“Reuma che? Parlane con il tuo farmacista”, Apmarr e Federfarma insieme per la prevenzione delle malattie reumatologiche

10/08/2020 10:12:57
Conoscere per riconoscere la sintomatologia tipica delle patologie reumatologiche, troppo spesso scambiate per artrosi o reumatismi con l’effetto, deleterio, di ritardare la diagnosi precoce della malattia. È questo l’obiettivo della campagna “Reuma che? Parlane con il tuo farmacista”, organizzata e promossa dall’Associazione Nazionale Persone con Malattie Reumatologiche e Rare – APMARR APS in partnership con Federfarma.
La campagna prenderà il via il 30 settembre con la messa online di un corso FAD ECM sulla reumatologia composto da due moduli (reumatologia e reumatologia pediatrica), rivolto alle oltre 18.000 farmacie italiane aderenti a Federfarma. Durante l’intero mese di ottobre, tutti i farmacisti che avranno partecipato al corso FAD ECM sulla reumatologia, potranno rispondere alle domande, ai quesiti e ai dubbi rivolti loro al banco da cittadini e pazienti, confermando così ancora una volta il ruolo della farmacia quale presidio sanitario primario per la tutela della salute dei cittadini. Saranno poi gli stessi farmacisti, eventualmente, a indirizzarli al loro medico ovvero verso uno specialista reumatologo per maggiori e ulteriori approfondimenti sulla sintomatologia. Le persone affette da patologie reumatologiche saranno poi le protagoniste di alcuni brevi video che scorreranno sui display digitali delle farmacie nei quali racconteranno la propria esperienza con la patologia, lanciando un messaggio positivo e di speranza. L’eco della campagna “Reuma che? Parlane con il tuo farmacista” proseguirà poi, lungo tutto il mese di ottobre, sui social di APMARR e Federfarma con il volto di Germano Lanzoni in qualità di testimonial.
“Partecipando a questa iniziativa le farmacie metteranno a disposizione dei cittadini tutta la loro professionalità per informarli sulle malattie reumatologiche e sull’importanza di una diagnosi precoce per trattarle nella maniera più adeguata. In questo modo la farmacia si conferma punto di riferimento essenziale sul territorio nel campo dell’educazione sanitaria” afferma Marco Cossolo, presidente di Federfarma nazionale. Coloro che sono affetti da patologie rare, così come i cronici e gli anziani, rientrano nella categoria dei pazienti fragili ai quali da sempre la farmacia rivolge particolare attenzione per agevolarli, offrendo servizi che facilitano l’accesso alle prestazioni sanitarie, pensiamo ad esempio alla telemedicina. Tutto questo si inscrive in un processo più ampio: come ha dimostrato l’emergenza Covid, la farmacia si sta rapidamente evolvendo verso un modello di farmacia di relazione, incentrata sul cittadino e su tutte le sue esigenze di salute”.
          
 
 
 

Ultime notizie

25/09/2020

Salute orale, nuove linee guida europee per la gestione dei farmaci: “No al ‘fai da te’, prezioso il consulto del farmacista”

Si rafforza il rapporto tra odontoiatra e farmacista alla luce delle nuove Linee Guida, recentemente pubblicate dalla Federazione Europea di Parodontologia, che confermano che non esistono farmaci che da soli possano curare la parodontite. I trattamenti realmente efficaci sono infatti il controllo della placca...
25/09/2020

Covid-19, farmacisti sempre in prima linea. Oggi a Palermo i vertici Federfarma incontrano la stampa

Un incontro con i giornalisti per testimoniare l’impegno di tutti i farmacisti italiani  che sono stati sempre in prima linea sin dall’esplosione della pandemia da Sars-Covid2. E’ quello che si terrà oggi,  a Palermo, con il presidente nazionale di Federfarma, Marco Cossolo, il segretario nazionale Roberto Tobia e il presidente del...
25/09/2020

Farmaci equivalenti, Petrosillo: esiste un problema di comunicazione. Serve un processo culturale

“La normativa c’è ed è abbastanza chiara: se il medico prescrive ha la facoltà di indicare la non sostituibilità del farmaco, il farmacista è obbligato per legge a proporre la sostituzione ma al cittadino spetta l’ultima parola. Quello che manca è un processo culturale, cioè manca l’informazione. Ben vengano iniziative come...
25/09/2020

Tg Federfarma Channel – Edizione del 26 settembre

In questo numero: Coronavirus, Pellegrini Calace (Federfarma): “Con il lockdown un nuovo modello di farmacia”; Farmaci equivalenti, Petrosillo (Sunifar): “Esiste una normativa, ma manca l’informazione”; Vaccini antinfluenzali e Covid-19, a Palermo i vertici Federfarma incontrano la stampa; Salute orale, nuove linee guida europee per la gestione dei farmaci: “Prezioso il contributo dei farmacisti”
25/09/2020

Salute, I-Com’, Pellegrini Calace (Federfarma): con il lockdown un nuovo modello di farmacia

Un nuovo modello di farmacia. E’ quello che è emerso con il lockdown e che vede i farmacisti in prima linea nella lotta e nella prevenzione del Covid-19. “La parola d’ordine è stata ed è: innovazione”, ha spiegato Michele Pellegrini Calace nel corso della presentazione del rapporto “Riportare la sanità al centro. Dall’emergenza sanitaria all’auspicata rivoluzione della governance del SSN” condotto dall’Istituto per la Competitività (I-Com) e presentato ieri durante il webinar a cui hanno preso parte accademici, esperti e...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni