Salute mentale degli adolescenti, farmacie sentinelle del territorio. Il webinar di Fondazione Rava

14/06/2021 09:48:43
Il distanziamento sociale, l'ansia e l’isolamento obbligato durante la pandemia hanno creato una vera e propria escalation di disagi psicologici, psichiatrici e nuove fragilità soprattutto nei più giovani. Il ruolo del farmacista è centrale nel provare a riconoscere questi sintomi e trovare delle soluzioni. Se ne è parlato nel corso del webinar dedicato alla salute dei più giovani nell’emergenza Covid-19, promosso dalla Fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus nell'ambito dell'iniziativa nazionale ‘In Farmacia per i Bambini’, patrocinato da FOFI e Federfarma. «I farmacisti sono quelle sentinelle del territorio che rappresentano un punto di riferimento per le famiglie, per i genitori e per le persone che si rivolgono per chiedere un aiuto o un consiglio e, oggi, grazie al supporto di alcuni esperti vogliamo dare ai farmacisti gli strumenti per aumentare la capacità di intercettare, prendere in carico e indirizzare questi disagi», dichiara Mariavittoria Rava, Presidente Fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus.
L’emergenza della salute mentale è «la quarta ondata della pandemia» come l’ha definita Antonella Costantino, Direttore dell’Unità Operativa Complessa Neuropsichiatria dell'Infanzia e adolescenza del Policlinico di Milano. «Abbiamo riscontrato effettivamente tanti segnali di disagio nella popolazione degli adolescenti, tramite i familiari. Adolescenti con difficoltà relazionali e con ansie – commenta il moderatore del webinar Michele Pellegrini Calace, Tesoriere Federfarma Nazionale e Presidente Federfarma BAT -. Grazie alla collaborazione con la Fondazione Rava, potremo individuare e intercettare più agevolmente questo tipo di richieste di aiuto».
Anche l’on. Andrea Mandelli, presidente della Fofi e vicepresidente della Camera, pone l’accento sull’importanza dell’assistenza territoriale delle farmacie per il disagio psicologico dell’infanzia, fortemente aumentato da questa pandemia. «È importante che l’assistenza territoriale sia rivista, che la stagione dei tagli lineari venga definitivamente archiviata e che anche la rete ospedaliera sia ripensata e potenziata. In Parlamento, abbiamo l'ambizione di riprogettare il futuro della sanità ripartendo dal territorio e fare in modo che venga dedicato uno spazio all'assistenza degli adolescenti  con disagio. È un dovere morale e civico e i farmacisti italiani possono contribuire ad affrontare il problema».
Il webinar si è concluso con una sessione formativa gratuita (3 crediti ECM) riservata ai farmacisti, con l’obiettivo di fornire una preparazione di base per migliorare la capacità di cogliere i segnali del disagio adolescenziale e orientare le famiglie ai servizi sul territorio.

Notizie correlate

10/09/2021

Gli italiani e la salute ai tempi del Covid-19: farmacista, interlocutore privilegiato

Per il 77% degli italiani la pandemia da Covid-19 e le conseguenti limitazioni hanno avuto un impatto sul proprio benessere generale e mentale: un terzo (33%) sostiene che...
08/09/2021

Vaccinazioni Covid-19, Speranza: la terza dose ci sarà

"La terza dose" di vaccino anti-Covid "in Italia ci sarà. Noi partiremo sicuramente già nel mese di settembre per le persone che hanno fragilità di natura immunitaria, penso ad... 
30/07/2021

Covid-19, Mirone (Federfarma Servizi): "Distribuzione al fianco delle farmacie per rafforzare rete territoriale"

“La pandemia è stata davvero una prova di resistenza, in un momento così particolare durante il quale abbiamo assicurato un servizio quotidiano alle farmacie con una fornitura costante anche nei periodi di maggiori restrizioni alla circolazione”. Antonello Mirone, presidente di Federfarma Servizi...
29/07/2021

Covid-19, da febbraio 99 vittime su 100 non avevano terminato il ciclo vaccinale. I dati nel Report dell’Iss

Circa 99 morti su 100 a causa del Covid-19, a partire dallo scorso febbraio, non avevano terminato il ciclo vaccinale, e fra quelli che invece lo avevano completato si riscontra...
27/07/2021

Green pass, Cossolo: “Cittadini supportati anche in questa fase della pandemia”

Grande affluenza in questi giorni nelle farmacie, anche per richiedere la stampa del green pass. “I cittadini in farmacia si sentono supportati e anche in questa fase della pandemia, con spirito di servizio, i farmacisti continuano a offrire assistenza e a rispondere ai nuovi bisogni di salute, somministrando tamponi e vaccini” afferma il presidente di Federfarma Marco Cossolo. “In queste ore molte persone, soprattutto anziane, si rivolgono alle 19.000 farmacie diffuse capillarmente sul territorio per stampare il green pass: non hanno il computer o hanno poca dimestichezza con i mezzi informatici, spesso sono sole e per questo...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni