Farmacia dei servizi, proseguono i lavori del Tavolo. Cossolo: “In arrivo nuovi passi in avanti”

12/06/2019 09:43:39
Definire servizi, criteri, metodologie e operatività della farmacia anche ai fini della sperimentazione dei progetti per i quali c'è stato lo stanziamento di 36 milioni di euro dalla Legge di bilancio 2018, inizialmente per 9 Regioni, poi ampliato a tutte con un accordo Stato Regioni.
Sono questi alcuni obiettivi che vuole portare a casa il Tavolo sulla Farmacia dei servizi che si è riunito per la quarta volta lo scorso 30 maggio e che vede la partecipazione delle rappresentanze di medici (Fimmg e Simg), infermieri (Fnopi), le società scientifiche, tra le quali Utifar, Sifo, dell'ISS e di Agenas, ma anche di Cittadinanzattiva, Fofi, Federfarma, Assofarm, oltre che il coinvolgimento di Altems (università Cattolica di Roma).
Che il ruolo della farmacia nei processi di presa in carico delle cronicità debba essere regolato e omogeneo sui territori, oltre che remunerato, è sancito anche all’interno del Patto della Salute.
L'articolo 10 sulla presa in carico territoriale, che prevede momenti di collaborazione tra medici convenzionati e dipendenti dislocati dagli ospedali, prevede anche un ruolo chiave per la farmacia convenzionata, allorché si parla di "attività per il miglioramento della qualità dei servizi sul territorio" e di "proseguire il percorso di qualificazione del ruolo della Farmacia dei Servizi" affinché, inserita nelle reti territoriali, si faccia carico della gestione di problematiche relative alla salute della persona, in collaborazione con altre figure professionali". Governo e Regioni dovranno concordare proposte operative circa i servizi erogabili in farmacia e declinarli in un documento prodotto da un Gruppo di Lavoro ministeriale, che valuti tali misure "in termini di vantaggi per la salute dei cittadini nel loro percorso di cura, di risparmi in termini di tempo e spostamenti, di ottimizzazione delle risorse per la programmazione regionale e possibile definizione della relativa remunerazione".

“Sono contento che all’articolo 10 si parli di remunerazione e di fissazione della remunerazione – ha spiegato il presidente di Federfarma, Marco Cossolo - di cui stiamo già discutendo durante il tavolo di lavoro sulla farmacia dei servizi. Vuol dire che nel Patto sulla salute il ruolo della farmacia viene messo a regime definitivamente al di là della sperimentazione. Ora vedremo ancora di fare qualche altro passo in avanti e proporremo ovviamente qualche aggiustamento nella parte che riguarda le farmacie. Devo dare atto al sottosegretario Coletto di esser stato di parola perché lo aveva promesso a Torino e lo ha fatto. Lavori perciò attivi, il Tavolo finirà ragionevolmente entro la fine del mese e per metà luglio usciranno fuori le schede dei servizi. Da settembre le regioni che hanno avuto il finanziamento potranno iniziare a lavorare in dal senso”.

Notizie correlate

16/09/2019

Federfarma protagonista all’incontro nazionale di AreaDem del PD a Cortona. Tobia: “Più sostenibilità per restare al fianco dei cittadini”

Anche la farmacia protagonista dell’incontro nazionale di AreaDem che si è concluso ieri a Cortona al Complesso Sant'Agostino. Filo conduttore scelto per la tre giorni, quello della sostenibilità, declinata sotto il profilo ambientale, economico, sociale e istituzionale, temi nei quali la farmacia è pienamente coinvolta...
16/09/2019

Ecg salvavita in farmacia. Il Caso a Belluno

Una vita salvata grazie all’intervento del farmacista E’ quanto è accaduto ad un paziente il 76enne, G.M. che venerdì scorso si è presentato a Belluno alla farmacia di Roberto Grubissa, presidente della Federfarma locale, per chiedere l’esecuzione di un...
16/09/2019

Parte a Roma la prima 'farmacia di strada' per accesso alle medicine delle fasce più deboli

Si terrà il prossimo lunedì, alle ore 16.00, presso la sede dell'Associazione Vo.Re.Co. Onlus a Roma (Via della Lungara, 141/a) l'inaugurazione della prima "Farmacia di strada"...
04/09/2019

Tredici miliardi per la farmacia dei servizi, la Gran Bretagna ci investe. Bacchini: “E’ la prova di quanto abbiamo sempre detto”

Prevenire fino a 150.000 infarti e ictus entro un decennio e sollevare il peso da ospedali e medici di medicina generale con un finanziamento di 13 miliardi di euro...
02/09/2019

Ssn, l’analisi di Mandelli: “Puntare i riflettori sulla prevenzione. Farmacia dei servizi al centro della soluzione”

"Il sistema sanitario nazionale italiano ha bisogno di essere tutelato, perché è ovvio che il 'mix' fra popolazione che invecchia e innovazione tecnologica e farmaceutica...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni