Prime linee guida Oms per la prevenzione delle demenze

15/05/2019 15:20:37
Ogni anno nel mondo ci sono 10 milioni di nuove diagnosi di demenza, con il numero totale che raggiungerà i 152 milioni nel 2050. Lo ricorda l'Oms, che ha appena pubblicato le prime linee guida con le indicazioni per prevenire l'insorgenza di questa malattia, che secondo gli esperti costa l'1,1% del Pil globale.

Le persone possono ridurre il rischio di demenza con l'esercizio regolare, affermano le linee guida, evitando il fumo e l'alcol, tenendo sotto controllo il peso, la pressione, il colesterolo e la glicemia, mentre non ci sono sufficienti evidenze che l'utilizzo di supplementi, come quelli di vitamine B ed E, possano avere un effetto.

«Nei prossimi 30 anni il numero di persone con demenza potrebbe triplicare - afferma il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus -. Dobbiamo fare tutto il possibile per ridurre il rischio. Le evidenze scientifiche raccolte da queste linee guida confermano ciò che sospettavamo da qualche tempo, cioè che ciò che è buono per il cuore è buono anche per il cervello».

Alla riduzione dei fattori di rischio, sottolinea l'Organizzazione, devono accompagnarsi altre aree d'azione, dal rafforzamento della raccolta dei dati agli interventi su diagnosi, trattamenti e assistenza al supporto delle persone con la malattia a una maggiore ricerca e innovazione sul tema. La malattia è uno dei principali fattori di disabilità negli anziani, e il suo costo per la società potrebbe crescere fino a duemila miliardi di dollari l'anno nel 2030. (ANSA)

Ultime notizie

24/05/2019

Tg Federfarma Channel – Edizione del 25 maggio

In questo numero: Blocco esportazioni Sinemet, provvedimento in Gazzetta. Soddisfazione Federfarma: “Soluzione più volte invocata”; Videosorveglianza, i chiarimenti dell’Ispettorato nazionale del lavoro su autorizzazione all’installazione; Farmacista di reparto, in arrivo il Ddl. Sileri: figura indispensabile; Agenzia delle Entrate, arrivano gli Indicatori Sintetici di Affidabilità (Isa) che sostituiranno gli studi di settore
24/05/2019

Il cuore delle donne cambia prima della menopausa

Come una casa che è ancora molto solida ma ha già una piccola, impercettibile, crepa nelle fondamenta il cuore delle donne inizia a presentare sottili cambiamenti già prima della menopausa. Questo può avere come conseguenza quella di valutare un possibile anticipo della...
24/05/2019

Molise: Consiglio regionale, depositata proposta riuso farmaci

È stata depositata in Consiglio regionale una proposta di legge (n.65) concernente: "Interventi regionali per il recupero, reimpiego e donazione a fini del riutilizzo, di medicinali per uso umano e per uso veterinario inutilizzati ed ancora in corso di validità". La...
24/05/2019

Malattie croniche per 40% italiani, ora voce ai pazienti

Ogni anno in Italia la spesa per le malattie croniche (come tumori, diabete, asma) raggiunge quasi 67 miliardi di euro. Queste patologie, in costante crescita, colpiscono il 40% della popolazione (24 milioni di italiani) e per la prima volta i pazienti entrano di diritto nelle...
24/05/2019

Usa: pillola giorno dopo usata da 21.000 donne da ottobre

Negli ultimi sei mesi 21.000 donne americane hanno usato la pillola del giorno dopo. Lo riporta il Guardian, secondo cui tre quarti di loro risiede in stati che hanno le leggi più restrittive sull'aborto. Le richieste all'associazione Aid Access - che fornisce prescrizioni online per...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni