Gimbe, demenza è emergenza socio-sanitaria ed economica

30/01/2019 14:47:53
Un milione di pazienti in Italia, secondo i dati del Ministero della Salute, è affetto da demenza e il numero è in progressivo aumento. Oltre 3 milioni di persone sono coinvolte nell'assistenza, i costi socio-sanitari superano i 10 miliardi l'anno, ma tuttora mancano linee guida aggiornate per la gestione di questa patologia.

Per professionisti sanitari, operatori sociali, pazienti, familiari e caregiver la fondazione Gimbe ha realizzato la versione italiana delle linee guida del National Institute for Health and Care Excellence (Nice) per la diagnosi, la terapia e il supporto dei pazienti affetti da demenza.

«La demenza rappresenta un'emergenza - afferma Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione Gimbe - e il suo impatto nei prossimi anni sarà condizionato, oltre che dall'invecchiamento della popolazione, anche da un'assistenza che oggi non è ottimale: infatti, se da un lato circa il 50% delle persone affette da demenza non riceve un supporto adeguato dopo la diagnosi, dall'altro un paziente su tre non riceve una diagnosi, impedendo alle famiglie di accedere ai fondi per le disabilità». (ANSA)

Ultime notizie

05/08/2019

Distribuzione diretta, Gemmato: troppi disagi soprattutto al Sud. Riportare i farmaci in farmacia

“La distribuzione diretta sta creando notevoli disagi, soprattutto ai cittadini che vivono al Sud, nelle zone montane e nelle aree più periferiche”. A ricordarlo è Marcello Gemmato, farmacista e deputato di FdI, che ha recentemente presentato un’interrogazione parlamentare sul tema in risposta all’audizione del ministro Giulia Grillo sull'attività del ministero a un anno dall'insediamento...
05/08/2019

Tg Federfarma Channel – Edizione del 3 agosto

In questo numero: Distribuzione diretta, Gemmato: “Troppi disagi soprattutto al Sud. Riportare i farmaci in farmacia”; Nuova remunerazione, Federfarma fa il punto dopo la prima riunione del Tavolo; Negoziazione prezzo farmaci, un decreto ministeriale cambia le procedure; Aifa, nomina pro tempore di Bonaccini alla presidenza. Resta aperta la questione del Cda 
05/08/2019

Nuova remunerazione, Federfarma fa il punto dopo la prima riunione del Tavolo

Si è tenuta lo scorso 31 luglio la prima riunione del Tavolo per “la definizione di un nuovo modello di remunerazione della filiera distributiva del farmaco”. Alla riunione hanno partecipato, oltre a Federfarma, esponenti della filiera del farmaco (produzione e distribuzione), nonché del Ministero della salute, del Ministero dell’economia, delle Regioni, dell’AIFA e della SISAC...
05/08/2019

Negoziazione prezzo farmaci, un decreto ministeriale cambia le procedure

Un decreto del ministero della Salute, di concerto con il Mef e approvato dalla Conferenza Stato-Regioni di ieri, cambia le procedure per la negoziazione del prezzo dei farmaci. Il testo, necessario per aggiornare il sistema all’evoluzione della politica del farmaco e alle necessità di trasparenza, definisce i criteri e le modalità con cui...
05/08/2019

Aifa, nomina pro tempore di Bonaccini alla presidenza. Resta aperta la questione del Cda

Nonostante la nomina di Stefano Bonaccini alla presidenza, pro tempore, dell'Agenzia italiana del farmaco, resta la questione irrisolta del Cda. Il Consiglio di amministrazione...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni