Fondo sanitario, nuove norme su prezzi farmaci e revisione del prontuario. Il ministro in audizione a un anno dall’insediamento

17/07/2019 14:53:49
La Legge di Bilancio 2019 "aumenta il Fondo sanitario nazionale di 4,5 miliardi nel triennio: importanti risorse incrementali al Fondo, che tengono in considerazione anche i rinnovi contrattuali della dirigenza medica per il triennio 2019-21".
L’annuncio arriva dal ministro della Salute, Giulia Grillo, nel corso dell’audizione di ieri nella nuova Aula dei Gruppi parlamentari alla Camera sull'attività del ministero a un anno dall'insediamento.
 "Proprio ieri il ministro dell'Economia Giovanni Tria, in audizione congiunta alle commissioni di Camera e Senato - ricorda la Grillo – ha confermato che nella prossima Legge di Bilancio non ci saranno tagli per la sanità. Una dichiarazione che mi conforta e mi conferma l'impegno del Governo a non toccare le risorse per il nostro sistema. La sanità ha già dato".
Il ministro ricorda che "per gli anni 2020 e 2021, l'accesso delle Regioni all'incremento di 3,5 miliardi del Fondo sanitario nazionale è subordinato alla stipula di una specifica intesa in sede di Conferenza Stato-Regioni", il cosiddetto Patto per la salute "in cui devono essere contemplate misure di programmazione e di miglioramento della qualità delle cure e dei servizi erogati e di efficientamento dei costi".
"L'intesa, non lo nascondo, avrebbe dovuto chiudersi entro il 31 marzo 2019 ma - spiega - le interlocuzioni con le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano stanno proseguendo per arrivare ad un documento condiviso", che superi le difficoltà emerse durante il confronto.
Rivendicando di aver "voluto aprire alle proposte degli stakeholder interessati una Maratona di ascolto", la Grillo si dice dunque "sicura che arriveremo a chiudere un Patto per la Salute che restituisca alla sanità una centralità nelle politiche del Paese".
Più specificatamente in tema di medicinali, la Grillo ha specificato che "in tema di principi attivi, va segnalato il lavoro che ha portato alla definizione delle nuove procedure di approvazione dei farmaci. Il lavoro svolto da ministero, Aifa e Regioni ha portato alla stesura di un provvedimento di revisione della delibera Cipe del febbraio 2001, che fissa i criteri per la determinazione dei prezzi dei farmaci. Al momento è alla firma del Ragioniere Generale dello Stato, dunque a breve sarà disponibile per l'approvazione definitiva in Conferenza Stato-Regioni".
Grillo ha anche reso noto che "è in dirittura di arrivo il documento che farà da base all'aggiornamento del Prontuario farmaceutico".

Ultime notizie

13/12/2019

Così il farmaco più prescritto per il diabete aiuta a dimagrire

Il farmaco più usato contro il diabete di tipo 2 - la metformina - riduce l'appetito e favorisce la perdita di peso agendo su una molecola del fegato. È la scoperta resa nota sulla rivista Nature Metabolism da esperti della McMaster University in Canada. La metformina sembra avere...
13/12/2019

Consultori familiari, pochi e troppe differenze regionali

I consultori familiari sono ancora troppo pochi rispetto ai bisogni della popolazione ma offrono servizi essenziali con differenze nelle diverse aree del Paese. E' questa la prima fotografia scattata dall'Istituto Superiore di Sanità (Iss) in un progetto i cui dati sono stati diffusi...
13/12/2019

In discussione l’uso quotidiano dell'acido acetilsalicilico

Uno studio dell'Università della Georgia sta mettendo in discussione l'uso quotidiano dell'acido acetilsalicilico a basse dosi per prevenire infarti o ictus. In una ricerca che è stata pubblicata sulla rivista scientifica Family Practice, sono stati analizzati gli studi sul principio attivo...
13/12/2019

Nei Comuni depositati 170.000 biotestamenti, Roma in coda

Sono circa 170.000 le persone che hanno depositato le proprie Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (Dat) nei Comuni italiani, ovvero lo ha fatto un cittadino ogni 355 abitanti. A fare peggio sono i comuni di Trapani, l'Aquila e Roma ma, in generale, non mancano...
13/12/2019

Tg Federfarma Channel – Edizione del 14 dicembre

In questo numero: Dia day 2019, a Palermo e provincia un paziente diabetico su tre presenta una bassa aderenza alla terapia; Farmacia dei servizi, anche la Sicilia pronta a partire; Salute troppo costosa, circa un milione di italiani rinuncia completamente alle cure. I numeri del Rapporto Crea Sanità; "Vogliamo un Natale senza pacchetti", al via la campagna social contro il fumo promossa da Federfarma Lombardia


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni