Carenze farmaci, interrogazione al Parlamento europeo. Tobia: “al lavoro con Aifa per trovare una soluzione”

14/01/2020 09:14:29
“In Germania le compagnie che propongono assicurazioni sanitarie stanno incoraggiando le farmacie a sostituire i medicinali soggetti a prescrizione con prodotti analoghi, importati però da altre nazioni a prezzi più bassi”.
A lanciare l’allarme è Kateřina Konečná, deputata della Repubblica Ceca appartenente al Partito comunista di Boemia e Moravia, in un’interrogazione scritta depositata presso il Parlamento europeo ed indirizzata alla Commissione di Bruxelles.

Secondo la deputata la conseguenza di tale pratica, “è che si sta verificando una carenza di medicinali insostituibili nelle nazioni dalle quali partono le esportazioni. Sulla base delle normative in vigore in Germania, la Federazione nazionale delle compagnie che vendono assicurazioni sanitarie ha potuto siglare un accordo quadro con la federazione delle farmacie presenti nella nazione europea. Tale intesa chiede alle farmacie di risparmiare sui costi legati a prodotti farmaceutici non sostituibili, privilegiando quando possibile i medicinali meno cari acquisiti tramite importazioni. Si tratta di un sistema che è basato su un incentivo penalizzante per i titolari di farmacia (malus)”.

E a parlare del problema ‘carenze’ anche nel nostro Paese, è il segretario di Federfarma, Roberto Tobia. “Federfarma insieme ad Aifa, da tempo, sta ponendo la massima attenzione alla questione e bene ha fatto la deputata tedesca a portare il problema al Parlamento europeo. La carenza, infatti, dei medicinali nelle farmacie è sicuramente un fenomeno che va a danno dei cittadini impedendo loro le cure necessarie”.

E’ importante per Tobia trovare una soluzione che la stessa Federfarma ha in qualche modo stimolato quando fu rimessa nella lista dei farmaci che non potevano essere esportati il Sinemet che, oggi infatti, è di nuovo nelle farmacie. “Siamo pienamente fiduciosi nell’opera che il dott. Di Giorgio dell’Aifa sta facendo a livello nazionale. Il tavolo continua a riunirsi, proprio qualche giorno fa l’ultima riunione, e sono convinto che riusciremo a breve a trovare una soluzione che dia il senso della funzione della farmacia”.
Rossella Gemma

Notizie correlate

10/08/2020

Farmacia dei servizi, Tobia: “Giunto il momento di far ripartire la sperimentazione”

L’emergenza Covid-19 ha comportato la sospensione della sperimentazione della farmacia dei servizi, ma ora “è venuto il momento di riprendere le procedure avviate nelle 9 Regioni individuate per la prima fase della sperimentazione stessa (Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Umbria, Lazio, Campania, Puglia, Sicilia) e, allo stesso tempo, di mettere in moto la macchina nelle altre 7 Regioni a statuto...
05/08/2020

Recovery Plan, Tobia: “Importanti risorse vengano investite per attuazione farmacia dei servizi”

In vista della scadenza del 15 ottobre per la presentazione di tutti i progetti, il Recovery Plan nazionale inizia a prendere forma. Opere pubbliche, infrastrutture digitali e...
04/08/2020

Boom importazione farmaci Covid-19, Tobia: “Cattiva informazione causa effetti negativi su salute pubblica”

Il coronavirus, oltre a causare numerosi danni in termini di vite umane e di costi, ha procurato anche un’impennata di importazioni di farmaci promossi come trattamenti per...
28/07/2020

Farmacia in prima linea su vaccinazioni e territorializzazione delle cure, Tobia: “Pronti a supporto Ssn per prossima stagione influenzale”

E’ stata una panoramica ad ampio raggio quella fatta dal segretario di Federfarma...
27/07/2020

Le cure territoriali al centro del webinar su Ssn. Tobia: “Evidente necessità di potenziamento già prima del Covid”

Le cure territoriali come elemento imprescindibile per il Servizio Sanitario Nazionale. Questo il tema al centro dell’incontro virtuale tra i rappresentati degli attori coinvolti...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni