Covid-19, farmacisti umbri ‘tamponati’ in modalità pit stop

01/06/2020 08:55:38
Saranno 200 i farmacisti di tutto il territorio aziendale dall'Usl Umbria 2 che saranno sottoposti a tamponi in modalità 'pit stop'. Anche in questo caso l'adesione è su base volontaria e prevede che siano gli stessi professionisti a recarsi autonomamente, oggi a partire dalle 8, nel punto sanitario allestito in strada di Cardeto per l'esecuzione dell'esame in modo "rapido e sicuro", senza scendere dall'auto. L'iniziativa, promossa in collaborazione con la Regione - spiega l'azienda sanitaria - ha ricevuto un "vivo apprezzamento" dall'assessore regionale alla Sanità, Luca Coletto, e vede impegnati l'Ordine provinciale dei farmacisti, il distretto sanitario di Terni, il Comune di Terni (polizia locale) e la Protezione civile, con il supporto del laboratorio di microbiologia dell'azienda ospedaliera Santa Maria e dell'Istituto zooprofilattico di Perugia.
"La campagna di screening che interessa le categorie a rischio - spiega il commissario straordinario della Usl Umbria 2, Massimo De Fino - consente di monitorare lo stato di salute di professionisti che si trovano ad operare tutti i giorni a stretto contatto con i cittadini. Abbiamo replicato l'iniziativa in modalità 'drive through' che ci consente, attraverso l'ottimizzazione dei tempi, operazioni rapide in totale sicurezza sia per i nostri operatori sanitari che per gli stessi professionisti sottoposti a controllo".
 
 

Notizie correlate

07/08/2020

Coronavirus, Fondazione Gimbe su uso mascherine: “Cinture di sicurezza per una nuova normalità”

L’uso delle mascherine in luoghi pubblici è diventato terreno di scontro politico, provocando anche la diffusione di numerose fake news, e le violazioni all’obbligo del loro utilizzo sono frequenti, a partire dai mezzi pubblici e in tutti i luoghi in cui non viene esercitata una sistematica attività di controllo. A ridare centralità alla scienza è la Fondazione Gimbe che in un Position Statement le definisce...
06/08/2020

Covid-19, indagine sierologica Istat-ministero Salute: anticorpi in oltre 1,4 milioni di italiani, 6 volte più dei casi registrati

Più di un milione e 400mila sono gli italiani che hanno incontrato il SarsCov2, il che significa il 2,5% del totale della popolazione, un dato 6 volte superiore ai contagi registrati ufficialmente durante la pandemia. Questi i primi risultati dell’indagine di sieroprevalenza, effettuata su 64.660 individui, sulla diffusione del coronavirus tra la popolazione italiana...
06/08/2020

Oms plaude al ministro Roberto Speranza: “Fonte di ispirazione per altri Paesi”

Le misure adottate dall'Italia, durante la pandemia, sono state portate ad esempio anche per gli altri Paesi. Il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus ha infatti...
06/08/2020

Covid-19, anticorpi di pazienti postivi potrebbero essere trasformati in medicinali

"Dagli anticorpi sviluppati dai pazienti creeremo un farmaco". A spiegarlo al 'Corriere della Sera' è Rino Rappuoli, coordinatore del Mai (Monoclonal Antibody Discovery) Lab di Toscana Life Sciences, a Siena, nonché chief scientist e head external R&D di Gsk Vaccines. La buona notizia è di pochi giorni fa: il team di ricercatori ha individuato tre anticorpi...
04/08/2020

Boom importazione farmaci Covid-19, Tobia: “Cattiva informazione causa effetti negativi su salute pubblica”

Il coronavirus, oltre a causare numerosi danni in termini di vite umane e di costi, ha procurato anche un’impennata di importazioni di farmaci promossi come trattamenti per...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni