Ecco chip anticontraffazione, sicuri come impronte digitali

05/05/2015 16:19:08
Chip di silicio anticontraffazione sicuri come impronte digitali: è questa l'idea alla base della tecnologia low cost messa a punto da un'azienda "costola" del Massacchussets Institute of technology (Mit), fondata da Srini Devadas, per combattere il fenomeno del falso, che si stima riguardi dal 2% al 5% dei beni in commercio su scala mondiale, come dispositivi elettronici, cibi e farmaci. I chip possono essere letti e verificati con dispositivi mobili, come i telefonini. Hanno delle caratteristiche in comune con le impronte digitali umane, che non sono mai uguali. Durante il processo di fabbricazione dei chip si producono delle microscopiche variazioni imprevedibili, permanenti e impossibili da clonare (dette puf). I ricercatori in questo caso hanno sviluppato una tecnica che traccia queste variazioni casuali nei chip di silicio, assegnandogli una sorta di "impronta digitale" unica. Integrati nelle etichette con identificazione a radio frequenza, i chip possono essere così analizzati con cellulare o lettore per determinare se l'etichetta è autentica. «Si tratta di un sistema di autenticazione low-cost - spiega Srini Devadas, coordinatore scientifico - che usa la biometria del silicio». (ANSA)

Notizie correlate

17/06/2019

Contraffazione Ue, medicinali i più gettonati nel rapporto Europol

Medicinali, prodotti di lusso, alimenti, elettronica: la contraffazione nell'Unione Europea registra una crescita grazie ai social network e alle nuove vie commerciali con l'Asia, favorendo soprattutto la criminalità organizzata. A rivelarlo è la prima edizione della “Valutazione delle minacce dei reati contro la proprietà intellettuale”, realizzata da Europol in collaborazione con l'Ufficio dell'Unione Europea per la proprietà intellettuale (Euipo)...
12/03/2019

Farmacista, primo baluardo del Ssn. Lusi (Nas) promuove la collaborazione per lotta alla contraffazione

Mentre in tutto il mondo il mercato dell’e-commerce, anche per i farmaci, avanza in maniera veloce, in Italia sembra ancora reggere il canale ufficiale: la farmacia. Ad assicurarlo è il generale, Adelmo Lusi, comandante dei carabinieri per la tutela della  salute pubblica durante gli Stati generali della farmacia italiana...
11/02/2019

Lotta alla contraffazione dei farmaci. Al via il nuovo sistema europeo

È stato presentato ieri ufficialmente a Bruxelles e diventa operativo da oggi, in 31 Stati dello spazio economico europeo (See), il nuovo sistema Ue di contrasto alla contraffazione...
18/01/2019

Anticontraffazione, il 9 febbraio parte il nuovo sistema europeo. Grecia e Italia per ora esonerate

Il prossimo 9 febbraio in tutti i Paesi europei, escluse Grecia e Italia che si adegueranno entro il 2025, partirà il sistema di anticontraffazione Ue che permetterà alle farmacie di verificare, tramite lettura del datamatrix, quasi tutti i...
20/11/2018

Vendite on line di medicinali contraffatti, stretta dei Nas su canali non autorizzati

Una vasta e articolata campagna di controllo delle vendite on line, effettuata dai Carabinieri dei Nas e, in particolare, il Reparto Operativo Centrale, il Nucleo Aifa e i nuclei territoriali...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni