Ipertensione arteriosa, Federfarma Verona e Siia al fianco dell’Esercito per fare prevenzione

13/05/2019 09:03:18
Tre appuntamenti dedicati all’informazione e alla prevenzione dell’Ipertensione arteriosa ieri mattina presso Palazzo Carli di via Roma nella sede del Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto. Il Generale di Corpo d’Armata Giuseppenicola Tota, Comandante del Comfoter di Supporto ha accolto alle 9,30 i farmacisti di Federfarma Verona e i medici della Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa (SIIA) che hanno dato il via al primo appuntamento nel corso del quale sono state offerte, ad una folta rappresentanza di ufficiali e sottufficiali, informazioni scientifiche sulla patologia ipertensiva e sulla sua prevenzione. Al termine un incontro stampa e a seguire la misurazione volontaria della pressione da parte dei militari e la compilazione del questionario anonimo mirato alla valutazione del rischio ipertensione di ciascun soggetto partecipante al monitoraggio.

Presenti per Federfarma Verona il presidente Marco Bacchini e il prof. Pietro Minuz direttore Unità Operativa di direttore Unità Operativa Complessa di Medicina Generale per lo Studio ed il Trattamento della Malattia Ipertensiva Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona nonché membro del Consiglio Direttivo SIIA. Il presidente nazionale della SIIA, Claudio Ferri, ha inviato una nota di saluto e di sostegno all’iniziativa davvero meritoria. Ricordando che l’ipertensione è il primo fattore di rischio cardiovascolare – un italiano si ammalerà e morirà molto più probabilmente per ipertensione che per tumore – ritengo che sia davvero incredibile che ad oggi questa patologia sia ancora tanto diffusa”. Le relazioni di carattere sanitario sono state tenute, sul tema della prevenzione, da Arianna Capri per Federfarma Verona e dal prof. Minuz sulla patologia dell’ipertensione e delle sue complicanze.

“Abbiamo preparato con molta attenzione questo importante momento di sensibilizzazione grazie alla grande disponibilità del Generale Giuseppenicola Tota, del Colonnello Raffaello Manconi e dei loro numerosi collaboratori  - spiega Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona -. Quando abbiamo deciso, come Federfarma, di ipotizzare un evento formativo e l’opportunità di approfondire una tematica così importante come quella dell’ipertensione, abbiamo trovato nel Comfoter di SPT massima disponibilità e collaborazione. I colleghi che svolgono la loro attività professionale nelle farmacie territoriali non si devono limitare a condividere le proprie conoscenze con chi varca la soglia della farmacia, ma devono essere disponibili ad uscire dal banco ed incontrare tutti coloro che, in diversi ambiti, scuole, caserme, piazze, sono pronti a ricevere preziose informazioni sanitarie. Fino ad ora abbiamo incontrato in precedenti iniziative Carabinieri, Polizia di Stato, Vigili del Fuoco, Guardia di Finanza e ora l'Esercito cercando sempre di essere in qualche modo riconoscenti a quanti lavorano per la nostra sicurezza. Voglio infine ringraziare in modo particolare il Generale Tota per la sensibilità dimostrata nel prendersi cura di questa iniziativa – conclude Bacchini - in un progetto ampio e strutturato della salute volto alla tutela dei propri uomini in modo particolare nell'ambito della prevenzione”.
“Collaboriamo con entusiasmo con la Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa e con Federfarma per la diffusione di una coscienza della prevenzione. L’Esercito è attore principale nel promuovere ogni iniziativa di sensibilizzazione alla prevenzione della salute, in sinergia con le Istituzioni e le Associazioni sanitarie” ha sottolineato il Generale Giuseppenicola Tota.

Per Pietro Minuz, direttore Unità Operativa Complessa di Medicina Generale per lo Studio ed il Trattamento della Malattia Ipertensiva Azienda Ospedaliera Universitaria Intergrata di Verona, nonché membro del Consiglio Direttivo porre attenzione all’ipertensione arteriosa è di primaria importanza, essendo questa la principale condizione di malattia nella popolazione e la principale causa di mortalità e cronica infermità.
L’iniziativa rientra negli impegni sulla prevenzione assunti da Federfarma Verona nell’ambito della Giornata mondiale di lotta all’ipertensione che si svolgerà venerdì 17 maggio quando le farmacie offriranno gratuitamente alla cittadinanza, fino a sabato 18, misurazioni della pressione arteriosa e la compilazione del questionario anonimo sul rischio ipertensione i cui dati verranno elaborati da Federfarma Verona e consegnati alla SIIA per essere analizzati e successivamente utilizzati nell’ambito della prevenzione di questa patologia. Nella stessa giornata i farmacisti di Federfarma Verona e medici dell’Unità di Medicina per l’Ipertensione saranno presenti presso la Caserma Dalla Bona per un secondo appuntamento con i militari del Comfoter di Supporto.

Notizie correlate

28/09/2018

"Abbasso la pressione!”, Federfarma e Siia presentano i dati. Più di 5mila le persone che non sapevano di essere ipertese

L’ipertensione è il primo fattore di rischio mortalità nel mondo. E’ questo il dato più allarmante sottolineato, ieri, durante la conferenza stampa di presentazione dei risultati...
18/05/2018

Giornata mondiale dell’ipertensione: Federfarma Verona in campo con iniziative di prevenzione

Appuntamenti in farmacia, ma anche nelle scuole e nelle piazze, per sensibilizzare i cittadini ai rischi legati all’ipertensione. Sono state diverse le iniziative promosse ieri da Federfarma Verona in occasione della giornata mondiale...
17/05/2017

Giornata modiale ipertensione, Federfarma tra i partecipanti

«Impara a conoscere la tua pressione arteriosa». E' il messaggio lanciato dalla Siia, la Società italiana dell'ipertensione arteriosa, in occasione della Giornata mondiale con cui oggi si celebra la malattia. Nelle piazze delle più importanti città d'Italia, in oltre 100 centri...
12/04/2017

Avocado scudo contro glicemia, colesterolo e pressione alta

L'avocado è uno scudo contro le sindromi metaboliche, ovvero un insieme di fattori di rischio, tra cui la glicemia alta, colesterolo, pressione sanguigna e obesità, che portano ad aumento del rischio di diabete di tipo 2 e di malattie cardiovascolari. La conferma arriva da una revisione...
11/04/2017

Contro la pressione alta spinaci, avocado e banane

Non solo attenzione al sale. Per far scendere la pressione anche i livello di potassio devono essere adeguati e consumare cibi che ne sono ricchi, come avocado, spinaci, patate dolci, fagioli, banane e persino caffè può aiutare. E' quanto emerge da una ricerca della Keck School of...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni