Rev, le precisazioni del ministero. Gallina Toschi: “Processi più snelli, ma ancora qualche criticità”

13/05/2019 09:05:39
Il ministero torna a fare precisazioni sulla Ricetta elettronica veterinaria chiarendo alcuni aspetti messi in discussione da notizie apparse sugli organi di stampa.

Innanzitutto, si specifica come la Rev non aggiunga, a carico dei veterinari e degli utenti finali, nuovi obblighi o adempimenti aggiuntivi rispetto a quelli già previsti dalla normativa vigente.  Seguendo la medesima indicazione, ovvero dell’invarianza di obblighi e adempimenti, la nota del ministero evidenzia come non sia in alcun modo prevedibile un aumento del volume delle ricette elettroniche rispetto alla situazione quo ante.

In secondo luogo, il Ministero ha voluto rassicurare gli utenti sulla questione dell’invarianza dei costi per i proprietari di animali. “Pertanto il medico veterinario che prima non si faceva pagare per la semplice emissione di una ricetta cartacea, senza una prestazione clinica, dovrebbe ugualmente non farsi pagare”. In questo caso il Ministero ha quindi voluto chiarire la totale incongruità delle richieste, da parte di alcuni veterinari, di prevedere onorari pari a 10 € per l’emissione di una REV, così come riportato da alcuni organi di stampa.

Federfarma, in una circolare, ricorda che strettamente collegato al tema dell’invarianza dei costi è anche il successivo rimando alla mancanza di modifiche rispetto a “ …la gestione fiscale e professionale della prestazione di “prescrizione” da parte del medico veterinario rispetto all’utilizzo della ricetta cartacea”.  Il rinvio ad una Sentenza del 2015 della Corte di Cassazione sembrerebbe voler sottolineare la liceità di una prestazione professionale (ovvero la redazione di una prescrizione) effettuata in termini gratuiti, ovvero senza alcun corrispettivo economico.

Di maggior interesse per la categoria – spiega ancora Federfarma - è certamente l’ultima parte della “nota ministeriale” in merito alla lunghezza dei tempi necessari alla prescrizione elettronica.  “Infatti – precisa a Filodiretto Achille Gallina Toschi, presidente di Federfarma Emilia Romagna – è utile ricordare quanto riportato dal Ministero in merito alla maggiore velocità di erogazione attraverso l’app dedicata, ovvero “Ricetta elettronica vet”. L’erogazione tramite app potrà infatti essere utilizzata dalle farmacie nel caso di non funzionamento del sistema vetinfo.it. Inoltre, in caso di non funzionamento o eccessiva lentezza del sito principale è possibile utilizzare anche il sito https://www2.vetinfo.it”.
“Sicuramente – aggiunge Toschi – di giorno in giorno le cose stanno procedendo meglio, soprattutto per la possibilità delle farmacie di usare i propri gestionali senza passare per Vetinfo, tuttavia Federfarma ha rappresentato al ministero delle difficoltà ancora in essere chiedendo un’azione urgente per ovviare, in particolare, a due problemi: quello della prescrizione, tramite REV, di farmaci non in commercio e quello della gestione delle ricette prescritte su carta dal veterinario in caso di urgenza. L’auspicio è che si arrivi a regime nell’arco di pochi giorni”.

In conclusione, Federfarma – si legge in una nota diramata – considera positivamente l’attività del Ministero volta a scoraggiare eventuali abusi perpetuati con il pretesto del nuovo contesto regolatorio e ritiene importante la comunicazione in merito all’utilizzo di modalità alternative per cercare di evitare al minimo le difficoltà di accesso al sistema.
Rossella Gemma


Notizie correlate

31/07/2019

Rev, Federfarma accoglie e rilancia la nota congiunta Fofi-Fnovi

Federfarma fa da cassa di risonanza alla nota congiunta Fofi-Fnovi condivisa con la necessità di favorire in tutti i modi, anche attraverso il coinvolgimento degli Ordini provinciali, l’ulteriore implementazione della ricetta veterinaria elettronica...
09/07/2019

Rev, Federfarma pubblica le FAQ più frequenti da parte delle farmacie

A quasi tre mesi dall’obbligo di utilizzo della REV, Federfarma è tornata sull’argomento al fine di provare a dirimere le situazioni più complesse che le farmacie hanno riscontrato...
24/05/2019

Rev: tavolo di lavoro veterinari-farmacisti per richieste congiunte al ministero

Veterinari e farmacisti agiranno d’ora in poi, attraverso un tavolo comune, per sottoporre congiuntamente al Ministero problematiche da risolvere in merito alla REV. Lo hanno deciso lo scorso 21 maggio a Milano in un incontro congiunto tra rappresentanti degli Ordini e delle Associazioni professionali di farmacisti e veterinari...
22/05/2019

Ricetta elettronica veterinaria, incontro a Verona fa il punto sulle ultime novità

Si è svolto lunedì sera a Palazzo Vitruvio Cerdone, sede di Federfarma Verona, un incontro scientifico-informativo sulla Ricetta Elettronica Veterinaria (REV) entrata in vigore il 16 aprile scorso che ha messo a fuoco le principali novità riguardanti grossisti, farmacisti, proprietari di animali domestici o di allevamento e medici veterinari. Massiccia la partecipazione dei farmacisti territoriali...
03/05/2019

Ricetta veterinaria elettronica, in media 26mila al giorno

Sono in crescita in maniera esponenziale i numeri della ricetta veterinaria elettronica. In tutti i giorni feriali dopo Pasqua il numero "si attesta costantemente sopra le 26 mila al giorno", evidenziando come , "dopo la pubblicazione del Decreto...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni