Premio Dona, Cossolo: “Farmacie pronte a rispondere ai bisogni del consumatore”

02/12/2019 09:14:43
C’era anche Federfarma all’appuntamento con la tredicesima edizione del Premio “Vincenzo Dona, voce dei consumatori”, evento organizzato dall’Unione Nazionale Consumatori, la prima organizzazione di consumatori in Italia, fondata nel 1955 da Vincenzo Dona. L’incontro, ispirato al ricordo del fondatore, autentica “voce dei consumatori” e padre del movimento consumerista italiano, quest’anno vede protagonista l’innovazione (non solo digitale) dei nuovi paradigmi di consumo, in una mattinata di confronto su le nuove forme di pagamento e il moltiplicarsi dei luoghi dove fare acquisti.

“Le farmacie sono impegnate in un processo di ampliamento della propria attività – ha spiegato Marco Cossolo, Presidente Federfarma - senza dimenticare però che il loro core business è il farmaco. Tale processo si traduce in una riorganizzazione della struttura delle farmacie stesse che si attrezzano per ampliare l’offerta di prodotti e servizi e dare risposta a una domanda di salute in continua evoluzione. Da una parte assistiamo, infatti, a un aumento delle malattie croniche con una crescente richiesta di assistenza a favore di pazienti, spesso anziani, affetti da più patologie; dall’altra emerge un’articolata domanda di prodotti e servizi per la prevenzione e il benessere. La farmacia del futuro deve conciliare queste esigenze e strutturarsi per essere in grado di dare risposte adeguate, sfruttando le opportunità offerte dalle nuove tecnologie. In quest’ottica è fondamentale – aggiunge Cossolo - il supporto di interlocutori attenti come l’Unione Nazionale Consumatori che, anche quest’anno, con il Premio Dona, offre interessanti spunti di riflessione su come rispondere in modo efficace ai bisogni del nuovo consumatore”.

A fare gli onori di casa, l’avvocato Massimiliano Dona, Presidente di Unc, che spiega: “il nostro tempo è un’epoca di cambiamenti rapidissimi e non sempre tutti i consumatori riescono a tenere il passo: cambiano anche i punti di riferimento più tradizionali come i negozi e i pagamenti. Ecco perché, giunti alla tredicesima edizione del nostro appuntamento annuale, abbiamo deciso di dedicare la riflessione ai due temi che rappresentano “l’alfa e l’omega” dei consumi e cioè appunto retail e payment. Nell’ultimo anno, infatti, si sono moltiplicati gli annunci di nuove forme di pagamento e questa spinta innovativa nel mondo payment incide profondamente anche sul punto vendita (reale o virtuale che sia) con la conseguenza che vanno a moltiplicarsi i luoghi dove possiamo fare acquisti in un continuum di ‘everywhere shopping’. In questa mattinata di confronto, idealmente divisa in due momenti (prima e dopo il coffe break), affronteremo dapprima i cambiamenti che sta vivendo il mondo del retail, per poi sviluppare un focus sull’innovazione nei pagamenti: la riflessione è affidata come sempre ad accademici, opinion leader, addetti ai lavori ed operatori, più e meno tradizionali, del mondo del retail e payment”.

Notizie correlate

15/10/2019

In dirittura d’arrivo la farmacia dei servizi, Cossolo a Pharmaevolution detta i tempi

Remunerazione, rete del territorio, approvazione definitiva del disciplinare della farmacia dei servizi, sono stati questi i temi al centro di PharmEvolution, al Palalumbi di Taormina...
01/10/2019

Fratelli belgi morti in hotel, indagato farmacista. Cossolo: grave dispensare oppioidi senza ricetta

E' indagato per omicidio colposo il farmacista che ha venduto, senza ricetta, i farmaci analgesici a base di oppioidi, in particolare di ossicodone cloridrato, ritrovati nella...
26/09/2019

Farmacia dei servizi, in Piemonte nuovo accordo. Cossolo: “Ricadute positive sul territorio”

“Risparmiamo più di 13 milioni di euro sulla voce onorario e acquisto farmaci e, in più, rafforziamo in modo considerevole il ruolo delle farmacie sul territorio, attraverso...
23/09/2019

Aderenza terapeutica, Cossolo: prescrizione e dispensazione dei farmaci nelle mani di medici e di farmacisti

“Rivedere le modalità di accesso ai farmaci per i cittadini. La legge 405 del 2001 ha fatto sì che in Italia ci siano 21 modelli diversi nella distribuzione del farmaco innovativo...
17/09/2019

Convention Unico, Cossolo: “Occasione per ribadire il ruolo e la centralità della distribuzione intermedia di farmacisti”

“È stata l’occasione per ribadire il ruolo e la centralità della distribuzione intermedia di farmacisti nel nuovo panorama di mercato che si sta delineando, con la sempre maggiore...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni