Difficoltà a deglutire per 6 milioni di italiani, gusto in 'nuovi cibi'

15/04/2019 16:55:59
Quando si ha difficoltà a deglutire, ogni alimento, come pure un sorso d'acqua, può diventare pericoloso ed essere causa di problemi per la salute. Questa condizione viene definita 'disfagia' e ne soffrono oltre sei milioni di italiani. Non è solo un problema degli anziani: coinvolge in generale gli adulti, con percentuali elevate dopo i 50 anni (20% circa) e un sensibile aumento tra i 75enni (45%).

Punte del 60% si raggiungono fra i residenti delle Rsa o in pazienti in assistenza domiciliare, specie se con malattie neurodegenerative come il Parkinson e l'Alzheimer, o in persone con ictus. Senza contare pazienti ricoverati per tumore o con problemi cardiovascolari. La voglia di cibo con la disfagia diminuisce e in agguato possono esserci la malnutrizione e un calo di peso.

Oggi la scienza e la ricerca hanno trovato soluzioni senza cibo incolore e insapore, ma con menù vari ed equilibrati, che ripropongono piatti della tradizione culinaria. Se n'è parlato a Milano, al convegno "Disfagia una patologia. La nutrizione una risposta". Freschi, gustosi, calibrati per grammatura, di consistenza adeguata, igienicamente sani e sicuri, grazie a procedimenti di cottura sottovuoto e a bassa temperatura, i 'nuovi cibi' garantiscono la conservazione dei sapori: a dimostrarlo sono i risultati di uno studio su 25 pazienti condotto presso l'Azienda di Servizi alla Persona di Pavia, polo geriatrico dell'Università lombarda. In tre mesi si è osservato un netto miglioramento nutrizionale e di salute.

«Le caratteristiche di questi prodotti e la tipologia di confezionamento - spiega Mariangela Rondanelli, dell'Azienda di Servizi alla Persona di Pavia - permettono di ottimizzare i processi produttivi e la distribuzione dei pasti e di poterli proporre al paziente anche una volta dimesso. Aspetti che fanno guadagnare alla spesa pubblica circa 80 centesimi per ogni piatto. Questi cibi speciali saranno classificati come 'Alimenti a fini medici speciali' (Afms) per i quali è in corso l'iter di ottenimento al Ministero della Salute. Le spese di acquisto potranno quindi essere detratte al 19%». (ANSA)

Ultime notizie

19/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza con le Regioni. Su alcune testate notizia fuorviante

Federfarma affida ad un comunicato ufficiale i chiarimenti circa quanto apparso su alcune testate giornalistiche secondo le quali il ministro della Salute, Giulia Grillo, avrebbe disertato l’incontro con le multinazionali del farmaco e l’ambasciatore Usa Lewis Eisenberg, a causa di una presunta vertenza del sindacato dei titolari di farmacia con le Regioni. “E’ assolutamente fuorviante  - scrive Federfarma...
19/04/2019

Tg Federfarma Channel – Edizione del 19 aprile

In questo numero: Federfarma: non esiste alcuna vertenza con le Regioni. Su alcune testate notizia fuorviante; Cannabis terapeutica, indagine sulla difficoltà di reperimento nelle farmacie. Federfarma e Fofi si attivano; Brevetto dei farmaci, nuova disciplina europea per competitività Stati membri; Farmacista personal trainer del paziente cronico. Marco Bacchini: “Sinergia con Mmg e specialisti”
19/04/2019

Cannabis terapeutica, indagine su difficoltà di reperimento nelle farmacie. Federfarma e Fofi si attivano

Federfarma si mobilita per sostenere la Fofi, che su richiesta del Ministero della Salute, ha avviato un’indagine sul territorio nazionale, chiedendo la collaborazione del sindacato dei titolari di farmacia, volta a verificare e a superare difficoltà di reperimento della Cannabis a uso medico presso le farmacie...
19/04/2019

Brevetto farmaci, nuova disciplina europea per competitività Stati membri

Via libera del Parlamento Europeo in sessione plenaria e del Consiglio dell'Unione Europea al Regolamento in base al quale i farmaci coperti da Certificato Complementare di Protezione (Ccp) possono essere prodotti ed esportati dai produttori europei (sia di farmaci che di principi attivi) nei Paesi dove il Ccp non c'è o è scaduto...
19/04/2019

Farmacista personal trainer del paziente cronico. Bacchini: “Sinergia con Mmg e specialisti”

Il farmacista come personal trainer della salute del paziente in sinergia con il medico di medicina generale e con lo specialista. E’ questa la sfida lanciata dal convegno...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni