Covid, italia accelera su vaccino e anticorpi monoclonali

16/09/2020 09:00:35
Sta decisamente accelerando la ricerca italiana su vaccino e anticorpi mirati contro la pandemia di Covid-19: come sta accadendo in molti altri Paesi, anche nel nostro le tradizionali regole e i tempi della ricerca si trovano a seguire ritmi nuovi e più incalzanti, sempre nel rispetto della correttezza. E' una corsa a ostacoli, come l'hanno definita alcuni protagonisti di queste ricerche di frontiera, ed è necessaria per riuscire a sconfiggere un virus che si diffonde rapido e silenzioso. "Il personale aziendale è coinvolto a pieno ritmo nel raggiungimento di questo importante obiettivo", ha dichiarato l'azienda biotech ReiThera di Castel Romano, impegnata nella ricerca sul vaccino anti Covid e che ha deciso di adottare una sorta di silenzio stampa fino alla disponibilità dei risultati relativi alla fase 1 della sperimentazione partita il 24 agosto. Una scelta dettata dalla necessita di concentrare tutte le energie in quella che l'azienda definisce "una vera e propria corsa contro il tempo per verificare la sicurezza, l'immunogenicità e l'efficacia del vaccino sull'uomo, affinché possa essere messo a disposizione di tutto il Paese nel più breve tempo possibile". Partita il 24 agosto scorso insieme all'Istituto nazionale per le malattie infettive 'Lazzaro Spallanzani' di Roma, la sperimentazione sull'uomo di fase 1 è iniziata anche in Veneto, nel Centro Ricerche Cliniche di Verona e, non appena saranno disponibili i primi risultati, si potrà passare alla fase successiva di sperimentazione, su un numero più ampio di volontari. "In parallelo - rende noto l'azienda - ReiThera sta già predisponendo la produzione su larga scala delle dosi di vaccino". Corre veloce anche la ricerca sugli anticorpi monoclonali: i candidati anticorpi ad alta precisione contro il nuovo coronavirus ora sono tre, selezionati a partire da oltre 4.000, e la loro sperimentazione sull'uomo potrebbe partire fine dicembre e gennaio del prossimo anno per arrivare alla conclusione fra la metà e la fine del 2021.

Notizie correlate

23/09/2020

Emilia Romagna, da ottobre test sierologici nelle farmacie: Gallina Toschi: “Ancora una volta, presidio fondamentale sul territorio”

“Ancora una volta le farmacie dimostrano di essere sempre presenti e pronte a sostenere il Ssn”. Parla così il presidente di Federfarma Emilia Romagna, Achille Gallina Toschi...
23/09/2020

Covid-19, ancora nessun vaccino ma si progettano i piani per una equa distribuzione

Mentre nel mondo sono allo studio 165 vaccini anti-covid, 58 giunti alla fase di test sull'uomo e 7 alla 'fase tre' piu' avanzata, con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump che...
21/09/2020

Vaccino Covid, è incognita sui tempi. 'No alle scommesse'

"Come Unione Europea stiamo chiudendo un pacchetto 6+1, quello di AstraZeneca, che coinvolge nella produzione anche l'Italia, è uno dei sei ed è in fase più avanzata. Il contratto prevede, se la sperimentazione andrà bene, che le prime dosi possano arrivare...
15/09/2020

Test Covid-19, aggiornamenti per le farmacie in una circolare Federfarma. Ecco le novità

Federfarma facendo seguito alle delucidazioni già date in tema di test Covid-19 e a seguito di alcune segnalazioni pervenute ribadisce, in una circolare consultabile sul sito...
14/09/2020

Piantane, gel igienizzanti e poster informativi, in arrivo nelle scuole di Torino e Provincia grazie a FarmaOnlus

È stato consegnato il materiale donato da FarmaOnlus, la Onlus dei farmacisti e farmacie torinesi, destinato alle scuole elementari e medie di Torino e Provincia...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni