Problemi alla tiroide per 6 milioni di italiani

15/05/2019 15:33:54
Sono oltre 6 milioni gli italiani con un problema della tiroide. Questo organo piccolo, ma essenziale, è coinvolto in diverse funzioni vitali, dalla circolazione sanguigna al ritmo del sonno, dal metabolismo delle ossa allo sviluppo del sistema nervoso. Per conoscerlo meglio e soprattutto per riconoscere i sintomi di eventuali problemi si celebra la settimana mondiale della tiroide, in programma dal 20 al 26 maggio.

Diverse le iniziative e incontri informativi, riportati su www.settimanamondialedellatiroide.it e su una pagina Facebook dedicata. «Il tema scelto per la settimana, con il patrocinio del Ministero della Salute e dell'Istituto Superiore di Sanità, è 'Amo la mia tiroide…e faccio la cosa giusta», ha detto il presidente della Società Italiana di Endocrinologia (Sie), Paolo Vitti.

L'obiettivo, ha aggiunto, è «ricordare l'importanza dell'appropriatezza degli stili di vita ma anche la diagnostica e i più appropriati approcci terapeutici». Per il segretario Associazione Medici Endocrinologi (Ame), Vincenzo Triggiani, «le malattie della tiroide possono colpire entrambi i sessi, anche se sono più frequenti nelle donne, con il 10% che sviluppa un disturbo durante la vita e andando avanti con l'età. L'ipotiroidismo, cioè la tiroide che funziona poco per una tiroidite o è stata asportata, colpisce circa il 5% della popolazione, nel caso dell'ipertiroidismo, quando funziona troppo, è colpito circa l'1-2%».

Il segretario dell'Associazione Italiana Tiroide (Ait), Massimo Tonacchera, «la causa più frequente di disturbi alla tiroide è la carenza di iodio che può provocare gozzo, noduli o ipotiroidismo. Assumere iodio in quantità adeguata con l'alimentazione è fondamentale. Il fabbisogno quotidiano stimato è di 150 microgrammi per adulti, 90 per bimbi fino a 6 anni, 250 per donne in gravidanza e l'allattamento». (ANSA)

Ultime notizie

05/08/2019

Distribuzione diretta, Gemmato: troppi disagi soprattutto al Sud. Riportare i farmaci in farmacia

“La distribuzione diretta sta creando notevoli disagi, soprattutto ai cittadini che vivono al Sud, nelle zone montane e nelle aree più periferiche”. A ricordarlo è Marcello Gemmato, farmacista e deputato di FdI, che ha recentemente presentato un’interrogazione parlamentare sul tema in risposta all’audizione del ministro Giulia Grillo sull'attività del ministero a un anno dall'insediamento...
05/08/2019

Tg Federfarma Channel – Edizione del 3 agosto

In questo numero: Distribuzione diretta, Gemmato: “Troppi disagi soprattutto al Sud. Riportare i farmaci in farmacia”; Nuova remunerazione, Federfarma fa il punto dopo la prima riunione del Tavolo; Negoziazione prezzo farmaci, un decreto ministeriale cambia le procedure; Aifa, nomina pro tempore di Bonaccini alla presidenza. Resta aperta la questione del Cda 
05/08/2019

Nuova remunerazione, Federfarma fa il punto dopo la prima riunione del Tavolo

Si è tenuta lo scorso 31 luglio la prima riunione del Tavolo per “la definizione di un nuovo modello di remunerazione della filiera distributiva del farmaco”. Alla riunione hanno partecipato, oltre a Federfarma, esponenti della filiera del farmaco (produzione e distribuzione), nonché del Ministero della salute, del Ministero dell’economia, delle Regioni, dell’AIFA e della SISAC...
05/08/2019

Negoziazione prezzo farmaci, un decreto ministeriale cambia le procedure

Un decreto del ministero della Salute, di concerto con il Mef e approvato dalla Conferenza Stato-Regioni di ieri, cambia le procedure per la negoziazione del prezzo dei farmaci. Il testo, necessario per aggiornare il sistema all’evoluzione della politica del farmaco e alle necessità di trasparenza, definisce i criteri e le modalità con cui...
05/08/2019

Aifa, nomina pro tempore di Bonaccini alla presidenza. Resta aperta la questione del Cda

Nonostante la nomina di Stefano Bonaccini alla presidenza, pro tempore, dell'Agenzia italiana del farmaco, resta la questione irrisolta del Cda. Il Consiglio di amministrazione...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni