Prezzi farmaci, Farmindustria fa chiarezza: “No ricatti, sono trasparenti”

14/03/2019 09:25:37
"Le imprese chiedono che siano riconosciuti e valorizzati gli investimenti che continuano a realizzare nel Paese pur a fronte di una spesa per medicinali inferiore agli altri Big Ue. E di certo non in una logica di ‘ricatto’, un termine improprio e gravemente offensivo che le imprese non possono accettare".
Così in una nota, le precisazioni di Farmindustria in merito alla presentazione di martedì al ministero della Salute di una risoluzione all'Oms per la trasparenza dei prezzi dei farmaci. "Farmindustria - si legge - ha apprezzato la disponibilità al confronto offerta finora dal Ministro della Salute e dai suoi Uffici. Un dialogo che l'associazione spera possa proseguire anche perché ha consentito di approfondire alcune tematiche e da parte delle imprese di accogliere favorevolmente diversi contenuti”.
Per Farmindustria, “E' necessario ricordare che la determinazione del prezzo dei farmaci nel nostro Paese è frutto di analisi dei dossier da parte dell'Agenzia italiana del Farmaco (AIFA), negoziazione con l'azienda produttrice, accordo, contratto tra le parti. Passaggi lunghi - dalla Commissione Tecnico Scientifica (CTS) al Comitato Prezzi e Rimborso (CPR) di AIFA - ed estremamente scrupolosi. Infatti i prezzi sono il risultato di negoziazioni che si firmano in due, che portano a prezzi piu' bassi rispetto agli altri paesi Ue”.
E poi ancora un’ultima precisazione. “Per chi paga (Stato, Regione, Asl) – si legge nella nota - i prezzi e gli sconti sono assolutamente trasparenti e quindi non segreti, come sottolineato sulla stampa. La riservatezza della procedura serve solo a tutelare l'accordo raggiunto, che prevede lo sconto a vantaggio del Servizio Sanitario Nazionale. Garantendo una più efficace competizione tra aziende, un accesso più rapido alla cura da parte dei pazienti e limitando il fenomeno dell'esportazione parallela, dovuto proprio ai prezzi più bassi che altrove".
 

Notizie correlate

23/01/2019

Prezzi farmaci fascia C, Cittadinanzattiva: farmacisti fondamentali per minimizzare impatto aumenti

Dopo l’intervento di Federfarma anche Cittadinanzattiva si inserisce nel dibattito di questi giorni sull’aumento dei prezzi dei farmaci di fascia C con ricetta. “Anche se la legge...
22/01/2019

Medicinali con ricetta, le precisazioni di Federfarma. Cossolo: “Sui prezzi notizie fuorvianti”

I prezzi dei farmaci di fascia C con ricetta possono essere aumentati da parte delle aziende produttrici ogni due anni, nel mese di gennaio degli anni dispari. Sugli aumenti di prezzo vigila l’Agenzia italiana del farmaco che, come riportato sul sito internet dell’Aifa stessa, effettua un monitoraggio sugli incrementi, che non possono superare l’inflazione programmata. I prezzi dei medicinali senza obbligo di ricetta medica, invece, sono stabiliti...
21/01/2019

Medicinali con ricetta: sui prezzi notizie fuorvianti

I prezzi dei farmaci di fascia C con ricetta possono essere aumentati da parte delle aziende produttrici ogni due anni, nel mese di gennaio degli anni dispari. Sugli aumenti di prezzo vigila l’AIFA che, come riportato sul sito internet dell’AIFA stessa, effettua un monitoraggio sugli incrementi, che non possono...
15/01/2019

Farmindustria, l’allarme di Scaccabarozzi: “Produzione tiene ma siamo sull’orlo del precipizio”

"Il dato sulla produzione industriale relativo al nostro settore è ancora positivo e conferma il valore della farmaceutica italiana. Ma anche noi cominciamo a calare...
09/06/2017

Farmindustria, Bruno riconfermato alla presidenza del Gruppo contoterzisti

Giorgio Bruno, 64 anni, laureato in Ctf, amministratore delegato di Biologici Italia Laboratories, è stato riconfermato ieri alla presidenza del Gruppo produttori conto terzi di Farmindustria per il triennio 2017-2019. A rinnovargli ieri la fiducia per un secondo mandato...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni