Screening colon retto in farmacia, prorogato l’accordo tra Ulss 9 Scaligera, Federfarma e Assofarm

17/02/2020 09:08:08
Pietro Girardi, Direttore Generale dell’Ulss 9 Scaligera, il presidente di Federfarma Verona Marco Bacchini e Germano Montolli, in rappresentanza di Assofarm, hanno firmato la proroga dell’accordo, sottoscritto nel 2016, in merito all’attività delle farmacie della provincia di Verona relativamente allo screening del colon retto promosso dall’Ulss 9. Per questa attività le farmacie hanno un ruolo fondamentale sia per quanto riguarda la sensibilizzazione e la promozione nei confronti dei cittadini, sia perché è in farmacia che viene distribuito il materiale necessario allo screening con le relative indicazioni.
La proroga dell'accordo è avvenuta in attesa che decolli in modo concreto da parte della Regione Veneto la sperimentazione della "farmacia dei servizi", prevista probabilmente nella prossima primavera e che vedrà il coinvolgimento della farmacia territoriale nell’ erogazione di molteplici servizi al cittadino. Diverse sono le progettualità in fase di studio che, per la loro complessità, prevedono tempi adeguati di attuazione, come l'estensione su tutto il territorio provinciale del farmacup e del ritiro referti presso le farmacie, le nuove modalità di erogazione degli ausili per urostomia e la rinnovata dispensazione dei farmaci ai pazienti in Assistenza Domiciliare Integrata Medica.
“La proroga si è resa necessaria – ha spiegato a Filodiretto il presidente di Federfarma Verona, Marco Bacchini - in attesa del decollo definitivo del cronoprogramma della farmacia dei servizi, che è stato realizzato dalla regione Veneto in collaborazione con Federfarma e che ovviamente prenderà in considerazione anche lo screening del colon retto. Dovrebbe partire nel mese di aprile o maggio e c’è quindi grande aspettativa sia da parte delle farmacie del territorio ma anche da parte del direttore generale e da tutta la ASL 9 Scaligera. Dovevamo, in questo momento di attesa, - continua - prorogare l’accordo in essere che non prevede riconoscimento economico alle farmacie, anche se si era deliberato di procedere con un accordo ponte che riconoscesse un quantum economico. Abbiamo perciò preferito attendere le linee guida a livello regionale che comprendano tutti gli aspetti previsti nell’accordo: da una attività molto più strutturata da parte delle farmacie nell’ambito dello screening, al riconoscimento economico per le diverse attività svolte dalla farmacia”, conclude Bacchini.
“La firma della proroga – dichiara il Direttore generale Pietro Girardi – è un concreto esempio di proficua collaborazione fra l’Ulss 9 e le farmacie del territorio a conferma di quel rapporto positivo che ha consentito un’ interlocuzione efficace nei confronti dei bisogni del cittadino, ribadendo il ruolo fondamentale della farmacia territoriale nell’ambito della sanità veronese, e nello specifico per quanto riguarda la prevenzione. Ringrazio dunque Federfarma e Assofarm per la volontà di proseguire questa attività prevista peraltro in forma gratuita”.

Ultime notizie

27/03/2020

Federfarma Salerno scrive a Cossolo: “Grazie per gli enormi sforzi”

Il presidente di Federfarma Salerno, Dario Pandolfi, scrive al presidente nazionale, Marco Cossolo, per ringraziarlo degli enormi sforzi che l’associazione sta facendo in questo momento. “Carissimo Marco, desidero ringraziarTi...
27/03/2020

Carenze farmaci, in alcune città è corsa all’accaparramento. Cossolo: la situazione è sotto controllo

Corsa all'accaparramento in alcune città italiane da parte di persone sane e senza sintomi di medicinali usati contro il Covid-19. Soprattutto a Milano e Brescia. A lanciare l'allarme è la Federazione dei medici di famiglia (Fimmg)...
27/03/2020

Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza da COVID-19, Federfarma ricorda le misure del nuovo dpcm

A seguito della pubblicazione in Gazzetta ufficiale del nuovo Dpcm “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza da COVID-19”, Federfarma ricorda in una circolare le misure di principale interesse per le farmacie. All’articolo 1 sono elencate tutte le misure...
27/03/2020

Tg Federfarma Channel – Edizione del 28 marzo

In questo numero: Emilia Romagna, i farmacisti chiedono di poter distribuire i farmaci ospedalieri. Gallina Toschi: Inspiegabile la scelta della Regione; Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza da COVID-19, Federfarma ricorda le misure del nuovo dpcm; Carenze farmaci, in alcune città è corsa all’accaparramento. Cossolo: la situazione è sotto controllo; Federfarma Salerno scrive a Cossolo: “Grazie per gli enormi sforzi”
27/03/2020

Emilia Romagna, i farmacisti chiedono di poter distribuire i farmaci ospedalieri. Gallina Toschi: Inspiegabile la scelta della Regione

«Una scelta inspiegabile». Così il presidente di Federfarma Emilia Romagna, Achille Gallina Toschi, ha definito la decisione regionale di affidare al volontariato la consegna dei farmaci solitamente ritirati nelle farmacie ospedaliere. Il provvedimento emanato in Emilia Romagna ha provocato dure critiche da parte di Federfarma, Assofarm e Cittadinanzattiva. «Le farmacie sono il naturale presidio per la consegna dei farmaci – ha spiegato a Filodiretto Gallina Toschi - non solo per un fatto economico ma anche dal punto di...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni