibile delle risorse economiche sulle quali la farmacia può contare per svolgere in modo efficace il proprio servizio. In quest’ottica appare ancor più urgente arrivare alla definizione di un nuovo modello di remunerazione delle farmacie, che valorizzi il contributo professionale della farmacia.
Per Petrosillo, esiste di fatto un problema di linguaggio. “Il paziente si trova tra quello che dice il medico e quello che dice il farmacista. Di solito non mette in discussione quello che dice il medico. Ma questa mancanza di comunicazione andrebbe risolta immaginando una relazione triangolare che vede al centro il cittadino”.

Poi un messaggio alle case farmaceutiche. “Avere spesso due confezioni uguali con principi attivi diversi crea confusione tra i pazienti e questo non aiuta né la scelta del farmaco, né l’aderenza alla terapia”.
Rossella Gemma
 

Notizie correlate

21/10/2020

Farmaci equivalenti, uso ancora a macchia di leopardo. Gallina Toschi: prezioso il ruolo del farmacista

I farmaci equivalenti hanno stesso principio attivo, concentrazione, forma farmaceutica, via di somministrazione e indicazioni del farmaco originator, per questo  sono, dal punto di...
12/10/2020

Medici di Assistenza Primaria, il plauso di Federfarma Bergamo all'accordo di collaborazione

Lo scorso 5 ottobre, ATS Bergamo e la Conferenza dei Sindaci di Bergamo hanno firmato un accordo di collaborazione per favorire la presenza di Medici di Assistenza Primaria provvisori nel territorio della provincia, constatato che su 651 medici in servizio, ben 102 cesseranno la propria attività entro la fine del 2020...
29/09/2020

Premio Coraggio ‘Emanuela Loì’ a Gianni Petrosillo. “Piccole farmacie e farmacie rurali sono le vere destinatarie”

“Le piccole farmacie e le farmacie rurali, sono quelle che meritano questo premio”. Parla così il presidente del Sunifar e presidente di Federfarma Bergamo, Gianni Petrosillo...
25/09/2020

Al via quindicinale online dedicato alle rurali. Petrosillo (Sunifar): informazione specifica per i nostri associati

Un dialogo costruttivo e permanente con le farmacie rurali. È questo l’obiettivo con il quale nasce Cronache rurali, il quindicinale online realizzato dal Sunifar. Un progetto editoriale...
30/07/2020

Desertificazione, dpc vs diretta, digital divide e farmacia dei servizi, le istanze di Federfarma agli Stati Generali della Montagna

Desertificazione, distribuzione per conto e diretta, digital divide e digitalizzazione-farmacia dei servizi sono stati i quattro macro temi portati al tavolo degli Stati Generali della...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni