App Immuni, Fofi: “La Federazione non invia mail ai cittadini: attenzione alle cybertruffe”

04/06/2020 09:02:59
Da alcuni giorni l’Italia è oggetto di un attacco di virus informatici che sfrutta il nome dell'app Immuni, che ha conquistato rapidamente la vetta delle applicazioni più scaricate in Italia raggiungendo già nelle prime 24 ore 500 mila download, studiata per monitorare i contatti con persone affette dalla COVID-19. Lo ha comunicato l'Agid-Cert, la struttura del governo che si occupa di sicurezza informatica, aggiungendo di aver già allertato i comparti di pertinenza. Il virus si chiama FuckUnicorn e diffonde un ransomware (virus che prende in ostaggio i dispositivi e poi chiede un riscatto) con il pretesto di far scaricare un file denominato, appunto, Immuni. In pratica l’utente riceve nella sua casella di posta elettronica con una mail che invita a cliccare il link a un sito fasullo che imita quello della Fofi, la Federazione Ordini dei Farmacisti Italiani. Il nome del dominio scelto per clonare il sito della Federazione - spiega Agid-Cert - è simile a quello reale, con la lettera finale «l» al posto della «i» (da fofi a fofl). “E’ un gesto ignobile sfruttare le apprensioni di una collettività provata dalla pandemia per mettere a segno una truffa” commenta il presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani, Andrea Mandelli. “Voglio mettere in guardia i cittadini: la FOFI non ha mai inviato o fatto inviare comunicazioni via mail che invitano ad accedere al suo sito o a scaricare applicazioni di nessun genere. Chi ricevesse una mail di questo tenore deve subito cancellarla senza attivare alcun collegamento. Saranno le autorità a comunicare con altri canali e modalità quando e dove scaricare l’app Immuni autentica”.

Notizie correlate

07/08/2020

Coronavirus, Fondazione Gimbe su uso mascherine: “Cinture di sicurezza per una nuova normalità”

L’uso delle mascherine in luoghi pubblici è diventato terreno di scontro politico, provocando anche la diffusione di numerose fake news, e le violazioni all’obbligo del loro utilizzo sono frequenti, a partire dai mezzi pubblici e in tutti i luoghi in cui non viene esercitata una sistematica attività di controllo. A ridare centralità alla scienza è la Fondazione Gimbe che in un Position Statement le definisce...
06/08/2020

Covid-19, indagine sierologica Istat-ministero Salute: anticorpi in oltre 1,4 milioni di italiani, 6 volte più dei casi registrati

Più di un milione e 400mila sono gli italiani che hanno incontrato il SarsCov2, il che significa il 2,5% del totale della popolazione, un dato 6 volte superiore ai contagi registrati ufficialmente durante la pandemia. Questi i primi risultati dell’indagine di sieroprevalenza, effettuata su 64.660 individui, sulla diffusione del coronavirus tra la popolazione italiana...
06/08/2020

Oms plaude al ministro Roberto Speranza: “Fonte di ispirazione per altri Paesi”

Le misure adottate dall'Italia, durante la pandemia, sono state portate ad esempio anche per gli altri Paesi. Il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus ha infatti...
06/08/2020

Covid-19, anticorpi di pazienti postivi potrebbero essere trasformati in medicinali

"Dagli anticorpi sviluppati dai pazienti creeremo un farmaco". A spiegarlo al 'Corriere della Sera' è Rino Rappuoli, coordinatore del Mai (Monoclonal Antibody Discovery) Lab di Toscana Life Sciences, a Siena, nonché chief scientist e head external R&D di Gsk Vaccines. La buona notizia è di pochi giorni fa: il team di ricercatori ha individuato tre anticorpi...
04/08/2020

Boom importazione farmaci Covid-19, Tobia: “Cattiva informazione causa effetti negativi su salute pubblica”

Il coronavirus, oltre a causare numerosi danni in termini di vite umane e di costi, ha procurato anche un’impennata di importazioni di farmaci promossi come trattamenti per...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni