Usa, no ad app e apparecchi per auto-diagnosi traumi cranici

15/04/2019 16:21:23
No all'uso degli apparecchi medici e app degli smartphone che vengono venduti come capaci di diagnosticare una lesione alla testa, un trauma cranico o commozione cerebrale: l'avvertimento arriva dalla Food and Drug Administration (Fda), l'agenzia Usa che regola i farmaci, perché non sono passati sotto il suo esame e possono portare a diagnosi sbagliate. Al momento sono pochi gli apparecchi di questo tipo approvati dall'Fda per aiutare diagnosi, trattamento e gestione di questi traumi, e tutti richiedono la valutazione di un operatore sanitario.

«Voglio essere chiaro - sottolinea Jeffrey Shuren, direttore del Centro di strumenti e salute radiologica dell'Fda - attualmente non ci sono strumenti che aiutino a valutare un trauma cranico che possano essere usati da un comune cittadino da solo. Se si usano questi apparecchi si rischia una diagnosi errata, che magari può far tornare alle normali attività chi invece ha avuto una lesione grave e avrebbe bisogno di cure medico, mettendolo in grave pericolo».

I prodotti di questo tipo, che non sono stati approvati dall'Fda, "violano la legge", continua, l'agenzia ha già chiesto alle aziende che li producono di non pubblicizzarli più così. Tra i prodotti sotto accusa ci sono quelli che sostengono di poter valutare e diagnosticare ogni cambiamento nelle funzioni cerebrali facendo fare dei test alla persona, tramite smartphone o tablet, per valutare il suo stato cognitivo, la vista, concentrazione, memoria, equilibrio e parola. L'Fda invita inoltre cittadini, genitori, caregiver e allenatori a cercare il giusto trattamento presso un professionista sanitario se si sospetta un trauma cranico. (ANSA)

Ultime notizie

22/07/2019

Semplificazioni fiscali, convertito in legge il decreto ‘crescita’. Tutte le novità per i farmacisti

Il Parlamento ha convertito in legge il cosiddetto decreto “Crescita”. Il testo finale recepisce anche disposizioni in materia di semplificazioni fiscali. Il provvedimento - nel quale è confluito anche il DDL in materia di semplificazioni fiscali, approvato a... 
22/07/2019

Farmacie rurali e Comunità montane, firmato il protocollo d’intesa per dare più servizi ai cittadini

Salvaguardare le aree montane dallo spopolamento e assicurare ai residenti i servizi essenziali, a partire da quelli sanitari. Questi i principali obiettivi del protocollo d’intesa siglato ieri a Roma da Federfarma-Sunifar, che rappresenta le 6.700 farmacie dislocate nei comuni con meno di 5.000 abitanti, e UNCEM, l’Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani.
Il protocollo, impegna le due Associazioni a sollecitare interventi volti a promuovere la presenza di attività economiche e di servizi socio-sanitari accessibili ed efficienti nei piccoli comuni montani, per garantire standard di vita dignitosi ai loro abitanti tutto l’anno e non solo durante la stagione turistica. In particolare, sarà adottata ogni possibile iniziativa per garantire nei centri montani la presenza continuativa...
22/07/2019

Tg Federfarma Channel – Edizione del 23 luglio

In questo numero: Farmacie rurali e Comunità montane, firmato il protocollo d’intesa per dare più servizi ai cittadini; Farmacista Più, D’Ambrosio Lettieri: “Uniti per dimostrare di saper affrontare le sfide del tempo”; Farmacia dei servizi, da Arezzo il conto alla rovescia verso la piena attuazione. Necessario aprire i tavoli di confronto; Semplificazioni fiscali, convertito in legge il decreto ‘crescita’. Tutte le novità per i farmacisti
22/07/2019

Farmacista Più, D’Ambrosio Lettieri: “Uniti per dimostrare di saper affrontare le sfide del tempo”

"FarmacistaPiù rappresenta, ancora una volta, un'occasione unica di confronto sulle sfide in atto tra tutti gli attori del Sistema: gli interlocutori Istituzionali, le Società Scientifiche, gli Organismi professionali. L'obiettivo unanime è quello di accogliere il maggior numero di idee e opportunità per il rilancio del ruolo...
22/07/2019

Farmacia dei servizi, da Arezzo il conto alla rovescia verso la piena attuazione. Necessario aprire i tavoli di confronto

E’ partito domenica da Arezzo il conto alla rovescia che dovrebbe portare rapidamente alla realizzazione definitiva della “Farmacia dei Servizi”, sempre più fondamentale presidio sociosanitario a disposizione dei cittadini, in particolare di quelli più deboli e nelle aree meno urbanizzate e...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni