Fondazione Ghirotti, due italiani su tre non conoscono la legge sulla palliazione

26/05/2017 00:08:27
La legge 38/2010 sulle terapie del dolore, approvata all’unanimità e considerata un modello di eccellenza in Europa, registra tuttora una applicazione disomogenea sul territorio, malgrado siano stati fatti grandi passi avanti. «Nella mia esperienza» ha detto il ministro della salute Beatrice Lorenzin intervenendo ieri a Roma alla presentazione della XVI Giornata Nazionale del Sollievo che si svolgerà domenica 28, per iniziativa della Fondazione Gigi Ghirotti «ho visto negli ospedali e negli hospices tanto ottimo lavoro, svolto da operatori che, oltre che essere formati bene dal punto di vista professionale, operano con passione e sono umanamente vicini ai pazienti».

I lavori della mattinata hanno confermato che a tutt’oggi i cittadini non sono sufficientemente consapevoli dei loro diritti. Dall’Osservatorio di monitoraggio delle cure palliative e della terapia del dolore, coordinato dall’ex ministro Livia Turco, emerge che il 63% dei cittadini intervistati ancora non conosce l’esistenza della legge. Qualche carenza esiste anche tra gli stessi medici di medicina generale (da un sondaggio effettuato dalla Fimmg su 600 medici risulta che il 96% sa che esiste la legge ma il 54% non sa esattamente cosa essa prevede e l’84% non conosce la rete delle cure palliative).

«Da sempre la farmacia collabora con la Fondazione Ghirotti per diffondere la cultura del dolore e divulgare i contenuti della legge che è un motivo di vanto per il nostro Paese. Essa sancisce il diritto di tutti i cittadini, affetti da dolore cronico o acuto, a non soffrire e ha semplificato la dispensazione in farmacia dei farmaci antalgici. Dopo la semplificazione della ricetta, attualmente, con la produzione da parte dello Stabilimento Chimico Farmaceutico, un tema sul tappeto è l’utilizzo della cannabis. Nell’applicazione della legge esistono tuttavia ancora molte difficoltà operative e c’è molto ancora da fare» ha osservato la presidente di Federfarma Annarosa Racca.

Quest’anno le farmacie hanno anche collaborato alla diffusione dei questionari realizzati dall’Osservatorio. I dati raccolti attraverso i 13.000 questionari indicano che le persone più aggiornate e consapevoli dei propri diritti in materia di cure palliative sono quelle con titoli di studio più elevati. Per aumentare la consapevolezza dei malati la farmacia può fare molto grazie all’accessibilità del presidio e alla capacità di comunicazione ed empatia dei professionisti che in essa operano.

Quest’anno il premio Gerbera d’oro, promosso dalla Fondazione Gigi Ghirotti e dalla Conferenza delle Regioni e Province autonome – attribuito come riconoscimento ad una struttura sanitaria nazionale che si distingua oltre che per le cure anche per il sostegno psicologico – è stato assegnato all’Ospedale Niguarda di Milano per il progetto “Rete terapia del dolore (Red)” per la presa in carico dei pazienti complessi. Anno dopo anno aumentano le iniziative presentate in concorso e la scelta è stata effettuata nell’ambito di ben 34 progetti realizzati da 12 Regioni. Tre i progetti menzionati: il “progetto scuola” (Regione Liguria, Azienda Ligure Sanitaria) con incontri nelle scuole per sensibilizzare gli studenti tramite comunicazione con altri giovani; “Ambulatorio pazienti pediatrici clinicamente complessi” (Regione Veneto, Azienda ospedaliera di Reggio Emilia); “Piccolo ma bello” (Regione Veneto, con massaggio shiatsu a supporto delle cure in oncoematologia pediatrica dell’ospedale di Padova). Nella dichiarazione dei redditi si può sostenere la Fondazione Gigi Ghirotti con la donazione del 5x1000 (CF 80188190583). (SN)

Notizie correlate

04/05/2018

Giornata nazionale del sollievo, farmacie impegnate nella promozione della cultura contro il dolore

Si svolge domenica 27 maggio la XVII edizione della Giornata Nazionale del Sollievo, organizzata dalla Fondazione Gigi Ghirotti in collaborazione con il Ministero della Salute e...
16/03/2017

Cure palliative, Fondazione Ghirotti: va migliorata conoscenza su legge 38

Due italiani su tre ancora non conoscono la legge 38/2010 per il diritto alla palliazione. È uno dei dati che arrivano dalla prima indagine conoscitiva dell’Osservatorio per il monitoraggio della terapia del dolore-Fondazione Gigi Ghirotti, condotta su 13.374 schede...
15/03/2017

Risultati dell’Osservatorio monitoraggio della Terapia del dolore

Dai dati dell’Osservatorio per il monitoraggio della Terapia del dolore e Cure palliative della Fondazione Gigi Ghirotti presentati oggi a Roma emerge che, nonostante i molti progressi compiuti con la legge 38/2010, esiste la necessità di continuare...
03/11/2016

Cure palliative, prosegue sondaggio Fondazione Ghirotti

C’è ancora tempo per partecipare al sondaggio lanciato da Fondazione Gigi Ghirotti e Federfarma con l’obiettivo di fotografare, dalla prospettiva dei pazienti, efficienza e accessibilità delle cure palliative nelle diverse regioni italiane. Presentata in occasione
24/09/2016

Iniziativa Cento Città contro il Dolore

Si terrà sabato 1° ottobre “Cento Città contro il Dolore”, la Giornata che Fondazione Isal organizza dal 2009 con il patrocinio delle maggiori istituzioni nazionali ed internazionali, per sensibilizzare e informare la cittadinanza sul dolore cronico e sulle terapie per...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni