Cannabis militare, a breve distribuzione nelle farmacie

27/09/2016 00:18:11
«Siamo pronti ad aumentare la produzione di cannabis per uso terapeutico. Abbiamo già individuato altre aree per ampliare la coltivazione». E' quanto rivela all'AdnKronos il colonnello Antonio Medica, direttore dello Stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze impegnato nel Progetto cannabis, nato nel 2014 con lo scopo di produrre cannabis di qualità per uso terapeutico e a basso costo. A breve è prevista la firma di una convenzione con il ministero della Salute per la distribuzione del prodotto nelle farmacie.

La produzione iniziale prevista dal progetto è di 100 chili, «ma non c'è un limite prefissato. Si doveva partire da una idea e si è preso a esempio il quantitativo che attualmente importiamo dall'Olanda, ma non è vincolante. Il nostro obiettivo è quello di soddisfare le necessità di tutti i pazienti» spiega Medica «bisogna solo avere pazienza. Abbiamo dovuto organizzare un'attività che prima non c'era. Abbiamo avuto bisogno di espletare tutte le pratiche relative ai permessi. Tra l'altro l'impiego di queste sostanze è anche sotto il controllo delle Nazioni Unite, quindi parliamo di un progetto complesso».

Il progetto iniziale prevedeva due anni per Ricerca e Sviluppo, «invece» prosegue il direttore del Farmaceutico militare «stiamo più avanti tanto che, per quest'anno, dovremmo arrivare a produrre circa 30 kg di prodotto finito. Da gennaio 2017 dovremmo arrivare a circa 100 kg». E rassicura: «Fino a quando non arriveremo a coprire le necessità italiane, continueremo a comprarla dall'estero». Dall'Olanda arrivano a oggi circa 100 kg di cannabis all'anno, quantitativo destinato a diminuire progressivamente man mano che aumenterà la produzione dell'Istituto. I tempi sono lunghi anche per la complessità della coltura: «La cannabis per uso medico prevede una coltivazione elaborata» ricorda Medica «è una pianta molto robusta, ma particolare perché assorbe tutte le sostanze del terreno. Ecco perché la coltivazione avviene solo in terreno artificiale, proprio per evitare che possa assorbire sostante dannose». Al progetto lavorano 50 civili e 30 militari.

Notizie correlate

27/01/2020

Farmaci a base di cannabis gratis in Sicilia, firmato il decreto

D’ora in poi nessun ostacolo per i pazienti che ricorrono all'uso della cannabis per scopi terapeutici in Sicilia. Un decreto firmato venerdì scorso dall'assessore regionale alla  Salute, Ruggero Razza, infatti, prevede la rimborsabilità a carico del Servizio sanitario regionale...
24/05/2019

Cure palliative, Saitta: “Rete di farmacie fondamentale per garantire assistenza sul territorio”

Cure palliative non solo in ospedale, ma anche sul territorio. E per farlo quale strumento migliore delle 18mila farmacie presenti in tutta Italia? A confermarlo è Antonio Saitta...
19/04/2019

Cannabis terapeutica, indagine su difficoltà di reperimento nelle farmacie. Federfarma e Fofi si attivano

Federfarma si mobilita per sostenere la Fofi, che su richiesta del Ministero della Salute, ha avviato un’indagine sul territorio nazionale, chiedendo la collaborazione del...
20/12/2018

Cannabis a uso medico, ok da Olanda a maggiori scorte per Italia

Il ministro della Salute olandese, Hugo De Jonge, ha comunicato all'omologo italiano, Giulia Grillo, di avere accolto la richiesta di aumentare i quantitativi di cannabis flos per 2018 e 2019, portando così il totale fino a 700 kg all'anno...
24/10/2018

Toscana, Rossi chiede fondi e più produzione di cannabis per il Farmaceutico militare

Un finanziamento per lo Stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze, per permettergli di incrementare la produzione di cannabis per uso terapeutico...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni