Screening colon retto in farmacia, prorogato l’accordo tra Ulss 9 Scaligera, Federfarma e Assofarm

17/02/2020 09:08:08
Pietro Girardi, Direttore Generale dell’Ulss 9 Scaligera, il presidente di Federfarma Verona Marco Bacchini e Germano Montolli, in rappresentanza di Assofarm, hanno firmato la proroga dell’accordo, sottoscritto nel 2016, in merito all’attività delle farmacie della provincia di Verona relativamente allo screening del colon retto promosso dall’Ulss 9. Per questa attività le farmacie hanno un ruolo fondamentale sia per quanto riguarda la sensibilizzazione e la promozione nei confronti dei cittadini, sia perché è in farmacia che viene distribuito il materiale necessario allo screening con le relative indicazioni.
La proroga dell'accordo è avvenuta in attesa che decolli in modo concreto da parte della Regione Veneto la sperimentazione della "farmacia dei servizi", prevista probabilmente nella prossima primavera e che vedrà il coinvolgimento della farmacia territoriale nell’ erogazione di molteplici servizi al cittadino. Diverse sono le progettualità in fase di studio che, per la loro complessità, prevedono tempi adeguati di attuazione, come l'estensione su tutto il territorio provinciale del farmacup e del ritiro referti presso le farmacie, le nuove modalità di erogazione degli ausili per urostomia e la rinnovata dispensazione dei farmaci ai pazienti in Assistenza Domiciliare Integrata Medica.
“La proroga si è resa necessaria – ha spiegato a Filodiretto il presidente di Federfarma Verona, Marco Bacchini - in attesa del decollo definitivo del cronoprogramma della farmacia dei servizi, che è stato realizzato dalla regione Veneto in collaborazione con Federfarma e che ovviamente prenderà in considerazione anche lo screening del colon retto. Dovrebbe partire nel mese di aprile o maggio e c’è quindi grande aspettativa sia da parte delle farmacie del territorio ma anche da parte del direttore generale e da tutta la ASL 9 Scaligera. Dovevamo, in questo momento di attesa, - continua - prorogare l’accordo in essere che non prevede riconoscimento economico alle farmacie, anche se si era deliberato di procedere con un accordo ponte che riconoscesse un quantum economico. Abbiamo perciò preferito attendere le linee guida a livello regionale che comprendano tutti gli aspetti previsti nell’accordo: da una attività molto più strutturata da parte delle farmacie nell’ambito dello screening, al riconoscimento economico per le diverse attività svolte dalla farmacia”, conclude Bacchini.
“La firma della proroga – dichiara il Direttore generale Pietro Girardi – è un concreto esempio di proficua collaborazione fra l’Ulss 9 e le farmacie del territorio a conferma di quel rapporto positivo che ha consentito un’ interlocuzione efficace nei confronti dei bisogni del cittadino, ribadendo il ruolo fondamentale della farmacia territoriale nell’ambito della sanità veronese, e nello specifico per quanto riguarda la prevenzione. Ringrazio dunque Federfarma e Assofarm per la volontà di proseguire questa attività prevista peraltro in forma gratuita”.

Ultime notizie

10/08/2020

Telemedicina e telerefertazione in farmacia, Cossolo: “Investire in infrastrutture tecnologiche”

Sempre più cittadini, durante il lockdown, hanno trovato risposta ai loro bisogni di salute grazie ai servizi di screening e prevenzione forniti dalle farmacie. Questo, uno dei principali...
10/08/2020

Farmacia dei servizi, Tobia: “Giunto il momento di far ripartire la sperimentazione”

L’emergenza Covid-19 ha comportato la sospensione della sperimentazione della farmacia dei servizi, ma ora “è venuto il momento di riprendere le procedure avviate nelle 9 Regioni individuate per la prima fase della sperimentazione stessa (Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Umbria, Lazio, Campania, Puglia, Sicilia) e, allo stesso tempo, di mettere in moto la macchina nelle altre 7 Regioni a statuto...
10/08/2020

Carenza medici di base a Verona, Petrosillo (Sunifar): “problema che si ripercuote sull’intero sistema a discapito del cittadino”

“Il triste primato segnalato dall’Ordine dei medici della provincia di Verona, che riguarda la carenza dei medici di medicina generale, è un fenomeno da tempo noto e sempre più diffuso, tanto da aver raggiunto livelli ormai veramente allarmanti”. Parla così il presidente del Sunifar, Gianni Petrosillo, in merito alle criticità per il territorio veronese, di competenza dell’Ulss Scaligera, che emergono dal terzo approfondimento dell’Ires Cgil Veneto (Istituto per le ricerche economiche e sociali) sul sistema socio-sanitario regionale. Il territorio scaligero, secondo i dati...
10/08/2020

Pandemia, gli scenari della fase 3 nel dossier Iss-minSal. Cossolo: “Supporto al Ssn con telemedicina”

Un dossier riservato stilato dagli esperti dell’ISS e del ministero della Salute, analizza quanto potrà accadere in autunno in Italia, in caso dovesse arrivare una seconda ondata di Coronavirus. Si parla della...
10/08/2020

Piano per recupero prestazioni sospese o ridotte approvato dalla Giunta regionale di Perugia, coinvolti i farmacisti

Un approccio integrato e multiprofessionale che vede coinvolti i medici di medicina generale, i pediatri di libera scelta, gli specialisti e i farmacisti, la riorganizzazione dell'attivita' del Cup regionale su due livelli, il primo dei...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni