Indisponibilità farmaci, Federfarma chiede un cambio di passo al Tavolo Aifa

08/02/2019 09:18:23
Non ci sono dubbi sul fatto che il problema delle indisponibilità dei farmaci, pur con diversa intensità negli ultimi anni, rappresenti un costante aggravamento del lavoro quotidiano delle farmacie. È per questo che Federfarma, pur apprezzando il lavoro sin qui svolto dal Tavolo diretto da Aifa, e al quale sono delegati dall’Associazione Daniele Dani e Pasquale D’Avella, ha ritenuto di proporre nuovi stimoli e nuovi proposte operative per i prossimi incontri, inviando una nota all’Agenzia Italiana del Farmaco, da quest’ultima, trasmessa a tutte le sigle del Tavolo.

Federfarma ha posto l’accento sulla necessità di una maggiore sensibilizzazione del ruolo e dei compiti che spettano alle Regioni, a partire dalla necessità di prevedere criteri rigorosi per il rilascio delle autorizzazioni per la distribuzione all’ingrosso e per i successivi controlli periodici sull’operato delle aziende, accanto alla necessità di adottare procedure quanto più possibile condivise e uniformi per la segnalazione dei farmaci indisponibili da parte delle farmacie, al fine di rendere più immediati ed efficaci le azioni di controllo ed eventuale sanzione da parte degli organi preposti a tali attività. Sul tema delle segnalazioni dei farmaci mancanti da parte delle farmacie, Federfarma si è già attivata con delle proposte operative sottoposte al vaglio del Tavolo.
Il cambio di passo chiesto da Federfarma a tutte le componenti del Tavolo sull’indisponibilità dei farmaci, si basa sul metodo della condivisione, tanto dei problemi quanto delle soluzioni, “in quanto – scrive Federfarma - si è dimostrato l’unico approccio possibile su questo terreno che vede coinvolte, a vario titolo, organizzazioni eterogenee ma tutte in grado di fornire il proprio contributo per risolvere o circoscrivere il problema in oggetto”.
Un punto su cui il sindacato dei titolari sta cercando di intervenire è quello di superare l’attuale modello con cui le farmacie comunicano alle Regioni la carenza dei medicinali. È stato il presidente di Federfarma Verona, Marco Bacchini, a spiegare in conference call con Aifa, la proposta di cambiamento che prende ad esempio il ‘modello Bolzano’.

“Federfarma Bolzano ha messo a punto una piattaforma di comunicazione che agevola non poco l’attività del farmacista. Ero venuto a conoscenza – spiega Bacchini - di questa innovazione e ho interessato Federfarma nazionale, che a sua volta ha coinvolto Aifa, affinché si valuti con attenzione questa possibilità. L’auspicio è che possa diventare uno strumento nazionale a disposizione delle farmacie di tutto il Paese. Attendiamo la valutazione dell’Aifa che, se sarà positiva, ci permetterà di essere a buon punto. L’Agenzia avrebbe individuato come regione pilota proprio il Veneto, per poi diffonderlo su tutto il territorio nazionale. Anche la Sifo sta sviluppando una piattaforma simile, ed è per questo che siamo in contatto con loro”.
Rossella Gemma

Notizie correlate

30/07/2019

Farmaci introvabili, nelle zone di confine situazione preoccupante. Braguti: "Federfarma da sempre impegnata su questo fronte"

La spola tra Italia e Svizzera per reperire farmaci che nel nostro Paese sono introvabili. E’ quanto riportato dalle cronache locali di alcuni quotidiani che, da Lecco a Como...
29/07/2019

Emergenza farmaci in Calabria, un decreto del commissario alla sanità scongiura mancati approvvigionamenti

Per evitare il rischio del mancato approvvigionamento di farmaci e dispositivi medici nel periodo estivo in Calabria, il commissario ad acta per la sanità calabrese, Saverio Cotticelli, ha adottato un decreto che dispone il ripristino di due gare esperite dalla Stazione unica appaltante regionale, ma rimaste sospese per effetto dell'entrata in vigore del "Decreto Calabria" approvato dal governo...
04/07/2019

Carenze farmaci, al via il Tavolo. Impegno congiunto a rivedere le linee guida di buona distribuzione dei medicinali

Si è riunito martedì al ministero, il Tavolo sulla carenza dei farmaci indetto dal ministro Grillo per approfondire la problematica della periodica irreperibilità di alcuni medicinali presso le farmacie. Lo rende noto il ministero in un comunicato sottolineando come ai lavori fossero presenti, oltre ai rappresentanti del...
02/07/2019

Carenze, oggi al ministero via al Tavolo. Tobia: dal confronto una soluzione al problema

Si riunisce oggi il Tavolo sulle carenze dei farmaci convocato dal ministro della Salute, Giulia Grillo, con le istituzioni e gli attori coinvolti nella produzione e distribuzione dei medicinali...
01/07/2019

Carenza farmaci, Grillo: “Ho convocato un Tavolo per superare definitivamente questa piaga”

Per superare il problema ciclico della carenza dei medicinali, il ministro della Salute, Giulia Grillo, ha convocato per il 2 luglio al ministero della Salute un Tavolo con le istituzioni e gli attori coinvolti nella produzione e distribuzione dei medicinali (Ministero, Aifa, Agenas, Regioni, Farmindustria, Assogenerici, Federfarma, distributori-grossisti)...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni