Farmacia dei servizi, proseguono i lavori del Tavolo. Cossolo: “In arrivo nuovi passi in avanti”

12/06/2019 09:43:39
Definire servizi, criteri, metodologie e operatività della farmacia anche ai fini della sperimentazione dei progetti per i quali c'è stato lo stanziamento di 36 milioni di euro dalla Legge di bilancio 2018, inizialmente per 9 Regioni, poi ampliato a tutte con un accordo Stato Regioni.
Sono questi alcuni obiettivi che vuole portare a casa il Tavolo sulla Farmacia dei servizi che si è riunito per la quarta volta lo scorso 30 maggio e che vede la partecipazione delle rappresentanze di medici (Fimmg e Simg), infermieri (Fnopi), le società scientifiche, tra le quali Utifar, Sifo, dell'ISS e di Agenas, ma anche di Cittadinanzattiva, Fofi, Federfarma, Assofarm, oltre che il coinvolgimento di Altems (università Cattolica di Roma).
Che il ruolo della farmacia nei processi di presa in carico delle cronicità debba essere regolato e omogeneo sui territori, oltre che remunerato, è sancito anche all’interno del Patto della Salute.
L'articolo 10 sulla presa in carico territoriale, che prevede momenti di collaborazione tra medici convenzionati e dipendenti dislocati dagli ospedali, prevede anche un ruolo chiave per la farmacia convenzionata, allorché si parla di "attività per il miglioramento della qualità dei servizi sul territorio" e di "proseguire il percorso di qualificazione del ruolo della Farmacia dei Servizi" affinché, inserita nelle reti territoriali, si faccia carico della gestione di problematiche relative alla salute della persona, in collaborazione con altre figure professionali". Governo e Regioni dovranno concordare proposte operative circa i servizi erogabili in farmacia e declinarli in un documento prodotto da un Gruppo di Lavoro ministeriale, che valuti tali misure "in termini di vantaggi per la salute dei cittadini nel loro percorso di cura, di risparmi in termini di tempo e spostamenti, di ottimizzazione delle risorse per la programmazione regionale e possibile definizione della relativa remunerazione".

“Sono contento che all’articolo 10 si parli di remunerazione e di fissazione della remunerazione – ha spiegato il presidente di Federfarma, Marco Cossolo - di cui stiamo già discutendo durante il tavolo di lavoro sulla farmacia dei servizi. Vuol dire che nel Patto sulla salute il ruolo della farmacia viene messo a regime definitivamente al di là della sperimentazione. Ora vedremo ancora di fare qualche altro passo in avanti e proporremo ovviamente qualche aggiustamento nella parte che riguarda le farmacie. Devo dare atto al sottosegretario Coletto di esser stato di parola perché lo aveva promesso a Torino e lo ha fatto. Lavori perciò attivi, il Tavolo finirà ragionevolmente entro la fine del mese e per metà luglio usciranno fuori le schede dei servizi. Da settembre le regioni che hanno avuto il finanziamento potranno iniziare a lavorare in dal senso”.

Notizie correlate

26/06/2019

Farmacia dei servizi, Gemmato: finalmente inizia una declinazione pratica

“La farmacia dei servizi inizia finalmente ad avere una declinazione pratica”. Lo ha sottolineato Marcello Gemmato, deputato di Fdi, fra i tanti politici che hanno partecipato...
20/06/2019

Farmacia dei servizi, Lorenzin: “È già realtà ma mancano i finanziamenti”

“Siamo ad un ottimo punto - ha detto - è una realtà in moltissime regioni, ma molto di questo lavoro viene fatto in modo totalmente gratuito da parte dei farmacisti...
18/06/2019

Farmacia dei servizi e Patto della Salute, il punto del sottosegretario Coletto. Necessario monitoraggio su aderenza terapeutica

La serata di beneficenza Farma&Friends organizzata da Federfarma Roma, lo scorso 11 giugno, è stata anche l’occasione per discutere delle future risorse della sanità con il Sottosegretario alla Salute Luca Coletto che, al microfono di Federfarma Channel ha parlato della farmacia dei servizi...
10/06/2019

Centro Studi Federfarma, Leopardi: “Daremo supporto alle Regioni per realizzare la Farmacia dei servizi”

Una riunione fattiva. Così il coordinatore Eugenio Leopardi commenta l’ultima seduta di lavori del Centro Studi Federfarma, appena svoltosi, esprimendo il suo apprezzamento...
05/06/2019

Il ruolo delle Farmacie di comunità nella cura del paziente oncologico. Ecco il progetto

Le Farmacie di Comunità possono svolgere un ruolo prezioso anche nel percorso di cura del paziente oncologico. Il 'Progetto PROF2', realizzato grazie ad Assofarm e Federfarma, è il primo esempio in Italia di rete tra...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni