Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi, Federfarma scrive all’Agenzia delle Entrate per segnalare criticità

17/07/2019 14:52:04
Federfarma torna sulla questione della Memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi, in vigore dal 1 luglio, scrivendo una lettera all’Agenzia delle Entrate in relazione alle criticità evidenziate nei primi giorni di applicazione della disciplina per segnalare le peculiari problematiche incontrate dalle farmacie al fine di ottenere precisazioni e chiarimenti operativi.
“Se fino ad oggi – scrive il presidente di Federfarma, Marco Cossolo - il farmacista, quotidianamente, ha riportato sul proprio registro dei corrispettivi l’importo dello scontrino di chiusura giornaliero, senza considerare lo scontrino a credito relativo alla distinta contabile riepilogativa, che viene emesso mensilmente, per non farlo rientrare, come previsto dalla legge, nella liquidazione IVA, dal 1° luglio scorso, data di entrata in vigore dell’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi, potrebbero emergere notevoli criticità al riguardo. Infatti - continua Cossolo - le specifiche tecniche allegate al Provvedimento direttoriale del 28 ottobre 2016 non prevedono, al momento, la possibilità di segnalare all’Agenzia delle Entrate l’esigibilità differita dell’IVA,  con la conseguenza che il farmacista, nell’eventualità di emissione e quindi trasmissione all’Agenzia delle Entrate dello scontrino “a credito”, potrebbe trovarsi nella spiacevole situazione che lo stesso venga considerato rilevante ai fini delle liquidazioni IVA, con possibili rischi di esposizione del farmacista all’attività accertativa da parte dell’Agenzia delle Entrate, per la presunta minor IVA versata rispetto all’importo dei corrispettivi trasmessi”.
Cossolo, dunque, chiede un ulteriore intervento dell’Agenzia delle Entrate, volto a confermare che le cessioni effettuate nei confronti delle ASL sottostanno al regime di sospensione di imposta e ad individuare una modalità operativa che confermi o sostituisca l’emissione dello “scontrino a credito”.
“A tal fine chiediamo – conclude la lettera firmata Federfarma - un incontro urgente per individuare la soluzione più semplice”.

Ultime notizie

13/12/2019

Così il farmaco più prescritto per il diabete aiuta a dimagrire

Il farmaco più usato contro il diabete di tipo 2 - la metformina - riduce l'appetito e favorisce la perdita di peso agendo su una molecola del fegato. È la scoperta resa nota sulla rivista Nature Metabolism da esperti della McMaster University in Canada. La metformina sembra avere...
13/12/2019

Consultori familiari, pochi e troppe differenze regionali

I consultori familiari sono ancora troppo pochi rispetto ai bisogni della popolazione ma offrono servizi essenziali con differenze nelle diverse aree del Paese. E' questa la prima fotografia scattata dall'Istituto Superiore di Sanità (Iss) in un progetto i cui dati sono stati diffusi...
13/12/2019

In discussione l’uso quotidiano dell'acido acetilsalicilico

Uno studio dell'Università della Georgia sta mettendo in discussione l'uso quotidiano dell'acido acetilsalicilico a basse dosi per prevenire infarti o ictus. In una ricerca che è stata pubblicata sulla rivista scientifica Family Practice, sono stati analizzati gli studi sul principio attivo...
13/12/2019

Nei Comuni depositati 170.000 biotestamenti, Roma in coda

Sono circa 170.000 le persone che hanno depositato le proprie Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (Dat) nei Comuni italiani, ovvero lo ha fatto un cittadino ogni 355 abitanti. A fare peggio sono i comuni di Trapani, l'Aquila e Roma ma, in generale, non mancano...
13/12/2019

Tg Federfarma Channel – Edizione del 14 dicembre

In questo numero: Dia day 2019, a Palermo e provincia un paziente diabetico su tre presenta una bassa aderenza alla terapia; Farmacia dei servizi, anche la Sicilia pronta a partire; Salute troppo costosa, circa un milione di italiani rinuncia completamente alle cure. I numeri del Rapporto Crea Sanità; "Vogliamo un Natale senza pacchetti", al via la campagna social contro il fumo promossa da Federfarma Lombardia


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni