Vaccinazione antinfluenzale, Tobia (Federfarma): “Necessario sforzo in più nella campagna vaccinale”

02/09/2020 08:55:38
Per implementare la copertura vaccinale antinfluenzale prevista e necessaria per questo autunno, ogni regione adotta misure aggiuntive che possano, in qualche modo aiutare ad evitare un eventuale  affollamento degli ospedali. In Sicilia l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, ha avviato uno sforzo supplementare in tal senso, anticipando l’inizio della campagna vaccinale ed estendendo notevolmente le fasce protette ammesse alla profilassi gratuita, ponendosi il meritorio obiettivo di coprire fino al 75% della popolazione. Ma Federfarma lancia l’allarme per le quote di popolazione attiva non comprese nelle fasce protette (in Sicilia il 25%, pari a 1,2 milioni di cittadini) che rischiano di non potersi vaccinare: “Infatti – dichiara Roberto Tobia, Segretario Nazionale di Federfarma e presidente di Federfarma Palermo – le Regioni hanno incrementato l’acquisto di vaccini di oltre il 40% rendendo difficile la disponibilità di dosi da parte delle industrie farmaceutiche per le farmacie. Questo significa che chi vorrà sottoporsi alla profilassi antinfluenzale su base volontaria non avrà la possibilità di farlo”. Federfarma evidenzia il rischio che questi cittadini attivi, dovendosi spostare e venendo a contatto con molte persone, possano più facilmente contrarre la malattia influenzale ed essere a propria volta veicolo di diffusione. “E’ opportuno che le Regioni – rileva Roberto Tobia – mettano a disposizione anche di questi cittadini, anche in Sicilia, un canale capillarmente diffuso come la farmacia. E’ necessario, cioè, uno sforzo supplementare nella campagna vaccinale, con l’obiettivo di completare la copertura in questa emergenza sanitaria. Occorre – aggiunge il segretario nazionale di Federfarma – consentire la dispensazione delle dosi anche in farmacia, a supporto della rete pubblica già impegnata con le fasce protette. In tal senso – conclude Tobia – i farmacisti stanno seguendo appositi corsi di formazione gestiti dall’Utifar, promossi da Federfarma nazionale e dalla Fondazione Cannavò, in attesa di un provvedimento legislativo che, come avviene nella quasi totalità dei Paesi europei e negli Stati Uniti, consenta al farmacista di inoculare il vaccino antinfluenzale in farmacia. Auspichiamo che nell’incontro di martedì convocato dal ministro della Salute, Roberto Speranza, si possa trovare una soluzione”.

Notizie correlate

29/10/2020

Vaccinazioni, Cossolo: “Promuoverne la cultura è tra i nostri obiettivi”

Promuovere sul territorio la cultura della vaccinazione rientra tra gli obiettivi dell'attività svolta dalle farmacie e assume una rilevanza particolare per le farmacie rurali, che operano...
20/10/2020

Vaccinazioni in farmacia, a Torino le prove pratiche del corso Utifar

Sono 250 i farmacisti delle farmacie di Torino che in questi giorni sono impegnati nella prova pratica a conclusione del corso promosso dall’Utifar per fornire ai farmacisti le competenze...
13/10/2020

Vaccino antinfluenzale, Tobia: “Importante assicurare la copertura anche alla popolazione attiva”

Ad oggi il vaccino antinfluenzale “non è assicurato a quella fascia di popolazione attiva del Paese, che poi è la popolazione che lavora, che va in giro, che ha contatti sociali...
24/09/2020

Motore Sanità, Tobia: “Vaccinazioni in farmacia? L’Europa ce lo chiede e dobbiamo dire sì”

“La rete delle 19mila farmacie italiane, sportello sul territorio al servizio dei cittadini”. A ribadirlo, durante il webinar “Prevenzione e Vaccini” organizzato da Officina Motore Sanità...
21/09/2020

Motore sanità, Tobia: “Farmacie in prima linea in tutte le fasi dell’emergenza sanitaria”

“Tengo a sottolineare l’impegno garantito dalle farmacie nelle varie fasi dell’emergenza sanitaria. Le farmacie sono state tra i pochi esercizi rimasti sempre aperti fin dalle prime...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni