Fratelli belgi morti in hotel, Mandelli: “Massimo rigore e rispetto delle regole”

02/10/2019 09:09:22
"Il tragico episodio di Firenze non può lasciare indifferenti. Nel nostro Paese non si conoscono fenomeni di abuso di medicinali analgesici oppioidi analoghi a quelli che si registrano in altre realtà, tuttavia occorre tenere alta la guardia. Per questo va applicata con il massimo rigore la normativa vigente, che impone la presenza di una prescrizione medica per la dispensazione di tutti questi farmaci: per alcuni la ricetta speciale per gli stupefacenti e per altri quella del Ssn o quella 'bianca' non ripetibile".

Il presidente della Federazione degli Ordini dei farmacisti italiani, Andrea Mandelli, commenta così il caso dei due ragazzi belgi trovati morti domenica scorsa probabilmente a causa dell'assunzione di farmaci a base di ossicodone, alcol e forse altre sostanze.

"Attualmente è in corso un'indagine giudiziaria che accerterà se vi sono responsabilità da parte di un farmacista e quali. Quando i fatti saranno accertati, come di prassi, - aggiunge - sarà l'Ordine provinciale di Firenze ad assumere le iniziative disciplinari necessarie. Da parte nostra non possiamo che ribadire l'obbligo, deontologico oltre che legale, di non consegnare senza ricetta nessun farmaco che la richieda, come peraltro fanno ogni giorno gli oltre sessantamila farmacisti che operano nelle ventimila farmacie italiane. Per questo, se dovessero emergere responsabilità a carico di farmacisti si agirà con la massima tempestività e fermezza", conclude Mandelli.

Notizie correlate

07/07/2020

Impatto Covid- 19, Mandelli: basta tagli, investire su futuro dei farmacisti

“Durante l’emergenza i farmacisti hanno risposto in maniera straordinaria in ospedale e sul territorio e hanno fatto il massimo di quello che potevano fare. Passata l’emergenza...
06/07/2020

Oppioidi, arriva il no dall’Aifa per l’utilizzo in caso di dolore lieve

No all'utilizzo di farmaci oppioidi per dolore lieve e no all’uso di oltre 30 giorni per quelli a base di tramadolo. A precisarlo è l'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) che richiama l'attenzione degli operatori sanitari sulle indicazioni terapeutiche autorizzate...
19/06/2020

Farmaci oppiodi, nuove avvertenze Aifa: su etichette va indicato il rischio dipendenza

"Contiene oppioide. Può dare dipendenza". È la frase che dovrà essere riportata "in modo ben visibile" sulle etichette di questa categoria di medicinali secondo l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa). Lo si legge in una comunicazione inviata dall’ente regolatorio alle aziende titolari di Autorizzazione all’immissione in commercio (Aic)...
26/03/2020

Dispositivi di protezione individuale, Mandelli chiede alle Istituzioni di salvaguardare i farmacisti

«È arrivato il momento di prendere provvedimenti per salvaguardare i farmacisti che si sono confermati, anche in questa occasione, un avamposto fondamentale del Servizio sanitario nazionale». Questo l’appello che Andrea Mandelli, presidente della Fofi, rivolge alle Istituzioni...
23/03/2020

Coronavirus, Mandelli (Fofi): "In farmacia solo per emergenze"

"I dati degli ultimi giorni sulla diffusione del Coronavirus soffrono ancora la situazione pregressa, quando non erano entrate in vigore le norme più stringenti. Ma senza il comportamento responsabile di tutti non sarà possibile invertire la rotta...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni