La depressione viene 'spenta' prendendo l''onda giusta' nel cervello

14/03/2019 14:30:19
La depressione si spegne accendendo le 'onde giuste' nel cervello: un trial clinico pilota unico nel suo genere, condotto da Flavio Frohlich dell'università della Carolina del Nord a Chapel Hill, ha infatti mostrato di poter dimezzare i sintomi depressivi in pazienti con depressione maggiore, usando una stimolazione indolore e non invasiva applicata dall'esterno (sulla testa), la 'stimolazione transcranica a corrente alternata'.

Questa riequilibra un particolare tipo di onde neurali, le 'alfa', il cui flusso è scompensato nei pazienti depressi. L'esito della sperimentazione clinica è stato reso noto sulla rivista Translational Psychiatry e al momento gli scienziati stanno arruolando nuovi pazienti per ripetere i test su un campione più folto.

Ci sono già diversi studi sull'uso della stimolazione elettromagnetica per la cura della depressione, ma questo ha un impianto nuovo perché si propone di riequilibrare nel cervello il 'flusso delle onde alfa', 'onde elettromagnetiche' di una determinata frequenza che viaggiano nel cervello quando vogliamo concentrarci, evitare distrazioni, o immergerci in una riflessione specifica senza divagare.

Nei depressi le onde alfa non sono in equilibrio perché vi è un flusso eccessivo nell'emisfero sinistro del cervello rispetto al destro. I ricercatori hanno riequilibrato il flusso di onde alfa con la stimolazione transcranica (applicata per 40 minuti al giorno per 5 giorni) in un sottogruppo di pazienti, confrontando l'esito della terapia con una stimolazione finta (placebo) e con una vera ma inadatta a riequilibrare le onde alfa.

Ebbene solo nel primo gruppo per le due settimane successive all'intervento i sintomi depressivi sono stati dimezzati. Si tratterà ora di ripetere lo studio e calibrare meglio la terapia per farne durare gli effetti più a lungo, conclude Frohlich. (ANSA)

Ultime notizie

22/03/2019

Farmaci illegali, in Lombardia approvata mozione per il contrasto. Tobia: “Fenomeno preoccupante, Federfarma in prima linea”

Mentre in Europa il commercio di farmaci illegali, anche via web, supera di 25 volte quello delle sostanze stupefacenti, la Lombardia si attrezza per combattere il problema di sanità pubblica. Il Consiglio Regionale ha approvato, infatti, a larghissima maggioranza, la mozione, a firma Emanuele Monti, Presidente della III Commissione Sanità e Politiche Sociali...
22/03/2019

Tg Federfarma Channel – Edizione del 22 marzo

In questo numero: Farmaci illegali, in Lombardia approvata mozione per il contrasto. Tobia: “Fenomeno preoccupante, Federfarma in prima linea”; Rev, in attesa della pubblicazione del decreto ministeriale Federfarma Marche continua il percorso di formazione; Antibioticoresistenza, al via “Spincar” come supporto al Piano nazionale del ministero; Partito nelle scuole veronesi il progetto “Natura che cura”. Coinvolti i farmacisti
22/03/2019

Rev, in attesa della pubblicazione del decreto ministeriale Federfarma Marche continua il percorso di formazione

Un  percorso di formazione sulla ricetta elettronica veterinaria. E’ quello promosso da Federfarma Marche per sensibilizzare opinione pubblica, farmacisti e veterinari su questo argomento, partito un mese fa con la prima tappa ad Ancona. Poi, Ascoli Piceno, Pesaro e presto anche Fermo e Macerata....
22/03/2019

Antibioticoresistenza, al via “Spincar” come supporto al Piano nazionale del ministero

Parte SPiNCAR (Supporto al Piano Nazionale di Contrasto Antibioticoresistenza), il Sistema operativo del Servizio Sanitario Nazionale per lo sviluppo degli obiettivi fissati dal Piano Nazionale di Contrasto dell’Antimicrobico-Resistenza (PNCAR) voluto dal Ministero della Salute e che fissa gli standard di sicurezza per tutte le strutture sanitarie...
22/03/2019

Partito nelle scuole veronesi il progetto “Natura che cura”. Coinvolti i farmacisti

Medici e farmacisti insieme per spiegare agli studenti dagli 8 ai 13 anni e alle loro famiglie come prevenire le malattie con la medicina naturale. E’ il progetto “Natura che Cura”...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni